Immobili
Veicoli

TENNIS«Ho la certezza di poter arrivare lontano»

27.06.22 - 13:20
Matteo Berrettini punta alla vittoria finale a Wimbledon: «C'è voluto del tempo perché io amassi l'erba».
keystone-sda.ch / STR (Alberto Pezzali)
«Ho la certezza di poter arrivare lontano»
Matteo Berrettini punta alla vittoria finale a Wimbledon: «C'è voluto del tempo perché io amassi l'erba».
L'italiano affronterà martedì il cileno Cristian Garin.

LONDRA - Matteo Berrettini (Atp 11) è carico in vista dell'imminente inizio di Wimbledon. Il tennista italiano affronterà martedì al primo turno il cileno Cristian Garin (ATp 44). «C’è voluto del tempo perché io amassi l’erba», ha analizzato il 26enne al "Corriere della Sera". «Si tratta di un tennis diverso e insolito, che va al di là dell’aspetto tecnico. Bisogna avere un feeling totale con la superficie e una certa pazienza, così come accettare il rimbalzo irregolare: è come se l’erba mi chiedesse di sentirmi emotivamente a mio agio per poter creare la connessione perfetta».

Berrettini è reduce da due successi filati, poiché ha portato a casa sia il torneo di Stoccarda sia quello del Queen's. Di conseguenza è uno dei favoriti alla vittoria finale. «Sono sempre stato cauto con le parole, ma adesso sento che non serve più nascondermi. Sto giocando bene, scoppio di fiducia e inizio il torneo con la ragionevole certezza di poter arrivare lontano. La strada per la finale la conosco già, il sentiero è tracciato e i ricordi sono felici. L’esperienza dell’anno scorso mi ha insegnato tanto e tornare in finale, se dovessi meritarmela, sarebbe un’emozione meravigliosa, ma forse un po’ meno sconvolgente perché l’ho già vissuta. Djokovic? A Parigi, Londra e New York, nel 2021, ho sempre perso, direi che è arrivato il momento di batterlo. Mi sento pronto, forte e migliore rispetto a un anno fa».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT