Immobili
Veicoli
Quattro persone prese in ostaggio in un'azienda
Foto lettore
NEUCHÂTEL
07.01.2022 - 08:490
Aggiornamento : 14:54

Quattro persone prese in ostaggio in un'azienda

La società è attiva nel settore orologiero. Solo due mesi fa un caso di presa di ostaggio nel canton Giura.

I due presunti autori sono stati arrestati in Francia.

Fonte ATS/RED
elaborata da Redazione

NEUCHÂTEL - Un'azienda di Le Locle (NE) attiva nel settore orologiero è stata teatro ieri sera di una rapina con quattro persone tenute in ostaggio per circa due ore. I due presunti autori, scappati con un bottino dall'ammontare sconosciuto, sono stati successivamente arrestati in Francia, a Pontarlier, e si trovano in custodia a Besançon, capoluogo del dipartimento del Doubs.

La perquisizione del veicolo dei sospetti è in corso, ha precisato la procura all'agenzia AFP. In mattinata la refurtiva non era ancora stata rinvenuta.

Secondo le informazioni fornite dalla polizia neocastellana, i fatti si sono svolti tra le 18.00 e le 20.30 nella società specializzata in lucidatura Calçada, all'interno del quartiere La Jaluse di Le Locle. Le quattro vittime sono in stato di shock ma nessuno è rimasto ferito.

La polizia è stata informata da testimoni che una presa di ostaggio era in corso nel quartiere, ha detto oggi alla radio locale RTN il portavoce delle forze dell'ordine Georges-André Lozouet. Un grande contingente di uomini, tra cui le unità speciali di un cantone vicino, è stato impiegato per l'operazione e il perimetro è stato temporaneamente sigillato.

I malviventi sono comunque riusciti in un primo momento a fuggire verso la Francia. Le autorità svizzere hanno allertato la polizia locale, che li ha individuati. L'inseguimento si è concluso nella città di Pontarlier, distante una quarantina di chilometri da Le Locle.

I sospettati si sono a quel punto lanciati contro la vettura degli agenti, che hanno aperto il fuoco «diverse decine di volte» senza fare feriti, ha indicato all'AFP una fonte di polizia. I due delinquenti hanno mostrato un'arma ma a quanto pare non avrebbero sparato, aggiunge la stessa fonte. L'inchiesta è stata affidata agli inquirenti di Besançon.

Questi episodi non sono rari nell'Arco giurassiano, con il settore orologiero vittima prediletta dei delinquenti. Per esempio, lo scorso novembre sei malviventi avevano preso in ostaggio un direttore d'azienda e la sua famiglia a Bassecourt (JU), prima di rubare dell'oro stoccato nei locali.

Gli autori erano poi fuggiti in direzione della Francia con gli ostaggi, forzando uno sbarramento installato alla frontiera. Il direttore e i suoi cari sono infine stati abbandonati in una foresta, mentre i criminali sono riusciti a dileguarsi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-17 13:53:09 | 91.208.130.85