Immobili
Veicoli

ISRAELEL'Onu: «Il coinvolgimento di civili equivale a crimini di guerra»

15.05.21 - 18:38
L'Alto Commissario per i diritti umani Bachelet si è appellato a Israele e Hamas per una de-esclation delle violenze.
Keystone
Fonte Ats
L'Onu: «Il coinvolgimento di civili equivale a crimini di guerra»
L'Alto Commissario per i diritti umani Bachelet si è appellato a Israele e Hamas per una de-esclation delle violenze.
La situazione «si è deteriorata a un ritmo allarmante» e sarebbe stata alimentata dai leader di entrambe le parti.

GAZA - L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Michelle Bachelet ha rivolto oggi un appello al rispetto rigoroso del diritto internazionale e ha invitato tutte le parti a prendere provvedimenti per allentare la situazione sempre più allarmante in Israele e nei Territori palestinesi occupati, denunciando possibili crimini di guerra.

Una situazione esasperata dalle parti - «Negli ultimi 10 giorni, la situazione nei Territori Palestinesi Occupati e in Israele si è deteriorata a un ritmo allarmante» e «invece di cercare di placare le tensioni, la retorica infiammatoria dei leader di tutte le parti sembra cercare di accrescere le tensioni», ha denunciato Bachelet.

Il coinvolgimento di civili - L'Alto commissario Onu ha ammonito che il lancio indiscriminato di un gran numero di razzi da parte di gruppi armati palestinesi su Israele, comprese aree densamente popolate, è in chiara violazione del diritto internazionale umanitario ed equivale a crimini di guerra. A Gaza, dove si sono verificati estesi attacchi aerei israeliani e bombardamenti da terra e mare in aree densamente popolate, c'è timore che alcuni attacchi delle forze israeliane abbiano preso di mira oggetti civili.

Crimini di guerra - «Il mancato rispetto dei principi di distinzione, proporzionalità e precauzione nella conduzione delle operazioni militari costituisce una grave violazione del diritto internazionale umanitario e può costituire crimini di guerra», ha affermato Bachelet, esortando il governo israeliano ad adottare misure per arginare l'inquietante esplosione di violenza tra gruppi di estrema destra, compresi i coloni israeliani, e i cittadini palestinesi di Israele, in città come Lod, Jaffa, Ramle e Haifa.

Conseguenze catastrofiche - Violenti attacchi sono stati perpetrati anche da alcuni cittadini palestinesi di Israele, aggiunge il comunicato. Bachelet ha chiesto infine indagini indipendenti, trasparenti e approfondite su tutte le presunte violazioni del Diritto internazionale dei diritti umani e del Diritto internazionale umanitario. «Sappiamo dalla storia recente come una situazione così grave possa progredire con conseguenze assolutamente catastrofiche per migliaia di civili», ha concluso Bachelet.

NOTIZIE PIÙ LETTE