Immobili
Veicoli

CICLISMOUna ticinese alla conquista del... Tour de Suisse 2020

09.07.20 - 15:57
Saltata la tripletta Giro-Vuelta-Tour, Valentina Tanzi non è rimasta con le mani in mano.
Valentina Tanzi
Una ticinese alla conquista del... Tour de Suisse 2020
Saltata la tripletta Giro-Vuelta-Tour, Valentina Tanzi non è rimasta con le mani in mano.
SPORT: Risultati e classifiche

LUGANO - L’ultracycler ticinese Valentina Tanzi aveva un obiettivo ambizioso per questa stagione. Dopo aver percorso l'anno scorso i deserti americani in sella alla sua bici da corsa - 3a donna assoluta nella durissima Race Across The West - con il suo progetto “Yes, I can!”, avrebbe voluto pedalare in tutti e tre i Grand Tour del ciclismo (Giro, Tour e Vuelta) proprio il giorno prima degli uomini. Non lo avrebbe fatto solo per sfidare se stessa, ma anche per dimostrare che pure una donna può farlo. Le professioniste non hanno infatti la possibilità di misurarsi sulle medesime distanze: affrontano una versione più breve rispetto alle canoniche tre settimane. Il Giro femminile prevede dieci tappe mentre Francia e Spagna si risolvono in un unico giorno. Con “Yes, I can!”, l’atleta ticinese avrebbe voluto combattere pure gli stereotipi e le disuguaglianze che come donna vive sulla sua pelle in qualsiasi ambito. La sua prova avrebbe, magari, saputo poi ispirare anche altre ragazze a spingersi oltre ciò che loro o gli altri pensano siano i propri limiti.

Questo era il piano prima del Covid-19. Il virus non ha però fermato Valentina la quale, come se il virus fosse un inconveniente sopraggiunto in gara, ha adattato “Yes, I can!” all'attuale situazione, rinviando la sua sfida integrale al 2021, quando La Vuelta non si accavallerà in calendario al Giro d'Italia.

Tenendo conto della grande incertezza che regna riguardo all’organizzazione degli eventi sportivi (probabilmente quest'anno riuscirà a fare "solo" Tour e Vuelta) e avendo praticamente l'estate libera, la nostra dama celeste ha pensato nel frattempo di “pedalare” il Tour de Suisse, che quest'anno non avrà luogo. Purtroppo, causa la non apertura totale dei vari passi, non potrà tener fede all'idea di “Yes, I can!”, cioè di muoversi il giorno precedente a quello del calendario stabilito prima del tornado-coronavirus. Si impegnerà comunque dal 15 al 22 luglio e, complessivamente, durante le otto tappe, pedalerà 1'065,9 km per un dislivello positivo di 18'349 metri. E se qualcuno volesse pedalare con lei, seguirla dal vivo (rigorosamente con un casco celeste) o sostenerla virtualmente? Su www.damaceleste.com/yesican2020, la sezione del suo sito dedicata alla nuova avventura, troverà tutte le informazioni utili.

COMMENTI
 
Mirketto 2 anni fa su tio
avere almeno un sito in italiano.....
NOTIZIE PIÙ LETTE