Immobili
Veicoli

SVIZZERA«Dopo la Brexit si prenda la palla al balzo e si rinegozi l'accordo quadro»

27.12.20 - 08:05
L'invito dell'ex-diplomatico Paul Widmer: «Non dobbiamo accettarlo a ogni costo, c'è tempo per negoziare»
Keystone
SVIZZERA
27.12.20 - 08:05
«Dopo la Brexit si prenda la palla al balzo e si rinegozi l'accordo quadro»
L'invito dell'ex-diplomatico Paul Widmer: «Non dobbiamo accettarlo a ogni costo, c'è tempo per negoziare»

BERNA - Lo storico accordo per la Brexit, firmato in extremis la Vigilia di Natale, dovrebbe essere un esempio da seguire per la Svizzera. Lo sostiene il diplomatico di lungo corso Paul Widmer in un'intervista esclusiva a 20 Minuten.

«Per la Svizzera è un segnale positivo, da cogliere al balzo per rinegoziare l'accordo quadro», conferma Widmer, «la cosa importante che è riuscito a fare Johnson è stato il risolvere le controversie lasciando fuori dai giochi Corte di giustizia europea, cedendo in alcuni settori ma rimanendo inamovibile in altri».

Per la Svizzera questo cosa significa?
«Che vale la pena difendere la propria posizione, con ragionevolezza e senza piegarsi. Dimostra anche che non bisogna lasciarsi impressionare dai tentativi d'intimidazione dell'Unione Europea. Questo perché l'UE ha detto più volte di essere irremovibile per poi sedersi al tavolo, e trattare e scendere a compromessi. Da questo punto di vista il Consiglio Federale ha da imparare e si è messo su un binario morto, accettando l'accordo di principio, con solo tre riserve, lo scorso giugno»

Cosa intende?
«Il Consiglio Federale ha già segnalato all'UE che è disposto ad accettare l'Accordo se, per esempio, vi saranno concessioni sulla protezione salariale, gli aiuti di stato e la libera circolazione. Se Bruxelles accetterà, la Svizzera sarà intrappolata e non potrà fare richieste su punti molto più importanti, come l'area d'influenza della Corte europea sulla nostra sovranità».

E se l'UE non fosse pronta a ulteriori compromessi?
«Anche se l'UE non è pronta a fare concessioni, la Svizzera non deve cedere. L'accordo quadro istituzionale non dovrebbe essere salvato a tutti i costi, ma solo con le giuste - e approfondite - correzioni. Dopo tutto, la Svizzera non è nella stessa posizione del Regno Unito, non incombe nessuna Brexit: i 120 trattati continueranno a regolamentare le relazioni bilaterali tra l'UE e la Svizzera in futuro.  Noi non abbiamo la pressione di una data di scadenza, abbiamo tutto il tempo per fare le cose per bene».

COMMENTI
 
vulpus 1 anno fa su tio
Solo autosbrodolamento la firma di questo accordo. Vale una ciofeca: ma siamo seri. Come può essere preso seriamente un accordo le cui conseguenze si manifesteranno dopo 13 anni? Le condizioni quadro saranno già modificate e allora non avrà più senso. E per i nuovi , bè è ridicolo : già sarà effettivo tra ca 2 anni. Nel frattempo si salvi chi può. Poi ci sarà il classico ricorso europeo per la disparità di trattamento e la cosa cadrà nuovamente. Vogliamo limitare i frontalieri mi sembra: la decisione non stà nelle leggi ma in chi assume.
Tato50 1 anno fa su tio
@@@@@Ornella Rima Colombo Mi sa che saresti tu a farlo; se hai letto le dichiarazioni fatte non hai capito un "cassis" " ;-((
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Il tutto va assolutamente adeguato al nuovo contesto economico sicuramente peggiorato rispetto ai tempi che venne sottoscritto l'attuale accordo.
dan007 1 anno fa su tio
Sono sempre Stato difensore della Swissexit un piccolo paese come il nostro deve proteggere i suoi punti di forza. innovazione, sicurezza, know how banking finanza.
Volpino. 1 anno fa su tio
Quel contratto così com'è va cestinato.
Giulietto 1 anno fa su tio
Scusate ma è inutile attaccare il povero Cassis se il ‘’Popolo Svizzero’’ vota sempre contro la propria sovranità e difesa! Bastano due franchetti investiti in cartelloni pubblicitari e le lobby hanno sempre la meglio quindi...
streciadalbüter 1 anno fa su tio
L`unione europea é una trappola mortale per le nazioni:Gli inglesi l`hanno capito e hanno fatto una pernacchia alla ue:glisvizzeri invece se la fanno sotto appena sentono il nome ue.Ci chiami o Patria!
ugo202230 1 anno fa su tio
Edo ora muoversi, già vi siete nuovamente fatti abbindolare con l’Italia, e spero che UDC e altri partiti facciano in modo per bloccare il tutto, ora vediamo di aprire bene gli occhi e le orecchie e sentire cosa vogliono i cittadini Svizzeri, e naturalmente senza che nessuno faccia terrorismo psicologico di nessun tipo, anche noi dobbiamo richiedere quanto ottenuto dal Regno Unito, la forza ed i motivi li abbiamo, sicuramente non i politici. Sig.Cassis, o lotta per uscire in modo tale che la nostra sovranità resti intatta, o esca Lei e dia le dimissioni, pochi piangerebbero.
klich69 1 anno fa su tio
Meglio lasciare stare, questo casz...fa diventare la Svizzera tricolore.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA