Immobili
Veicoli

MONDOTrasporto aereo in forte ripresa nel mondo

09.06.22 - 12:30
La domanda è aumentata del 79% rispetto ad un anno fa. Rallenta solamente la Cina
Reuters
Fonte ats
Trasporto aereo in forte ripresa nel mondo
La domanda è aumentata del 79% rispetto ad un anno fa. Rallenta solamente la Cina

NEW YORK - Forte ripresa del traffico aereo internazionale in aprile, nonostante la guerra in Ucraina e le restrizioni di viaggio in Cina. La domanda totale di viaggi aerei (misurata in ricavi passeggero per km, RPK) è aumentata del 79% rispetto ad aprile 2021.

È quanto emerge dalle rilevazioni diffuse oggi dall'associazione internazionale del trasporto aereo Iata. I trasporti all'interno delle nazioni sono diminuiti dell'1%, rispetto allo stesso periodo di un anno fa, un'inversione rispetto all'aumento della domanda del 11% di marzo. Ciò è stato determinato interamente dalle continue severe restrizioni di viaggio in Cina, dove il traffico nazionale è sceso dell'81% su base annua. Nel complesso, il traffico domestico di aprile è diminuito del 26% rispetto ad aprile 2019.

Gli Rpk internazionali sono invece aumentati del 332% rispetto ad aprile 2021. Diverse aree di rotta sono in realtà al di sopra dei livelli pre-pandemia, tra cui Europa - America centrale, Medio Oriente - Nord America e Nord America - America centrale. Gli RPK internazionali di aprile 2022 sono diminuiti del 43% rispetto allo stesso mese del 2019.

«Con la revoca di molte restrizioni alle frontiere, stiamo assistendo all'aumento a lungo atteso delle prenotazioni, mentre le persone cercano di recuperare due anni di opportunità di viaggio perse», afferma Willie Walsh, direttore generale di Iata. «I dati di aprile sono motivo di ottimismo in quasi tutti i mercati, ad eccezione della Cina, che continua a limitare gravemente i viaggi».

«L'esperienza del resto del mondo sta dimostrando che l'aumento dei viaggi è gestibile con alti livelli di immunità della popolazione e i normali sistemi per la sorveglianza delle malattie. Speriamo che la Cina possa riconoscere presto questo successo e fare i propri passi verso la normalità», conclude Walsh.
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA