INDIAIl Primo Ministro indiano ha chiesto scusa per le misure di coprifuoco

30.03.20 - 06:00
Narendra Modi si scusa con le persone più in difficoltà e dichiara: «è necessario, non abbiamo altra scelta»
Keystone
Il Primo Ministro indiano ha chiesto scusa per le misure di coprifuoco
Narendra Modi si scusa con le persone più in difficoltà e dichiara: «è necessario, non abbiamo altra scelta»
Nel frattempo, prende via il progetto per convertire i treni in ospedali

NUOVA DELHI - Il Primo Ministro indiano Narendra Modi si è scusato soprattutto con la fascia più povera della popolazione per le difficoltà causate dall'imposizione del coprifuoco.

«Mi scuso per queste dure misure che vi stanno rendendo la vita difficile, specialmente con la gente povera», ha detto Modi in un discorso alla radio domenica, come annunciato da ats ans.

Il Premier ha anche aggiunto che non aveva altra scelta nella lotta contro il coronavirus. Tuttavia, il Premier non si è espresso esplicitamente per quanto riguarda i metodi violenti usati dalla polizia in molte situazioni e riportati in diversi video e immagini che circolano sulle principali reti sociali.

LE VIOLENZE E GLI ABUSI - Il 23 marzo il Paese è stato messo in lockdown. Questo ha preso alla sprovvista moltissime persone, portando confusione e scontri tra la polizia e la popolazione in molte aree del Paese. Una testimonianza arriva da due fratelli che vendono verdure e vegetali con il loro carretto, che hanno raccontato la loro esperienza alla BBC. La sera del 23 marzo degli agenti di polizia si sono avvicinati al carretto e hanno iniziato a urlargli contro, usando un linguaggio offensivo, obbligandoli ad andarsene colpendoli con i manganelli. 

KeystoneUn agente di polizia indossa un casco a tema coronavirus in un posto di blocco durante il lockdown a Chennai.

I video e le immagini delle violenze messe in pratica dai poliziotti hanno fatto il giro del web, scatenando reazioni di tutti i tipi. 

Shashi Tharoor, un legislatore del Congresso nazionale indiano ha chiesto al primo ministro Narendra Modi di intervenire a riguardo, per impedire alla polizia di usare la violenza. «Non ho dubbi che la maggior parte degli agenti di polizia stia facendo un lavoro encomiabile in questi tempi difficili» ha scritto Tharoor su Twitter. «Tuttavia, coloro che usano violenza e modi brutali stanno portando vergogna a tutta la categoria e mettono in cattiva luce gli sforzi di tutti gli altri» ha concluso il membro del Congresso. 

L'ESODO DEL WEEKEND - A causa delle restrizioni, tra le quali l'improvviso stop di treni e autobus, si è inoltre registrato un esodo incredibile: migliaia di persone hanno cercato nel fine settimana di raggiungere disperatamente le loro città d'origine, a piedi. La situazione ha creato molti disagi: la NDTV ha riferito di un uomo morto, a causa di un attacco di cuore, mentre cercava di tornare a Morena, nello stato dell'Uttar Pradesh, a 300 chilometri da Nuova Delhi.

Narendra Modi, lo ricordiamo, aveva dato istruzioni martedì agli 1,3 miliardi di abitanti dell'India di rimanere a casa per tre settimane per aiutare a contenere la pandemia.Finora, secondo il Ministero della Salute, il Paese ha 979 casi confermati di Covid-19, e 25 decessi. 

DA TRENI A OSPEDALI - Per quanto riguarda i treni, le Ferrovie indiane hanno annunciato sabato che è iniziato un progetto per convertire i vagoni dei treni in reparti di isolamento per pazienti malati di Covid-19, in considerazione del crescente numero di casi di COVID-19 nel Paese.

Come comunicato dal FirstPost, un funzionario delle ferrovie ha dichiarato che «tutti i vagoni necessari possono essere convertiti in "reparti". Convertendo fino a 20'000 vagoni si possono ottenere circa 320'000 posti letto, che potranno essere messi a disposizione negli ospedali ferroviari».

COMMENTI
 
seo56 2 anni fa su tio
Mali estremi, estremi rimedi
Mag 2 anni fa su tio
Scusami (solo se la tua era una battuta), ma l'unico male che vedo sarebbe il tuo cer..... anzi no, non vedo neanche quello.
seo56 2 anni fa su tio
Applausi...
ctu67 2 anni fa su tio
Effettivamente duro...peró......con un battipanni si potrebbe parlarne!!
NOTIZIE PIÙ LETTE