Cerca e trova immobili
Che fine ha fatto il The Cliff?

LUGANOChe fine ha fatto il The Cliff?

29.12.23 - 06:30
Nello stabile di Capo San Martino occupato a Natale dagli autogestiti doveva sorgere un locale polivalente. Il progetto, però, è affondato
Tio/20Minuti/DG
Che fine ha fatto il The Cliff?
Nello stabile di Capo San Martino occupato a Natale dagli autogestiti doveva sorgere un locale polivalente. Il progetto, però, è affondato

LUGANO - Opening 2021. Così recitava il grosso cartello posto di fronte al fu Le Cap (altrimenti noto come ristorante Capo San Martino), rimbalzato agli onori delle cronache con l'irruzione natalizia nello stabile (oggi in disuso) da parte di un folto gruppo di autogestiti.

Ma perché la bellissima struttura affacciata sul Ceresio è ancora vuota? Poco più di due anni fa, infatti, eravamo andati a visitarla assieme al promotore Manuel Dallori, uno dei re dell'intrattenimento internazionale, lì per presentarci il suo progetto: il The Cliff. A breve, proprio tra quelle mura, sarebbe dovuto sorgere «un locale polivalente: un ristorante, un lounge, un bar e un club, ma anche un contenitore per eventi». Il progetto, veniamo però a sapere, si è "arenato".

«Siamo in lite con i proprietari», ci spiega Raffaele Sarwin, socio di Dallori, contattato al telefono. Insomma, il The Cliff non si farà. Il motivo sembra legato a una mera questione contrattuale.

Secondo Sarwin, infatti, la proprietà avrebbe firmato un contratto di compera a pochi mesi dalla stipula del contratto d'affitto con la sua società. «Ci è stata data disdetta per il duemilaventisei... per quattro anni di vita non aveva economicamente senso il progetto, non era più sostenibile». «Noi - ci tiene a precisare l'imprenditore - avevamo però firmato un contratto di cinque anni più cinque. Dopo sette mesi hanno venduto senza neanche chiederci un parere. Ecco perché il progetto è saltato».

Dunque la causa, anche perché nel Le Cap erano già stati avviati gli interventi di ristrutturazione: «Avevamo rifatto l'impianto di condizionamento, l'impianto elettrico, rifatto tutti i cartongessi, il soffitto. Avevamo già montato il mobile del bar ristorante. I lavori erano al settanta percento e c'erano altri sei mesi di interventi davanti. Per nove anni di attività ne sarebbe valsa la pena, per quattro assolutamente no. Quasi un milione se n'è già andato. Ora al lavoro ci sono gli avvocati».

Così come sono al lavoro i legali dei proprietari dello stabile dopo l'effrazione da parte degli attivisti. «Non abbiamo ancora una stima dei danni, ma è stata sporta denuncia. Si procederà dunque su questa strada», spiega Tiziano Bordogna. Nessun commento, invece, per quanto concerne la vicenda del The Cliff. Lo stabile, però, sembrerebbe ancora nelle mani della nota famiglia, attiva nel settore della ristorazione: «Fosse stato venduto non sarebbe più un problema nostro», taglia corto Bordogna.

L'occupazione natalizia

Circa 200 persone, come noto, hanno usato l'ex discoteca-ristorante come location per la loro festa/protesta. Sgomberato il mattino seguente da ciò che restava degli attivisti (una trentina di persona), lo stabile ha riportato i segni dell'irruzione durata solo una manciata di ore. «Ingenti danni materiali», sarebbero stati provocati secondo la polizia cantonale. «Degrado», l'ha definito senza mezzi termini la capodicastero Sicurezza e Spazi urbani, Karin Valenzano Rossi.

«Solo un po' di bottiglie», stando ai rappresentanti dell'SOA il Molino, anche se le immagini dicono altro.

 

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Zampadicapra 3 mesi fa su tio
L’unico degrado che vedo è una struttura strepitosa che si affaccia sul lago in totale declino senza azioni concrete da parte di nessuno… bell’immagine…. cari molinari, è andata male. La vista lago a gratis anche no ; )

Disà 3 mesi fa su tio
non ne sarebbe valsa la pena nemmeno per 9 anni

vulpus 3 mesi fa su tio
Sembra il teatrino di carnevale. Si imvestono milioni in ristrutturazioni e poi non di rispettano gli accordi? Gatta ci cova. Che lo comperi la città e lo assegni ai molinari,almeno la signora Carenzano avrà un fastidio in meno

Core_88 3 mesi fa su tio
Risposta a vulpus
Certo sarebbero tutti d’accordo di spendere 20Mio per metterci i molinari 🤣 ma dove vivi?

John Wayne 3 mesi fa su tio
Cosa fare per distogliere l'attenzione sui disastri fatti dai molinari che sono e restano criminali.... ma forse chi scrive sotto non è pratico di compravendita, ma ci sono progetti che cambiano mano più di una volta, terreno di 3000m2 è stato comperato, rivenduto, comperato da un architetto e poi ancora rivenduto con progetto approvato al doppio del prezzo ed ora è lì fermo da 2 anni, settimana scorsa sono venuti a fare un mezzo scavo per non far scadere la licenza edilizia, ora è ancora in vendita con un ulteriore aumento del prezzo. Sono curioso di vedere che fine farà la denuncia e chi pagherà anche i loro avvocati complici delle malefatte.

GIUCAS 3 mesi fa su tio
Quelli "presi"...ora al lavoro a ripulire !!

Raptus 3 mesi fa su tio
...peggio delle zecche sti molinari.... Non hanno rispetto per le cose altrui perché non sanno riconoscere la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza, cioè la fatica individuale per fare e creare le cose: tutto cio' culmina nel trionfo della feccia e dell'appiattimento individuale.

angelina 3 mesi fa su tio
solo un po' di bottiglie, dissero; oltre ad essere inutili sono anche pezz--enti e bu--giardi.

ctu67 3 mesi fa su tio
meglio degli imbroglioni ci sono i grandi brozzoni ....ke eskalation !

Riflessioni 3 mesi fa su tio
Qualsiasi cosa ci sia dietro , è una vergogna che in una città così bella un posto così unico e suggestivo va alla rovina ! Ne risente l’immagine e …….

cle72 3 mesi fa su tio
La dimostrazione che i molinari sono ancora meglio di questi personaggi. Ricordo a tutti che le guerre sono sempre partite dai potenti, da quelli in giacca e cravatta. Meditate gente meditate...

Core_88 3 mesi fa su tio
Risposta a cle72
Meditate gente meditate? Ma medita tu se vuoi

Rosso Blu 3 mesi fa su tio
Si progetta, si parla bla-bla-bla, di fanno i contratti, si firma e poi ..... i FATTI sono fumo . Tutto ciò ovviamente qualcuno ha guadagnato ed ora la serietà è in mano agli avvocati che anche loro guadagneranno. Sembra un lavaggio per incassare senza fare. Complimenti, senso di responsabilità, di dignità e correttezza inaffidabile.

F/A-19 3 mesi fa su tio
Risposta a Rosso Blu
È la nostra società, non rispettiamo i contratti, la parola data non vale più niente, contano solo i guadagni, il massimo profitto, l’affare a tutti i costi. Alla fine siamo in mano tutto agli avvocati, ma è mai possibile che siamo una società i cui individui non riescono più a dirimere delle divergenze senza mettere in mezzo gli avvocati?

Voilà 3 mesi fa su tio
Risposta a F/A-19
Le leggi sono fatte da avvocati e sono fatte per costringerti ad avere bisogno di loro. Per questo da noi se hai denaro sufficiente non avrai mai torto
NOTIZIE PIÙ LETTE