Immobili
Veicoli
Tipress
BELLINZONA
03.05.2022 - 17:260

Decreti di accusa in casa anziani: «Tolto un peso per tutti»

L'ADiCASI si dice sollevata per «l'esclusione dell'accusa di omicidio colposo».

«Le notizie odierne chiudono simbolicamente il periodo più difficile per le case anziani del cantone».

BELLINZONA - Tira un sospiro di sollievo l'Associazione dei direttori delle case per anziani della Svizzera Italiana. Prende infatti con positività l'odierna formulazione di tre decreti d’accusa nei confronti di tre dipendenti della Casa anziani di Sementina. Già, perché l'accusa di omicidio colposo inizialmente ipotizzata è stata definitivamente scartata.

L’Associazione «riconosce che l’esclusione dell’accusa di omicidio colposo toglie alle strutture per anziani ticinesi un peso che ha gravato per molti mesi sulle coscienze e le scelte di chi si è trovato ad affrontare un virus completamente sconosciuto». «Pur nel più profondo rispetto delle sofferenze generate dalla pandemia a residenti e famigliari», continua l'ADiCASI, «le notizie odierne chiudono simbolicamente il periodo più difficile per le case anziani del nostro cantone».

Sono stati due anni, quelli appena passati, che l'associazione definisce «durissimi», «durante i quali le paure legate al virus, l’applicazione di rigide misure sanitarie e chiusure hanno messo a dura prova le direzioni, i collaboratori e i residenti delle strutture, come recentemente evidenziato anche dai risultati di uno studio commissionato dall’UFSP».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-20 14:56:50 | 91.208.130.87