Immobili
Veicoli
Il Locarno Film Festival ha decretato le opere vincitrici

LOCARNOIl Locarno Film Festival ha decretato le opere vincitrici

13.08.22 - 15:52
Il massimo premio di Locarno 75 è andato a "Regra 34 (Rule 34)" di Julia Murat
Locarno Film Festival - Ti-Press - Massimo Pedrazzini
Il Locarno Film Festival ha decretato le opere vincitrici
Il massimo premio di Locarno 75 è andato a "Regra 34 (Rule 34)" di Julia Murat

LOCARNO - Una festa durata 11 giorni per celebrare i 75 anni del Locarno Film Festival, che ha portato in città 226 film per 471 proiezioni complessive. In attesa degli ultimi ruggiti del Pardo, questa sera, è stato il momento della cerimonia di premiazione, che ha avuto luogo a partire dalle 15 al GranRex. 

Il Pardo d'oro - Il Pardo d’oro di Locarno 75 è stato assegnato a "Regra 34 (Rule 34)" di Julia Murat, che verrà consegnato in Piazza Grande durante la cerimonia di chiusura di questa sera. «Un Pardo d’oro importante per una cinematografia come quella brasiliana che ha scritto pagine chiave della storia del cinema mondiale» spiega il direttore artistico Giona A. Nazzaro. «Un cinema che si trova in prima linea per difendere un’idea di mondo più inclusivo e libero. "Regra 34" riporta il cinema brasiliano sui fasti anarchici del ‘cinema marginal’. Un’opera audace e politica destinata a lasciare un segno importante. Il corpo è politico».

Il Concorso internazionale - Sempre nell'ambito del Concorso internazionale, il Premio speciale della giuria dei Comuni di Ascona e Losone è andato a "Gigi La Legge" di Alessandro Comodin (Italia/Francia/Belgio). Tripletta, poi, per "Tengo Sueños Eléctricos" (Belgio/Francia/Costa Rica), che porta a casa con Valentina Maurel il Pardo per la migliore regia della Città e della Regione di Locarno, quello per la migliore interpretazione femminile con Daniela Marín Navarro e anche per la migliore interpretazione maschile, quella di Reinaldo Amien Gutiérrez.

Concorso Cineasti del presente - Il Pardo d'oro del Concorso Cineasti del presente per il miglior film è stato attribuito a "Svetlonoc (Nightsiren)" di Tereza Nvotová (Slovacchia/Repubblica Ceca). Il premio per la o il miglior regista emergente della Città e Regione di Locarno a Juraj Lerotić per "Sigurno mjesto (Safe place)", (Croazia). Il premio speciale della giuria Ciné+ è andato a "Yak tam Katia? (How is Katia?)" di Christina Tynkevych (Ucraina), che si porta a casa anche il Pardo per la migliore interpretazione femminile con Anastasia Karpenko. Il Pardo per la migliore interpretazione maschile è stato assegnato a Goran Marković per "Sigurno mjesto (Safe place)" mentre la menzione speciale è andata a "Den siste våren (Sister, what grows where land is sick?)" di Franciska Eliassen (Norvegia).

First Feature - Lo Swatch First Feature Award (Premio per la migliore opera prima) è stato attribuito a "Sigurno mjesto (Safe place)" di Juraj Lerotić, con menzioni speciali a "Love Dog" di Bianca Lucas (Polonia/Messico/Stati Uniti) e "De noche los gatos son pardos" di Valentin Merz (Svizzera).

Pardi di domani - Il Pardino d'oro Swiss Life per il miglior cortometraggio d'autore è andato a "Big Bang" di Carlos Segundo (Francia/Brasile), il Pardino d'oro SRG SSR per il miglior cortometraggio internazionale a "Soberane (Sovereign)" di Wara (Cuba) e il Pardino d'argento SRG SSR per il Concorso internazionale a "Buurman Abdi (Neighbour Abdi)" di Douwe Dijkstra (Paesi Bassi).

Il Premio per la migliore regia Pardi di domani - BONALUMI Engineering è stato attribuito a "Hardly working" di Total Refusal (Austria). il Premio Medien Patent Verwaltung AG è andato a "Mulika" di Maisha Maene (Repubblica Democratica del Congo) e la Menzione speciale a "Madar tamame rooz doa mikhanad (Mother prays all day long)" di Hoda Taheri (Germania). Il cortometraggio candidato del Locarno Film Festival agli European Film Awards è "Buurman Abdi" di Douwe Dijkstra.

Concorso nazionale - Il Pardino d'oro Swiss Life per il miglior cortometraggio svizzero è stato assegnato a "Euridice, Euridice" di Lora Mure-Ravaud (Svizzera/Francia), mentre il Pardino d'argento Swiss Life per il Concorso nazionale è andato a "Der Molchkongress" di Matthias Sahli, Immanuel Esser (Svizzera). Il Premio per la migliore speranza svizzera? A "Heartbeat" di Michèle Flury.

Pardo Verde WWF - Infine il Pardo Verde WWF: se lo è aggiudicato "Matter out of place" di Nikolaus Geyrhalter (Austria). Menzioni speciali a "É Noite Na América (It Is Night In America)" di Ana Vaz (Italia/Francia/Brasile) e "Baliqlara xütbə (Sermon to the fish)" di Hilal Baydarov (Azerbaigian/Messico/Svizzera/Turchia).

La serata di Piazza Grande si concluderà con la premiazione dei vincitori del Variety Piazza Grande Award e del Prix du Public UBS e con la proiezione del film di chiusura "Alles über Martin Suter. Ausser die Wahrheit" di André Schäfer. Gli organizzatori lanciano già l'appuntamento con il 76esimo Locarno Film Festival, che si terrà dal 2 al 12 agosto 2023.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO