keystone-sda.ch / STR (CHRISTOPHE PETIT TESSON)
Il procuratore Remy Heitz
FRANCIA
30.11.2020 - 07:230

Caso Zecler, agenti incriminati

Due di loro sono stati incarcerati per il pestaggio del produttore

PARIGI - I quattro agenti di polizia implicati nel pestaggio a Parigi del produttore musicale nero Michel Zecler sono stati incriminati questa notte e due di loro sono stati incarcerati, rendono noto fonti giudiziarie.

Tre di loro in particolare sono accusati di «violenza intenzionale da parte di una persona depositaria dell'autorità pubblica (pdap)» e «falso in scrittura pubblica», in conformità con le richieste della Procura di Parigi fatte dal pubblico ministero Rémy Heitz.

Un video trasmesso dal sito web Loopsider aveva mostrato come Zecler fosse stato ripetutamente picchiato da tre agenti per diversi minuti e sottoposto ad abusi razziali mentre cercava di entrare nel suo studio musicale, all'inizio di questo mese.

Il quarto agente, sospettato di aver lanciato una granata lacrimogena nel seminterrato dell'edificio in cui è avvenuto l'attacco, è stato accusato di «violenza intenzionale». Gli avvocati dei poliziotti hanno al momento rifiutato di commentare la decisione presa oggi dal magistrato.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-20 08:57:22 | 91.208.130.86