Cerca e trova immobili

STATI UNITILa lunga giornata di Donald Trump

04.04.23 - 16:45
L'ex presidente degli Stati Uniti è atteso in Procura per essere formalmente incriminato. Cosa succede in queste ore? Facciamo il punto
AFP
La lunga giornata di Donald Trump
L'ex presidente degli Stati Uniti è atteso in Procura per essere formalmente incriminato. Cosa succede in queste ore? Facciamo il punto

NEW YORK - Una città "blindata" dalle forze dell'ordine. Gli elicotteri la osservano dall'alto. E ci sono i primi curiosi, soprattutto addetti ai lavori, che attendono l'evento del giorno. Così oggi si è svegliata New York, dove nelle prossime ore è attesa l'udienza in cui verranno formalizzate le accuse a Donald Trump per il caso Stormy Daniels.

L'ex presidente degli Stati Uniti - il primo nella storia a essere confrontato con accuse penali - dopo aver trascorso la notte nel lusso della sua Trump Tower, si recherà a breve presso la procura di Manhattan. L'inizio dell'udienza è previsto per le 20.15, ora svizzera. Ma come si svolgerà la giornata del tycoon? Alcuni dettagli sono, per forza di cose, sconosciuti. Ma la CNN ha tracciato una possibile mappa concettuale delle fasi di una giornata che, in un modo o nell'altro, Trump non potrà dimenticare.

La prima tappa, dopo - questo lo ipotizziamo noi - un ultimo consulto con il suo team di legali, sarà l'ufficio del procuratore generale. L'ex presidente sarà scortato da funzionari dei servizi segreti presso l'ufficio, che si trova all'interno dello stesso edificio del tribunale. A questo punto, Donald Trump sarà formalmente schedato: le sue impronte digitali saranno registrate. Per quanto riguarda invece la classica foto segnaletica, prevista dalla procedura, la CNN - citando fonti informate - indica che potrebbe non essere scattata.

L'udienza, le accuse e il rilascio sulla parola
Tempo quindi di comparire di fronte al giudice. Il tycoon sarà accompagnato al piano dell'edificio in cui si trova il tribunale. La prima parte del percorso avverrà lontano da occhi indiscreti, attraverso corridoi e ascensori. Ma prima di accedere all'aula, Trump dovrà tuttavia attraversare una hall accessibile al pubblico. E stando a quanto si apprende, per ora, non dovrebbe essere ammanettato. Il momento più atteso sarà quello dell'entrata in aula. Una volta di fronte alla corte, l'atto di accusa sarà finalmente aperto per rivelare nel dettaglio tutti i capi d'accusa contro il tycoon che, secondo le anticipazioni, sarebbero più di 30.

Dopodiché, «quasi certamente» - sottolinea il network statunitense - Trump sarà rilasciato sulla parola. A udienza terminata, l'ex presidente attraverserà di nuovo la medesima hall per fare ritorno negli uffici della Procura e, in seguito, al corteo di veicoli che lo accompagnerà all'aeroporto. Destinazione: Mar-A-Lago, dove terrà un comizio nel corso della serata.

La richiesta: processo a Staten Island
Intanto Trump ha chiesto via social (il suo, Truth) che il processo si tenga a Staten Island, in quanto il tribunale di Manhattan è una «sede molto di parte, con alcune aree che hanno votato 1% repubblicano». L'unico quartiere di New York che lo ha sostenuto alle ultime Presidenziali «sarebbe un luogo molto imparziale e sicuro per il processo».

NOTIZIE PIÙ LETTE