keystone-sda.ch (Christophe Petit Tesson)
+16
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
BELLINZONA
2 ore
Dal calcio ai test per il Covid-19: Martignoni cambia vita
Il difensore ticinese: «Le giornate sono davvero piene, ma è motivo di grande soddisfazione essere utile alla comunità».
SUPERCOPPA
10 ore
Insigne sbaglia, CR7 no: alla Juve la Supercoppa
Per i bianconeri è il primo trofeo dell'era Pirlo. Napoli battuto 2-0: a segno CR7 e Morata. Rigore sbagliato da Insigne
SUPER LEAGUE
12 ore
«Sono deluso, non meritavamo di perdere. Bottani? Non potevo crederci»
Maurizio Jacobacci: «Abbiamo messo la museruola all'YB, ma ci hanno castigati. Dispiace per i ragazzi».
SUPER LEAGUE
13 ore
Il Lugano non graffia, l'YB sbanca Cornaredo
Diverse le occasioni sciupate dai bianconeri, piegati 2-0 dalla capolista. Reti di Fassnacht e Nsame.
BUNDESLIGA
15 ore
Caos Embolo: per fuggire dalla polizia è scappato dalla finestra?
L'attaccante della nazionale elvetica del Borussia Mönchengladbach al centro di un caso simile a un film poliziesco.
TENNIS
15 ore
«Quarantena? Costretta a lavarmi i capelli da sola»: minacciata di morte
Lady Tomic l’ha sparata grossa.
SERIE A
16 ore
La Dea fallisce l'assalto al terzo posto
Muriel risponde a Pereyra, ma l'Atalanta non va oltre l'1-1 a Udine
CALCIO
17 ore
Nuova squadra per Joel Untersee
L'ex Lugano si è accordato con l'HJK Helsinki fino al prossimo mese di dicembre
CICLISMO
18 ore
Domenica 27 giugno si correrà il GP Città di Lugano
La macchina organizzativa è in moto per garantire lo svolgimento del sempre affascinante evento ticinese
CICLISMO
15.09.2020 - 08:000
Aggiornamento : 12:34

«Tour sorprendente, di Pogacar e Hirschi gli show più belli»

La Grande Boucle entra nella sua settimana decisiva, con il duello Roglic-Pogacar che promette scintille.

La parola a Mauro Gianetti, dirigente della UAE Emirates: «Tadej è un fenomeno che sta crescendo: ora gli abbiamo detto di continuare a divertirsi. Roglic? Un campione con una squadra super».

Scoppiettante e avvincente, il Tour 2020 sta regalando emozioni tra splendidi assoli - su tutti quello nostro Marc Hirschi, vincitore della 12esima tappa -, grandi battaglie e attacchi in salita da togliere il fiato. «È un Tour aperto e sorprendente, in quest'annata decisamente particolare - interviene Mauro Gianetti, Ceo e Team Principal della UAE Emirates - Per i corridori, dopo il lockdown, era una situazione difficile da interpretare: sono arrivati qui senza tanti punti di riferimento e in molti hanno anche lavorato troppo a livello individuale».

Eppure lo spettacolo non sta mancando.
«È un Tour dove abbiamo visto dei ragazzi di 21 e 22 anni come Pogacar e Hirschi firmare gli show più belli. Marc è stato grande e in realtà ne ha fatti due. Per la Svizzera è uno spettacolo: già nella nona tappa aveva mostrato qualcosa di eccezionale».

Con la Jumbo-Visma che ha dimostrato tutta la sua forza e stroncato con un ritmo impressionante le speranze di Quintana e Bernal - andato alla deriva nella frazione che ha chiuso la seconda settimana -, il duello al vertice è ormai un affare tutto sloveno tra Roglic e proprio Pogacar, punta di diamante del team di Gianetti. Il 21enne, a +40" nella generale, ha già vinto due tappe e battuto il connazionale sul Grand Colombier.
«È un fenomeno che sta crescendo, un bravo ragazzo che piace a tutti e ce lo coccoliamo. È avanti rispetto alle nostre aspettative, anche se sapevamo che sarebbe diventato un grande corridore da corse a tappe. Dal primo giorno di questa Grande Boucle il nostro discorso non è però cambiato: gli abbiamo detto di divertirsi. Comunque vada a finire, andrà benissimo. Ora sta bene e ha dalla sua un recupero straordinario, la sua forza sta nella tranquillità e nella gestione delle energie psico-fisiche».

Da parte sua Bernal (Ineos) è crollato sotto i "colpi" della Jumbo-Visma.
«Egan ha cercato di mascherare le difficoltà, ma da giorni si vedeva che non era quello dello scorso anno. Ha sofferto. Sulla Jumbo-Visma c'è poco da dire... Roglic è un campione e negli anni hanno costruito una squadra davvero super, con 3-4 corridori che potrebbero essere dei leader in tutte le altre».

Da oggi si torna a salire, con la carovana attesa dalla 16esima frazione. Cosa dobbiamo aspettarci in quest'ultima settimana?
«Il Tour può decidersi ogni giorno, ma le tappe più attese sono quella di mercoledì e la crono di venerdì con l'arrivo sulla Planche des Belles Filles. Certo, anche le altre non saranno una scampagnata tra amici... (ride, ndr). Mi aspetto una settimana intensa dove potrà succedere di tutto».

Vada come vada, per la Uae Emirates sarà un Tour da incorniciare.
«Nella prima tappa abbiamo vinto e preso la maglia gialla con Kristoff. Non dico che dopo qualla giornata eravamo già "a posto", ma ha aiutato. Siamo partiti nel migliore dei modi e ci siamo tolti di dosso parecchia pressione. Ora ci godremo anche l'ultima settimana».

SPORT: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (Thibault Camus / Pool)
Guarda tutte le 20 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-21 09:17:10 | 91.208.130.85