Immobili
Veicoli

REGNO UNITODjokovic: «Non sono un no-vax, ma se ci sarà l'obbligo vaccinale io non giocherò»

15.02.22 - 09:43
La forte presa di posizione del tennista serbo, in una recente intervista: «Per me fondamentale l'armonia col mio corpo»
keystone-sda.ch / STF (ANDREJ CUKIC)
Fonte Ats ans
Djokovic: «Non sono un no-vax, ma se ci sarà l'obbligo vaccinale io non giocherò»
La forte presa di posizione del tennista serbo, in una recente intervista: «Per me fondamentale l'armonia col mio corpo»
Djokovic si è detto pronto a rinunciare anche a Wimbledon e il Roland Garros

LONDRA - Novak Djokovic si dice pronto a rinunciare a qualsiasi torneo di tennis, compresi Wimbledon e il Roland Garros, se come condizione per partecipare gli venisse imposto l'obbligo di vaccinarsi.

Lo ha detto il campione serbo in un'intervista esclusiva alla BBC, rilasciata a un mese dall'espulsione dall'Australia, che gli ha impedito di competere all'Australian Open. 

«Sì, è un prezzo che sono disposto a pagare», ha detto Djokovic. «Sostengo pienamente la libertà di decidere se essere vaccinati o meno», ha aggiunto, sottolineando però di non essere per principio contrario e di non voler quindi essere associato al movimento no vax.

«Il principio di poter decidere sul mio corpo è più importante che vincere qualsiasi titolo o di qualsiasi altra cosa» e «io cerco di essere in armonia con il mio corpo più che posso», ha affermato Djokovic.

«Non sono mai stato contro i vaccini, mi rendo conto che a livello globale tutti stanno facendo grandi sforzi per affrontare questo virus e, auspicabilmente, vederne la fine, e la vaccinazione è probabilmente lo sforzo maggiore in questo senso. Ma - ha proseguito il tennista - ho sempre sostenuto la scelta di decidere cosa mettere nel tuo corpo» e, «sulla base delle informazioni che ho ricevuto, ho deciso di non vaccinarmi».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT