SVIZZERAI ghiacciai e le tasse delle multinazionali sotto il Cupolone

06.12.22 - 07:37
Nel pomeriggio è prevista la seconda tornata di audizioni per i quattro candidati al Consiglio federale
Depositphotos
Fonte ats
I ghiacciai e le tasse delle multinazionali sotto il Cupolone
Nel pomeriggio è prevista la seconda tornata di audizioni per i quattro candidati al Consiglio federale

BERNA - Riprendono stamane i dibattiti alle Camere federali. Dopo le 13.00, i vari gruppi si riuniranno per la seconda tornata di audizioni ai quattro candidati per le due poltrone lasciate libere dai consiglieri federali Ueli Maurer (UDC) e Simonetta Sommaruga (PS).

Il PLR sentirà le due candidate socialiste, le Consigliere agli Stati Elisabeth Baume-Schneider del Giura e Eva Herzog di Basilea Città. Quest'ultime verranno sentite anche dal Partivo verde liberale e dal Centro.

Gli aspiranti alla successione di Ueli Maurer, il consigliere nazionale Albert Rösti (BE) e l'ex deputato alla Camera del popolo, Hans-Ueli Vogt (ZH), dovranno invece presentarsi davanti ai membri dei gruppi PS, Verdi e Centro.

Prima però delle audizioni, le Camere sono attese a sbrigare un certo numero di dossier. Al Consiglio nazionale, l'agenda dei lavori prevede in entrata la partecipazione della Svizzera all'esposizione universale di Osaka (Giappone) nel 2025, una modifica della Legge sul traffico pesante e le divergenze sul nuovo regione di tassazione delle multinazionali (divergenze). A tale riguardo, le due Camere si oppongono circa la ripartizione tra Cantoni e Confederazione degli introiti supplementari. Il Nazionale opta per una suddivisione in parti uguali tra Cantoni e Confederazione, gli Stati per il 75% ai Cantoni e il rimanente alla Confederazione.

Sempre al Nazionale, i deputati dovranno affrontare per l'ennesima volta, a livello di divergenze, il preventivo 2023 della Confederazione. Ieri gli Stati hanno deciso di concedere più soldi per la ricostruzione dell'Ucraina e inserito alcune divergenze a livello di crediti all'agricoltura.

Al Consiglio degli Stati, i "senatori" affronteranno l'iniziativa sui ghiacciai, che dovrebbero respingere, dopo che hanno già accolto il controprogetto in settembre.

Il programma prevede poi tutta una serie di oggetti di pertinenza del Dipartimento dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle telecomunicazioni. La lista delle trattande contempla anche una mozione di Marco Romano volta ad integrare il Mendrisiotto nei collegamenti ferroviari a lunga percorrenza.
 
 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE