Immobili
Veicoli

SVIZZERAIl franco è sempre più forte

15.08.22 - 12:01
La valuta elvetica ha fatto registrare un nuovo record rispetto all'euro questa mattina.
Deposit (valphoto)
Fonte ats
Il franco è sempre più forte
La valuta elvetica ha fatto registrare un nuovo record rispetto all'euro questa mattina.
Alle 10.30 un euro veniva scambiato con 0,9661 franchi.

ZURIGO - Il franco diventa sempre più forte e ha raggiunto questa mattina un nuovo record rispetto all'euro, con una tendenza che probabilmente proseguirà, secondo gli esperti.

Alle 10:30 il cambio si attestava a 0,9661 franchi per un euro, dopo esse sceso poco prima a 0,9647. Da inizio anno, la valuta elvetica continua a diventare più forte, basti pensare che in gennaio il cambio era ancora a 1,038.

Secondo analisti della Banca cantonale di Zurigo (ZKB), contattati dall'agenzia finanziaria AWP, la situazione non dovrebbe variare nel prossimo trimestre.

COMMENTI
 
Princi 1 mese fa su tio
bene allora compero un paio di milioni di euri cosi quando torna su mi saltano fuori le vacanze ahahah
ZioG. 1 mese fa su tio
Tutti i frontalieri stanno prendendo un sostanzioso aumento al momento del cambio
Swissabroad 1 mese fa su tio
E quindi? Vale solo se ci guadagni tu ? Non dipende da loro in ogni caso.
Galium 1 mese fa su tio
E allora? Buon per loro. Del resto senza i frontalieri l'economia della Svizzera, e in particolare del Ticino, farebbe una fine miseranda
centauro 1 mese fa su tio
Chiedi spiegazioni a quelli che hanno deciso che il Franco dovesse aumentare.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@centauro i tassi alla banca centrale svizzera sono stati cambiati per combattere l'inflazione, diciamo che le spiegazioni devi chiederle un passo più in là, paghiamo 2 anni di covid e 6 mesi di guerra.
F/A-19 1 mese fa su tio
La nostra banca centrale non fa il suo dovere , ha sbagliato mosse in diverse occasioni, speriamo che la dirigenza cambi in fretta perché stiamo perdendo miliardi per fare il gioco di alcuni ma non del popolo.
F/A-19 1 mese fa su tio
Concordo, sono ticinese ma vedo che profili indigeni per la nostra economia ce ne sono pochi, per forza viene buono il frontielarato. Da sempre è così, la politica europea con gli accordi bilaterali ha voluto uno scambio reciproco e questa è la situazione. D’altra parte non si poteva nemmeno chiudersi a riccio, la Svizzera si sarebbe isolata economicamente ancora di più.
ZioG. 1 mese fa su tio
e allora cosa? leggi
vulpus 1 mese fa su tio
Bisogna chiamare i signori Zali e Gobbi che ci hanno promesso e spergiurato che i primi saranno i nostrio. Tanti bla bla e basta. del resto se l'economia gira in Ticino è grazie a chi lavora, non al colore del passaporto.
F/A-19 1 mese fa su tio
Attenzione perché l’economia è malata, nel campo edile ci sono per esempio 8000 appartamenti vuoti, eppure si costruisce e tanti soldi non sono nemmeno puliti, tante imprese non rispettano le regole e piano piano affondiamo. Ma per i nostri politici tutto va bene, investono in megacantieri, la disoccupazione è in calo ed i quasi 80’000 frontalieri sono una nota positiva, allegria allora, tut aposct!
Mattiatr 1 mese fa su tio
@F/A-19 se 8000 appartamenti vuoti ti sembrano un problema vai a vedere la situazione in Cina ;-))
F/A-19 1 mese fa su tio
Mattiar, te l’ho già detto che tu fai parte della generazione del si può fare tutto, il mondo non ha più regole per te, tra un po’ si permetterà il matrimonio tra un uomo ed una capra ed una donna con un cavallo, ci manca poco. Se poi per te le cose assurde ed illogiche sono la norma ciò conferma quello che ho detto prima.
Mattiatr 1 mese fa su tio
Mi sa che hai fatto un buco nell'acqua, sono tutto fuorché progressista, semplicemente vivo e lascio vivere (oppure semplicemente non perdo tempo a chinarmi su temi che non mi coinvolgono, per esempio chi vuole sposare un triciclo o quel che sia).¶ Tornando sull'edilizia, la città di Lugano offre un bellissimo piano regolatore con tanto di norme d'attuazione dello stesso, il Municipio più volte ha mostrato di non farlo rispettare, anzi violando addirittura le prassi in prima persona. Trovo assurdo e illogico che si faccia solo polemica e che di fatto i personaggi sono gli stessi, come trovo ridicolo che si menta o prenda per i fondelli gli elettori, cosa che nel capoluogo economico ticinese succede spesso. Quelle sono cose sulla quale impiego il mio tempo, la presenza di qualcuno che al posto di farsi chiamare Giorgio preferisce Giorgia mi lascia sinceramente indifferente.¶ Per quanto riguarda il settore immobiliare la mia era una battuta, in Cina non esiste un sistema pensionistico, quindi tutti hanno investito internamente alla nazione, generalmente in appartamenti e case, creando vere e proprie città deserte. Difatti un loro problema è che milioni di cinesi hanno investito tutto nell'immobiliare, talvolta a debito e oggi le strutture valgono meno di zero (vedi caso Evergrande), difatti Xi è in difficoltà per le prossime elezioni del partito comunista, cosa che motiva la reazione a mio dire esagerata alle mosse (inopportune) della Pelosi, ma questo è un altro tema. In Ticino abbiamo un serio problema per quanto riguarda i prezzi medi d'immobili affitti, ti sfido a trovare un affitto sotto i 1000 franchi nella tua città, ampliare un po' l'offerta locativa non farebbe male. Ovviamente non si parla d'anarchia, ma semplicemente di lasciare che il mercato si regoli un po' da solo (entro certi limiti territoriali dati dal PR, sempre che lo si faccia rispettare). Ti ricordo che gli 8000 appartamenti che porti sono da paragonare con i poco più di 204'000 edifici a scopo abitativo ticinesi, tutto sommato non è una percentuale così estrema (+-4%). Forse con più offerta i prezzi si abbasserebbero diventando accessibili per quella generazione bruciata che potrebbe finalmente diventare indipendente e imparare come si sta al mondo, ma queste sono tutte speculazioni mie.
F/A-19 1 mese fa su tio
Ah, ho capito, il problema è che gli 8000 di oggi diventeranno 10000 domani, il problema è che la gente è sempre più povera e lascia le nostre città ed il nostro paese accentuando il problema, poi ci sono i frontalieri che sono quasi 80’000, domani saranno 100’000 ed i nostri giovani se ne dovranno andare. Se metti tutto insieme, Cina o non Cina e tuoi pensieri ottimistici a parte non è che ne veniamo fuori bene, poi sai, uno può avere il paraocchi come i nostri cadregari che per loro tutto va bene...., situazione quasi da cartolina👍🏻
Mattiatr 1 mese fa su tio
@F/A-19 da cartolina fin troppo, difatti trovo che l'afflusso di turisti in Ticino sia esagerato ;-). Le strade ticinesi non riescono a sopperire a tale flusso di persone ed il cantone non ha intenzione di sistemare il problema, forse sarebbe l'ora di smettere di buttar soldi per fare un piacere al cugino albergatore e impiegarli per incentivare settori più produttivi (ergo meglio pagati).¶ Per quanto riguarda la Cina, ho solo voluto approfondire la battuta che ho fatto due commenti fa, difatti hai ragione nel dire che non centra nulla.¶ Sinceramente non vedo il problema d'avere qualche appartamento in più vuoto, oggi in Ticino la situazione è surreale. Come ben dici i salari, quando va bene, sono stabili mentre affitti, e costi generali (assicurazioni, casse malati, imposte varie, ...) sono in aumento. Sul medio lungo termine la situazione non è sostenibile, sopra tutto considerando il saldo naturale (numero d'anime nel cantone). In Ticino paghiamo pegno dell'esser pochi, isolati dal resto della Svizzera e di lingua diversa, senza riuscire mai a migliorare le cose. Secondo dati cantonali una buona porzione del nostro prodotto interno lordo sono settori a bassa retribuzione (ristorazione, riparazione di veicoli, ristorazione, ...) mentre solo il 27% è dedicato a professionalità più tecniche e finanziare. Il consiglio di stato dovrebbe pensare ad un sistema d'incentivi per attrarre aziende e professionisti ad alto valore aggiunto (incentivi non sussidi) ma come dici bene, per i nostri cadregari il sole splende e il cielo è limpido.
ZioG. 1 mese fa su tio
E quindi cosa? Hai forse letto una critica nei confronti dei frontalieri? Istruisciti
F/A-19 1 mese fa su tio
Quindi vuol dire che con i nostri franchetti potremmo fare dei negli affari in zona euro ma non nel nostro paese.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA