Dal Mondo
31.03.2004 - 21:490
Aggiornamento : 16.11.2014 - 23:09

Spagna: otto donne e otto uomini nel governo Zapatero

MADRID - "È arrivata l'ora dell'uguaglianza tra i sessi", aveva detto José Luiz Rodriguez Zapatero. Ed infatti il nuovo esecutivo spagnolo, che si insedierà il prossimo mese, avrà otto ministre ed un ugual numero di ministri. Lo ha annunciato il portavoce del Gruppo socialista Alfredo Perez Rubalcaba.

Ad Elena Salgado Mendez, 55 anni, sarà affidato il Ministero della Sanità, ad Elena Espinosa Mangana, 44 anni, quello dell'Agricoltura e della Pesca, a Magdalena Alavarez quello delle Infrastrutture, a Maria Antonia Trujillo quello dell'Abitazione, a Cristina Narbona quello dell'Ambiente, a Maria Hesus Sansegundo quello dell'Educazione e a Carmen Calvo quello della Cultura.

Ma la vera presenza femminile di peso nel prossimo governo iberico sarà Maria Teresa Fernandez de la Vega, prima vicepremier del futuro gabinetto, e dunque la più stretta collaboratrice del futuro premier, gerarchicamente superiore perfino al commissario europeo Pedro Solbes, che sarà secondo vicepremier e superministro economico (Tesoro ed Economia).

Miguel Angel Moratinos sarà ministro degli Esteri, José Bono diventerà ministro della Difesa, José Antonio Alonso ministro della Sicurezza, Juan Fernando Lopez Aguilar della Giustizia, José Montilla dell'Industria, Jesus Caldera del Lavoro e degli Affari sociali e Jordi Sevilla di quello dell'Amministrazione pubblica.



ATS

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 04:59:05 | 91.208.130.86