Immobili
Veicoli
keystone
ITALIA / SVIZZERA
07.10.2021 - 10:320
Aggiornamento : 15:33

Soldi all'estero, maxi sequestro per diversi residenti in Svizzera

Gli indagati sono sospettati di aver truffato almeno 1.500 investitori.

Promettevano di investire i loro risparmi in fondi immobiliari alle Isole Bermuda e nel Lichtenstein.

MILANO - La guardia di Finanza del comando provinciale di Milano ha dato esecuzione a un provvedimento di sequestro per oltre 21 milioni di euro nei confronti di undici indagati residenti in Svizzera, nel territorio lombardo, a Roma e nel pesarese.

Gli undici indagati sono sospettati di aver truffato almeno 1.500 investitori, tra cui professionisti e imprenditori, residenti in Italia, promettendo loro di investire i loro risparmi in fondi immobiliari alle Isole Bermuda e nel Lichtenstein.

Le indagini sono state condotte dal nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Milano e hanno consentito di ricostruire l’impianto della truffa.

Gli investitori truffati sottoscrivevano polizze assicurative del tipo "unit linked" emesse da compagnie estere, in fondi gestiti da società di investimento maltesi, che si sono rivelati nel tempo privi di liquidità. Il collocamento delle polizze avveniva attraverso una rete di distributori assicurativi italiani tra loro collegati, alcuni dei quali oggi non più nemmeno esistenti.

La rete di società finanziarie con sede a Malta è stata completamente smantellata e il denaro degli investitori non è stato utilizzato per alimentare i fondi in questione ma trasferito in Italia, attraverso conti svizzeri, a beneficio degli autori della frode, gli stessi collocatori delle polizze assicurative.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gus 3 mesi fa su tio
Questi non erano certamente svizzeri
mastermi 3 mesi fa su tio
@Gus le banche sicuramente si. solita storia...c'e' il ladro e chi tiene il sacco....
Tato50 3 mesi fa su tio
Molto bene, 1500 che voleva aumentare il loro "bottino" perché mai sazi e fregati alla grande Spero solo che quei soldi vengano sequestrati e non ritornati agli "illegittimi" proprietari ;-)
mastermi 3 mesi fa su tio
@Tato50 forse hai letto male...scrivono che 11 persone hanno truffato 1.500 investitori....non comprendo il commento che scrivi. Non dovrebbero risarcire le vittime che, a quanto scrivono, hanno investito lecitamente i loro risparmi ??
Tato50 3 mesi fa su tio
@mastermi No ho letto bene e quelli che operavano in Svizzera erano tutti italiani ;-)) A volte volere troppo, specialmente di questi tempi, può costarti caro. Possibile che uno non capisca che un tasso del 4 % è fuori di testa e alla restituzione dell'investimento avrai il 7% quando nelle nostre Banche quasi quasi paghi un interesse negativo su un conto risparmio ? Ci sono investimenti sicuri nei vari Istituti che non ti daranno certo certe cifre, ma almeno i soldi li rivedrai. Quella del sequestro dei soldi era una battuta e spero che qualcuno in buona fede possa recuperare il maltolto. Probabilmente senza interessi ;-))
mastermi 3 mesi fa su tio
@Tato50 si rileggendo di questi 11 alcuni ( non specificano quanti ) sono residenti in svizzera, altri Lombardia, Roma etc. il tasso di interesse su investimento immobiliare al 4% non si puo' dire esorbitante quando qui da noi il reddito medio su un investimento immobiliare va' dal 6 al 7%. Per cui in buona fede era facile fare "abboccare" un risparmiatore.
dan007 3 mesi fa su tio
Un po’ opaca ancora in Svizzera tutti possono delinquere dietro società fantasma facili da creare in più avranno preso prestiti Covid a profusione
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-21 17:31:06 | 91.208.130.89