TOMMASO LE PERA
"La bancarotta" stasera e domani al LAC.
LUGANO
03.12.2019 - 12:000

Natalino Balasso e Fabio Concato al LAC

Non solo: c'è anche il lavoro più recente di Gardi Hutter

LUGANO - Settimana tra teatro e musica al LAC di Lugano. Si comincia oggi e domani con Natalino Balasso ne "La bancarotta", che Vitaliano Trevisan riscrive ispirandosi all’opera goldoniana, ambientandola nell’Italia di oggi.

Tra le commedie meno conosciute del drammaturgo veneziano, "La bancarotta" è un testo che segna una svolta importante nello sviluppo della sua opera: pur traendo lo spunto da un canovaccio della commedia dell’Arte, le maschere qui cominciano a cadere in disuso e inizia a delinearsi un’idea di testo più esteso, contrariamente alla prassi del recitare a soggetto, esercitata fino ad allora. Nella rosa dei vizi che portano quello che oggi chiameremmo il piccolo imprenditore al fallimento, Trevisan, tra i più brillanti drammaturghi italiani, sostituisce il gioco con la cocaina, sostanza che diventa una specie di fluidificante per ogni tipo di rapporto umano, uno strumento multiuso: personale, sociale, politico personale. Serena Sinigaglia, artista sensibile, riesce a cogliere la vitalità e la causticità che la riscrittura di Trevisan sa sottolineare, e lo fa dirigendo con rigore e passione un bel cast di nove attori.

Recente vincitrice dell’Honorary Companion 2019, premio assegnatole dall’Università delle Arti di Zurigo (Zhdk), Gardi Hutter torna al LAC sabato 7 dicembre alle ore 20.30 con il suo lavoro più recente: "La Sarta". Artista molto amata, la celebre clownessa di Arzo presenta uno spettacolo di clownerie che ha creato insieme a Michael Vogel, direttore artistico di Familie Flöz. La Sarta è uno spettacolo semplice e divertente che non trascura di riflettere sulla finitezza dell’essere. Ne "La Sarta" Gardi ci guida alla scoperta di un mondo immaginario e lo fa osservando il tavolo da lavoro di una sartoria; sbirciando e muovendosi tra gli occhielli delle camicie e i rocchetti di filo dai mille colori...

Tra i pochi cantanti italiani capaci di esprimere una vicinanza alla musica jazz, Fabio Concato con il suo Open Tour 2019 è il protagonista di una serata di musica e parola al LAC, domenica 8 dicembre alle ore 20.30, nel segno dello stile unico del cantautore milanese. Concato è interprete esperto che riassume in sé numerosi pregi: autoironico, elegante, attento alle tematiche sociali, ambientali e civili, nel corso della sua lunga e fortunata carriera ha scritto canzoni che sono entrate a fare parte della storia della musica d’autore. Una serata ricca di emozioni cui si potranno ascoltare e riascoltare successi noti e meno noti, un viaggio ricco ed emozionante in cui riascolteremo brani come "Domenica bestiale", "Fiore di Maggio", "Guido piano", "Rosalina", "051222525", "Sexy tango", "Gigi". Concato sarà sul palco accompagnato da un ensemble composto da Ornella D’Urbano (arrangiamenti, piano e tastiere), Stefano Casali (basso), Larry Tomassini (chitarre) e Gabriele Palazzi (batteria), gruppo con il quale ha realizzato Tutto qua il suo album più recente.

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-14 16:31:58 | 91.208.130.89