keystone-sda.ch (Annegret Hilse)
GERMANIA
23.09.2021 - 16:440

No-vax in quarantena privati dello stipendio: «Non è pressione, è correttezza»

La decisione tedesca è stata molto criticata ma il governo la difende: «Non deve pagare la società». Tu che ne pensi?

No-Vax in quarantena

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERLINO - Niente stipendio se finisci in quarantena e non sei vaccinato, è questa l'assai rigida norma annunciata ieri dal governo tedesco.

La novità entrerà in vigore a partire dal 1 novembre e segue la falsariga di modelli simili (ma non uguali) già in vigore in Slovenia così come l'obbligo di Green Pass sul posto di lavoro che l'Italia inaugurerà a partire dal primo ottobre. 

Lo stop al salario entrerà in vigore in caso d'intimazione di quarantena ma anche in caso di isolamento dopo un viaggio all'estero. Entrambe misure che, di norma, non valgono per le persone vaccinate. 

La novità annunciata ieri dal ministro della Salute Jens Spahn, che era però già in vigore in diverse Länder, non ha mancato di attirare critiche e generare indignazione. Non è però il caso, secondo Spahn: «Non si tratta di pressione, ma di correttezza nei confronti delle persone che sono vaccinate. Non è giusto che paghi la società se qualcuno decide di non vaccinarsi».

Ad accompagnare la misura, anche i tamponi a pagamento (prima erano gratuiti) a partire dall 11 ottobre. Sono però previste eccezioni per le donne incinte e i giovani dai 12 ai 17 anni, per loro un tampone al mese resterà gratuito.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-03 11:59:14 | 91.208.130.86