Cerca e trova immobili

RUSSIAIl petrolio russo? Ora scorre verso Cina e India

27.12.23 - 11:30
La percentuale esportata verso l'Europa «non supera il 4-5%»
Depositphotos (watman)
Fonte Ats Ans
Il petrolio russo? Ora scorre verso Cina e India
La percentuale esportata verso l'Europa «non supera il 4-5%»

MOSCA - La Russia ha quasi completamente «reindirizzato le sue esportazioni di petrolio verso la Cina e l'India», raccogliendone proventi «comparabili a quelli del 2021», malgrado le sanzioni imposte dall'Occidente per l'invasione dell'Ucraina. Lo ha affermato il vicepremier russo con delega all'energia Aleksandr Novak.

Oggi la Russia - ha detto Novak, parlando all'emittente tv Russia 24 - esporta il 45-50% del suo petrolio alla Cina e il 40% all'India, mentre verso l'Europa oggi «non supera il 4-5%», malgrado - ha notato il ministro - prima della guerra rifornisse il Vecchio continente per circa 40-45% del totale esportato.

Novak si è detto soddisfatto del fatto che, malgrado le forte restrizioni imposte dai paesi occidentali, «il complesso settore energetico e petrolifero russo si sia sviluppato con successo nel 2023». Ora, ha detto, molti paesi vogliono acquistare prodotti petroliferi russi in America latina, in Africa e nell'Asia-Pacifico.

I guadagni dell'export di gas e petrolio sfiorano nel 2023 i 9'000 miliardi di rubli (circa 86 miliardi di euro), quasi lo stesso livello del 2021, prima dell'invasione dell'Ucraina. Per la Russia l'industria degli idrocarburi rappresenta il 27% del Pil totale e la loro vendita all'estero rappresenta il 57% delle esportazioni totali della Federazione russa, ha aggiunto Novak.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

leobm 3 mesi fa su tio
Se al mondo vi sono 10 barili al giorno ci si può inventare qualsiasi sanzione ma sempre 10 barili rimango, la conseguenza sono altre vie di approvvigionamento ma 10 rimangono. Chi ride? I produttori dei 10 barili. Chi piange? Gli illusi delle sanzioni. Quindi chi sta peggio? Noi dell'Europa che non disponiamo del petrolio. Anche gli USA sono felici perché il loro petrolio dagli scisti bituminosi vale di più a parità costi estrazione

Foxdilollo78 3 mesi fa su tio
…e scommetto che l’India lo consuma tutto, vero? …o lo riesporta in Europa? Stesso prezzo suppongo…
NOTIZIE PIÙ LETTE