Immobili
Veicoli

CANTONEDecine di colloqui annullati: quasi impossibile trovare lavoro nell’era del coronavirus

23.03.20 - 06:03
La testimonianza straziante di un 50enne: «Le autorità tengano conto dell’eccezionalità di questo periodo»
Ti-Press
Decine di colloqui annullati: quasi impossibile trovare lavoro nell’era del coronavirus
La testimonianza straziante di un 50enne: «Le autorità tengano conto dell’eccezionalità di questo periodo»
Andrea Martone, specialista in risorse umane: «L’economia si è fermata. Si bada solo all’indispensabile». Intanto in ballo c'è pure una mozione firmata da due parlamentari.

LUGANO - Ma quanto è dura trovare lavoro nella Svizzera italiana ai tempi del nuovo coronavirus? Decine di colloqui rimandati o annullati. La situazione, già di per sé non rosea, dei senza impiego si è ulteriormente complicata con l’arrivo del Covid-19. La testimonianza di Flavio (vero nome noto alla redazione), 50enne luganese, è emblematica. «Questo increscioso periodo, oltre alle tante disgrazie, tocca anche gente già poco fortunata professionalmente che si trova senza un impiego, come il sottoscritto». 

Porte chiuse – Flavio, che ha un curriculum da urlo, cerca lavoro da tempo. Ma ora sta trovando quasi tutte le porte chiuse. «Noi disoccupati, siamo costretti a dovere cercare il lavoro, come se nulla fosse. Giustissimo farlo. Il problema è che con questa grave recessione a causa del coronavirus, tante ditte cancellano i colloqui precludendo totalmente le assunzioni. Altre non assumono più di principio».

Il tempo scorre comunque – Come se non bastasse, il “periodo quadro” a disposizione di un disoccupato per trovare una sistemazione avanza inesorabilmente. Indipendentemente dal Covid-19. E così si bruciano totalmente i giorni assicurati di cui un disoccupato dispone. «Nessuno pensa a questo grosso problema. C’è gente che rischia di finire i giorni assicurati senza potere far nulla, con il risultato di finire poi in assistenza».

Un appello disperato – Flavio è disperato. E si appella al Cantone e alla Confederazione. «Questo periodo di fortissima crisi, con possibilità di assunzione pari allo zero, dovrebbe essere riconosciuto dalla Segreteria di Stato dell’Economia (SECO) in modo da tutelare maggiormente le persone senza un impiego. Ad esempio concedendo al disoccupato un lasso di tempo supplementare pari al periodo di durata di questa pandemia. Le autorità tengano conto dell’eccezionalità di questo momento».

La mozione – Il tema è anche oggetto di una recente mozione firmata dalle deputate PPD Nadia Ghisolfi e Maddalena Ermotti Lepori: le indennità di disoccupazione andrebbero prolungate fino alla fine dello stato di necessità. A Ginevra, ad esempio, si è deciso, in accordo con la SECO, che al momento i disoccupati possono astenersi dal cercare impiego. 

Per alcuni l’impatto è più devastante – «Quanto riporta il 50enne luganese è straziante – fa notare Andrea Martone, specialista in risorse umane –. Effettivamente questa emergenza sta toccando tutti, ma per alcuni ha un impatto economico devastante. I disoccupati, ma anche i liberi professionisti, sono entrati in una fase di precarietà che non ha precedenti».

In difficoltà, senza colpa – Lo specialista analizza la situazione a 360 gradi. «Il mondo economico si è fermato e si gestisce solo l'indispensabile. Quindi assunzioni, progetti, attività formative sono rimandate a un futuro migliore. Chi ha una remunerazione certa non ha problemi economici, le altre categorie sono in difficoltà oggettiva, senza averne alcuna colpa».

Giusto tendere la mano a chi è nei guai – Una società solidale dovrebbe farsi carico di questo problema, tendendo la mano a chi si trova nei guai? Secondo Martone sì. «Gli interventi ovviamente si dovrebbero diversificare per le diverse categorie: disoccupati e liberi professionisti. Il suggerimento del signore in questione mi sembra opportuno per quanto riguarda i disoccupati».

COMMENTI
 
miba 2 anni fa su tio
Perché a Ginevra c'è l'esonero ed in Ticino no? La disoccupazione non soggiace forse al diritto federale? O forse siamo di nuovo di fronte al circo della SECO?
lilo86 2 anni fa su tio
Aspetta che passa la crisi sanitari... con gli aiuti che danno alle ditte non troverai più neppure loro non solo il posto di lavoro
Verbania 2 anni fa su tio
Di che parli? Hai scritto solo idiozie. Si parla di disoccupazione qui. I socialisti sicuramente sono i primi che sono e saranno a favore di un aiuto ai disoccupati, di prolungare le indennità e di non chiedere ai disoccupati di andare a fare ricerche in questo periodo. Sveglia! È l’unico partito umano, a volte troppo. Ma in questo periodo di coronavirus ci vogliono.
4cerchi 2 anni fa su tio
NON SAREBBE ORA DI RISPEDIRE INDIETRO IL MATERIALE DI VOTO. IO HO CHIESTO LO STRALCIO DI DIRITTO DI VOTO. SE PENSO ORA A CHI CONTINUA A SBAGLIARE IN GOVERNO CON SCELTE DCELLERATE, A CHI LI HA VOTATI NON VI SENTITE UN PO MALE? Io non ho addosso questa colpa. Sarebbe ora che la gente sana si ribelli a tutto questo sistema prima di entrare del tutto nel nuovo mondo comunista di regime. Auguri a tutti. Chi la pensa come me si facci avanti
miba 2 anni fa su tio
Secondo me sei andato un po' fuori strada.... Il materiale di voto (oggetto di un recente ricorso) è in materia comunale. Personalmente non mi sento di criticare l'operato del nostro Consiglio di Stato, anzi... Se c'è qualcosa da recriminare è a Berna ma lì purtroppo noi non possiamo votare. A cosa dovremmo ribellarci? Ad un eventuale nuovo regime comunista di cui personalmente non vedo traccia all'orizzonte? Penso che la situazione attuale sia OGGETTIVAMENTE grave, cosa che comporta decisioni, rinunce, cambiamento delle proprie abitudini, un danno enorme alle economie ed alla sanità di praticamente tutti gli stati (e non sto qui a fare tutto l'elenco...) per riuscire a passare questo brutto periodo e non mi sembra proprio che il nostro governo abbia fatto scelte scellerate in un'ottica comunista.......
4cerchi 2 anni fa su tio
Capisci che 1 mese fa si parlava di emergenza climatica....... Ora ci si trova in divieti assurdi. A ognuno la sua scelta. Non penso che cambiando la faccia del politico cambia l idea. Io sono per la libertà. Guarda la realtà. Cchi dice che andrà tutto bene, probabilmente ha le mani al caldo. Chi si lamenta che i cantieri sono chiusi, che i disoccupati non trovano lavoro, ecc. Allora sono dei lamentoni............ Chi capisce capisce il gioco di parole.
volabas 2 anni fa su tio
E il bello è che se faranno magari qualche ricerca in meno, saranno sicuramente sanzionati dai geni dell'URC.
Tato50 2 anni fa su tio
Molti non possono uscire di casa, si annullano le votazioni e poi si manda allo sbaraglio a cercar lavoro chi è in disoccupazione ? È un controsenso; dategli le indennità che gli spettano senza che debba girare il Cantone con il rischio di beccarsi il "virus" o, se asintomatico, di infettare gli altri. Poi, quando tutto sarà finito, chissà quando, tornerà a fare colloqui. Vitta ha detto che i servizi essenziali saranno a disposizione della popolazione; se tiene aperti quelli che "impestano" il Ticino non è che rende un grande servizio. Aprite o fate lavorare da casa chi si occupa di gente che è nella "palta" tipo quelle donne sole che hanno chiesto il "Congedo parentale" per vari motivi e non hanno quasi i soldi per acquistare il latte in polvere per bambini di due o tre mesi avendo ricevuto dal datore di lavoro l'ultimo stipendio in dicembre 2019 ;-((
bimbogimbo 2 anni fa su tio
Continuate a votare socialisti e pro europeisti, e questo è quello che ci ritroviamo adesso. non smetterò mai di ripeterlo... ALLE PROSSIME ELEZIONI FATE ATTENZIONE A CHI VOTATE!!! Se rimettiamo il contingentamento e se buttiamo nel gabinetto gli accordi di Schengen, la Svizzera potrebbe tornare ad essere la nozione solida, forte, all’avanguardia, e invidiata da tutto il mondo che era prima. Non è mai troppo tardi per ammettere di aver fatto una stupidaggine e fare un passo indietro.
GI 2 anni fa su tio
strano ma vero: cercare lavoro quando tutto (o quasi) è chiuso….
Mag 2 anni fa su tio
Sono proprio quelli che si occupano di HR (specialmente agenzie di lavoro) che scartano A PRIORI e senza neanche leggere, i CV degli ultra 45enni. Ora che ce li ha lui 50 anni capisce l'idiozia dell'operato dei suoi "colleghi" (e chissà se lo ha fatto anche lui a suo tempo)? Chi è causa del suo male ...
miba 2 anni fa su tio
.....e non hai decisamente tutti i torti...
jena 2 anni fa su tio
Prossime votazioni lancio un nuovo partito OLT organizzazione per la liberazione del Ticino da Berna. Basta Berna e Basta essere trattati come le ultime mer,e.
4cerchi 2 anni fa su tio
Iena si può fare. Anche con le auto in strada
4cerchi 2 anni fa su tio
A Ginevra non devo fare le ricerche fino nuovo avviso. Ma uno può scegliere di fare il lavoro che piace o deve esser obbligato a fare l agricoltore? Cioè parliamo di un piano di magadino sventurato da negozi, case e serre di canapa. Ora stai a veder che la migros, che attualmente paga 20 centesimi per chilo delle zucchine, non paghi di più per permetter all agricoltore di poter pagare bene i dipendenti. Non credo. Ripeto che in fondo se non hai bisogno del lusso, la disoccupazione è un diritto, poi arriva l assistenza e basta. Non vedo il problema. Quando VEDRÒ IL VITTA BERTOLI MERLANI A RACCOGLIERE POMODORI ALLORA MAGARI LO FARÒ.
jena 2 anni fa su tio
alcune riflessioni... sono centinaia i 50enni ticinesi disoccupati.. vi sembra normale che ti spingono a lasciare i posti dove sei nato e cresciuto e non ti tutelano??? vi sembra normale continuare a dover fare richieste e inviarle a ditte/aziende chiuse??? vi sembra normale che circa 1/3 della forza lavoro ticinese sia frontaliera???
navy 2 anni fa su tio
No! Non è normale ed hai riassunto bene le assurdità della situazione odierna. L’ipocrisia Canton Ticinese è tutta da vedere ed in questo periodo difficile è ancor più evidente!
jena 2 anni fa su tio
mi spiace ma alle prossime votazioni voterò unicamente che ci difende e vuole fare qualcosa x i ticines...
Zico 2 anni fa su tio
l'ipocrisia Canton Ticinese deriva da Berna e dal CF in particolare che non VOGLIONO ad ogni costo aiutare il Ticino, le frontiere non le può chiudere il Ticino se 7 a Berna danno via l'anima pur di fare piacere alla UE
cle72 2 anni fa su tio
Un consiglio alla persona. Cerca lavoro a Zurigo li non guardano l'età. In Ticino a 50 anni sei considerato troppo caro o con troppa esperienza o non hai le carte perché di vecchia generazione. Qui ci si sofferma su questi aspetti e si tralascia il lato umano. Vai parti e se hai famiglia con il treno torni inning battibaleno oramai. Ho persone che conosco che fanno cosi ed ora sono felici. Coraggio prendi in mano il tuo futuro non aspettare che il Ticino ti aiuti.
Monello 2 anni fa su tio
...Una delle tante sfacettature che si acutizzano in questi brutti periodi , la situazione di Flavio è sicuramente simile a quella di parecchie altre persone ,quà lo stato deve assolutamente intervenire ,deve prendersi il tempo per trovare una soluzione !
jettero 2 anni fa su tio
Prima facciamo bene la quarantena, prima ne usciamo, prima torniamo alla normale attività.
Fra78204 2 anni fa su tio
Purtroppo troppe persone si troveranno in difficoltà,lavoro per un’agenzia,faccio l’idraulico da ben 26 anni di cui 11 in Svizzera,mi sono trasferito ad ottobre dell’anno scorso,le aziende non assumono,ti devi affidare alle agenzie,lavori per mesi ma chiudono contratti per poi riaprirli il giorno dopo,e resti sempre precario e all’età di 42 anni vorresti solo un po’ di stabilità,che non c’è Questa crisi rovinerà molte persone che,come me,si trovano a pagare affitto,spese,auto,cassa malati ecc.non abbiamo assistenza in quanto non siamo ancora cittadini svizzeri a tutti gli effetti.
navy 2 anni fa su tio
Problema serio e più che mai reale. Le autorità hanno pensato a tanto ma non a tutto ed è comprensibile vista l’eccezionalità della situazione. Detto ciò si deve intervenire! Allungare il periodo quadro è davvero il minimo da farsi. Tornando specificatamente all’artico, a 50 anni trovare lavoro è già di per se quasi un utopia. In un contesto simile una follia...... Questo vale per altre fasce d’età ovviamente ma in modo meno marcato (forse). Ad ogni il governo si devono chinare in modo rapido sulla tematica. I tempi della politica sono (da sempre) lenti. Ora ci si deve di accelerare.
Evry 2 anni fa su tio
Certo perchè troppi nostri politici..... preferiscono mantenere dei criminali che ci costano 16'000. CHF al mese. !!!!!!
4cerchi 2 anni fa su tio
Nel Cantone Ginevra è momentaneamente sospeso l obbligo delle ricerche.
driver1973 2 anni fa su tio
E io non posso andare al ristorante. Ma che notizia è? Prova a fare la commessa a Coop o Migros. Magari ti prendono
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO