Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
MONDO
28 min
«La pandemia poteva essere evitata»
Lo si legge in un rapporto che analizza la risposta iniziale al contagio.
STATI UNITI
1 ora
Inseguito e ucciso per odio, si dichiarano «non colpevoli»
Gli imputati per l'omicidio di Ahmaud Arbery sostengono di non aver commesso alcun reato
ISRAELE
1 ora
43 morti a Gaza negli ultimi due giorni
Hamas ha rivendicato l'uccisione dell'occupante di un veicolo in territorio d'Israele
STATI UNITI
1 ora
Elon Musk: la sregolata vita di un genio eccentrico
Dal dottorato lampo alle gaffe, ai mille progetti, ritratto di un imprenditore tanto ammirato quanto criticato.
PERÙ
3 ore
Siringhe vuote e vaccinazioni falsate, aperta l'inchiesta
Sono due i casi finora confermati in Perù. E il Presidente non esclude un possibile atto criminale.
MONDO
4 ore
Vaccino Covid: record mondiale per Nauru
Il 108% degli adulti residenti ha ricevuto la prima dose del preparato. L'isola è inoltre da sempre Covid-free.
ISRAELE
5 ore
«Stiamo andando verso una guerra su vasta scala»
Continuano gli scontri tra Israele e il movimento palestinese Hamas. Fuoco su Gaza, Tel Aviv e Beersheba.
STATI UNITI
6 ore
Strage di Atlanta, l'accusa vuole la pena di morte
La procuratrice distrettuale, Fani Willis, intende perseguire Robert Aaron Long anche per crimini d'odio
CITTÀ DEL VATICANO
6 ore
«Qualcuno ha sparato al Papa». I retroscena quarant'anni dopo
Il 13 maggio 1981 il tiratore scelto Ali Agca colpiva con due proiettili il pontefice Giovanni Paolo II
FOTO
REGNO UNITO
12 ore
Arresti alla manifestazione contro il brevetto del vaccino AstraZeneca
L'azienda si difende: «Siamo orgogliosi che il nostro vaccino rappresenti il ​​98% di tutte le forniture a Covax»
ISRAELE
14 ore
Razzi su Tel Aviv, raid israeliani su Gaza
All'orizzonte nessuna tregua. Il generale Kochavi: «Prepararsi a un conflitto senza limiti di tempo»
GERMANIA
15 ore
Centri vaccinali tedeschi alle prese con quanti saltano la "fila": «Sono sempre più aggressivi»
Danno informazioni false per rientrare in un gruppo prioritario: «Purtroppo continua a non essere un'infrazione».
REGNO UNITO
15 ore
Il dopo Covid: Johnson prepara la "rivoluzione"
Il premier britannico guarda al futuro e lo affida ad un ricco programma di leggi e riforme
BIRMANIA
17 ore
100 giorni dopo, la «brutale repressione» non si ferma
L'ONU ha oggi nuovamente denunciato «la violenza persistente» in corso nel paese
INDIA
30.03.2020 - 06:000

Il Primo Ministro indiano ha chiesto scusa per le misure di coprifuoco

Narendra Modi si scusa con le persone più in difficoltà e dichiara: «è necessario, non abbiamo altra scelta»

Nel frattempo, prende via il progetto per convertire i treni in ospedali

NUOVA DELHI - Il Primo Ministro indiano Narendra Modi si è scusato soprattutto con la fascia più povera della popolazione per le difficoltà causate dall'imposizione del coprifuoco.

«Mi scuso per queste dure misure che vi stanno rendendo la vita difficile, specialmente con la gente povera», ha detto Modi in un discorso alla radio domenica, come annunciato da ats ans.

Il Premier ha anche aggiunto che non aveva altra scelta nella lotta contro il coronavirus. Tuttavia, il Premier non si è espresso esplicitamente per quanto riguarda i metodi violenti usati dalla polizia in molte situazioni e riportati in diversi video e immagini che circolano sulle principali reti sociali.

LE VIOLENZE E GLI ABUSI - Il 23 marzo il Paese è stato messo in lockdown. Questo ha preso alla sprovvista moltissime persone, portando confusione e scontri tra la polizia e la popolazione in molte aree del Paese. Una testimonianza arriva da due fratelli che vendono verdure e vegetali con il loro carretto, che hanno raccontato la loro esperienza alla BBC. La sera del 23 marzo degli agenti di polizia si sono avvicinati al carretto e hanno iniziato a urlargli contro, usando un linguaggio offensivo, obbligandoli ad andarsene colpendoli con i manganelli. 


Keystone
Un agente di polizia indossa un casco a tema coronavirus in un posto di blocco durante il lockdown a Chennai.

I video e le immagini delle violenze messe in pratica dai poliziotti hanno fatto il giro del web, scatenando reazioni di tutti i tipi. 

Shashi Tharoor, un legislatore del Congresso nazionale indiano ha chiesto al primo ministro Narendra Modi di intervenire a riguardo, per impedire alla polizia di usare la violenza. «Non ho dubbi che la maggior parte degli agenti di polizia stia facendo un lavoro encomiabile in questi tempi difficili» ha scritto Tharoor su Twitter. «Tuttavia, coloro che usano violenza e modi brutali stanno portando vergogna a tutta la categoria e mettono in cattiva luce gli sforzi di tutti gli altri» ha concluso il membro del Congresso. 

L'ESODO DEL WEEKEND - A causa delle restrizioni, tra le quali l'improvviso stop di treni e autobus, si è inoltre registrato un esodo incredibile: migliaia di persone hanno cercato nel fine settimana di raggiungere disperatamente le loro città d'origine, a piedi. La situazione ha creato molti disagi: la NDTV ha riferito di un uomo morto, a causa di un attacco di cuore, mentre cercava di tornare a Morena, nello stato dell'Uttar Pradesh, a 300 chilometri da Nuova Delhi.

Narendra Modi, lo ricordiamo, aveva dato istruzioni martedì agli 1,3 miliardi di abitanti dell'India di rimanere a casa per tre settimane per aiutare a contenere la pandemia.Finora, secondo il Ministero della Salute, il Paese ha 979 casi confermati di Covid-19, e 25 decessi. 

DA TRENI A OSPEDALI - Per quanto riguarda i treni, le Ferrovie indiane hanno annunciato sabato che è iniziato un progetto per convertire i vagoni dei treni in reparti di isolamento per pazienti malati di Covid-19, in considerazione del crescente numero di casi di COVID-19 nel Paese.

Come comunicato dal FirstPost, un funzionario delle ferrovie ha dichiarato che «tutti i vagoni necessari possono essere convertiti in "reparti". Convertendo fino a 20'000 vagoni si possono ottenere circa 320'000 posti letto, che potranno essere messi a disposizione negli ospedali ferroviari».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 anno fa su tio
Mali estremi, estremi rimedi
Mag 1 anno fa su tio
@seo56 Scusami (solo se la tua era una battuta), ma l'unico male che vedo sarebbe il tuo cer..... anzi no, non vedo neanche quello.
seo56 1 anno fa su tio
@Mag Applausi...
ctu67 1 anno fa su tio
Effettivamente duro...peró......con un battipanni si potrebbe parlarne!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-12 12:56:10 | 91.208.130.85