SVIZZERA
31.01.2009 - 12:300
Aggiornamento : 15.11.2014 - 23:10

Guerra al Cisalpino, Berna minaccia pesanti sanzioni

BERNA - È guerra aperta nei confronti  del Cisalpino. Questa volta a fare la voce grossa non sono i viaggiatori costretti a subire ritardi e soppressioni, bensì Berna. L'ufficio federale dei trasporti ha infatti minacciato di revocare nel 2017 alla società Cisalpino la concessione per il trasporto dei passeggeri nella Confederazione.

Un ultimatum - scrive oggi la Neue Zürcher Zeitung - originato dai numerosi e continui inconvenienti e incidenti tecnici che hanno causato notevoli ritardi ai convogli ferroviari, in servizio tra la Svizzera e l'Italia.

In sostanza ciò che chiede l'Ufficio federale dei trasporti alla Cisalpino - che è controllata dalle Ferrovie federali svizzere e da Trenitalia - è di appurare e risolvere entro la fine di febbraio le cause dei numerosi guasti.

Inoltre è stato anche sottolineato il ritardo nella consegna dei nuovi convogli ETR 610, coi quali si sperava di risolvere, almeno in parte, i problemi attuali.

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-24 02:41:52 | 91.208.130.89