keystone-sda.ch (Moby Press Office / HANDOUT)
ITALIA
20.05.2020 - 12:430

Si butta in mare dalla nave quarantena: ritrovato senza vita

Il migrante si era tuffato questa mattina. Il suo corpo trovato a pochi metri dalla battigia ad Agrigento

PORTO EMPEDOCLE - Un migrante tunisino, che poco prima delle 4.30 di questa mattina si era gettato in acqua dalla nave quarantena "Moby Zazà" che è in rada a Porto Empedocle, è stato ritrovato morto. Il suo corpo privo di vita è stato rinvenuto a pochi metri dalla battigia di San Leone, ad Agrigento.

A lanciare l'allarme «uomo in mare» sono stati i connazionali della vittima. Le Fiamme Gialle e la Capitaneria di porto hanno quindi avviato le ricerche con le motovedette. Successivamente si sono alzati in volo anche un elicottero e un aereo della Guardia costiera.

La Procura di Agrigento ha incaricato la Guardia di finanza di occuparsi delle indagini per scoprire cosa effettivamente sia accaduto, e le ragioni per cui il migrante abbia deciso di gettarsi in acqua.

Secondo gli inquirenti è infatti difficile pensare che il giovane tunisino volesse raggiungere a nuoto la costa agrigentina. Le condizioni del mare, a forza 5, sono infatti proibitive.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 13:41:46 | 91.208.130.89