Immobili
Veicoli

BERNA«I genitori della bimba abbandonata erano in una situazione disastrosa»

05.01.20 - 21:45
Erano disoccupati e con diversi problemi economici e sociali, lo sostiene un loro conoscente. La polizia però non si sbottona
Deposit
«I genitori della bimba abbandonata erano in una situazione disastrosa»
Erano disoccupati e con diversi problemi economici e sociali, lo sostiene un loro conoscente. La polizia però non si sbottona

BERNA - L'aveva partorita, messa in una scatola e poi portata all'ecocentro del paesino. «Lo ha fatto perché sperava che qualcuno la trovasse rapidamente», ha confermato la polizia bernese.

Fortuna ha voluto che così è stato davvero quando un uomo, questo sabato mattina presto, si è recato nel capannone pubblico della cittadina da 800 anime di Darstätten (BE) per smaltire i suoi rifiuti. La piccola, gravemente ipotermica, è stata portata in ospedale d'urgenza dalla Rega.

Nessuno l'ha aiutata, ha fatto tutto da sola confermano gli inquirenti. Ma chi, e soprattutto perché, una madre farebbe una cosa simile? Ha tentato di capirlo 20 Minuten, parlando con gli abitanti del paesino che conoscevano non solo lei, ma anche lui.

Si tratterebbe di una coppia della zona, entrambi disoccupati: «Diciamo che dal punto di vista mentale non è che siano fortissimi», si lascia scappare un abitante di Darstätten che conferma di non aver notato la gravidanza: «si vestiva sempre molto larga, probabilmente voleva nascondere il pancione». In ogni caso lei non usciva spesso ma lui la sera lo si sentiva gridare con furia.

«Nella vita loro sono stati davvero sfortunati», conferma il conoscente , «avevano grossi problemi di soldi e dal punto di vista sociale vivevano in una situazione disastrosa». I due conoscevano il locale del riciclaggio, come altri in paese ci andavano regolarmente.

«Li ho visti che passavano in auto, proprio questo sabato sera», ricorda il testimone che racconta anche di aver assistito all'arresto: «È arrivato un furgone e un veicolo civile con 3 agenti a bordo e poi li hanno caricati». 

La bimba, intanto, si trova ancora in ospedale dove è sottoposta alle cure. Nei confronti della coppia ora è stato aperto un procedimento penale: «Sarà importante chiarire la misura dei reati», conferma il comunicato delle autorità, «e come sempre si applica la presunzione d'innocenza».

Per quanto riguarda il loro background la polizia, interpellata, ha risposto con un secco «no comment».

COMMENTI
 
moma 2 anni fa su tio
Come ho scritto, la colpa è degli, altri non della madre o del padre, ma degli altri, io compreso. Ma per piaseee. Saprei quale legge consultare per la pena.
miba 2 anni fa su tio
Sì, un altro leone da tastiera :):):). Quello che ho risposto a bluwin va bene anche per te....
Libero pensatore 2 anni fa su tio
La vera domanda da porsi è come mai queste cose possano accadere. Le istituzioni dove sono? Chi segue queste persone disagiate? Nessuno! Troppo facile prendersela con chi ha messo al mondo la piccola senza conoscere i fatti. Io non mi esprimo sui “genitori” perché la situazione non mi è nota. Mi limito a sottolineare che, ancora una volta, le istituzioni sono assenti, la comunità è assente e c’è emarginazione di persone in difficoltà. Il risultato è una bimba che verosimilmente rischia di avere problemi seri per tutta la vita.
moma 2 anni fa su tio
Guardalo li quello che dice che è colpa della società, degli altri, dello stato, delle istituzioni, mai di chi compie il fatto. Sono al lavoro, da qualche parte delle Svizzera una madre uccide la propria figlia abbandonandola al gelo e io mi devo sentire in colpa, non la madfre o il padre, ma io e gli altri. Ma per piaseee.
Libero pensatore 2 anni fa su tio
Non hai capito il senso del mio post.
bluwind 2 anni fa su tio
Quanto buonismo , sempre a giustificare! Hanno avuto 9 mesi per decidere il da farsi, non gli mica piombata in braccio all'improvviso! Hanno avuto tutto il tempo per informasi come compotarsi in queste situazioni, non c'è scusa che tenga, adesso devono solo sperare che la piccola ce la fa, altrimenti un'accusa di infanticidio non glie la toglie nessuno
miba 2 anni fa su tio
Cerca invece di scoprire com'è la vera e triste realtà nel nostro (una volta) bellissimo paese! Prima di tutto devi sapere a chi rivolgerti (e tranquillo che il sistema degli scaricabarili e dell'indifferenza funziona benissimo anche da noi), poi una volta magari scoperto questo devi avere tutti i requisiti richiesti (reddito, sostanza, entrate, uscite, parenti, situazione familiare, ecc ecc), poi devi scaricare da internet documentazione e formulari (ma internet non ce l'hai). A questo punto ti cade il mondo addosso e ti rendi conto che non puoi nemmeno andare da un medico perché non avevi i soldi per pagare la cassa malati... Sai cosa ti dico? Probabilmente questi due si sono trovati assieme nella stessa situazione si sventura perché per la nuova società della (sempre una volta) bella svizzera la povertà, il disagio e la solitudine non esistono mentre una volta probabilmente un pezzo di pane e da dormire te lo negavano in pochi. Poi il fatto che abbiano lasciato il neonato in una scatola di cartone questo è sicuramente da condannare....
Thor61 2 anni fa su tio
Nella realtà, sarebbe bastato andare in ospedale e, dopo il parto dire di non voler riconoscere il neonato, poi è lo stato ad occuparsene e, non hai idea di quanta "dedizione" ci mettano in questi casi!!! Saluti
Thor61 2 anni fa su tio
Ovviamente nessuna morale verso nessuno, sia ben chiaro!
Wunder-Baum 2 anni fa su tio
Pur comprendendo la situazione, la modalità scelta non e’ accettabile e giustificata. Cosi piccola innun cartone !
miba 2 anni fa su tio
In aggiunta al mio commento precedente su questo sono pienamente d'accordo con te
miba 2 anni fa su tio
Vedo tanti leoni della tastiera i quali, non vedono (o fanno finta di non vedere) che anche nella nostra bella Svizzera c'è miseria, povertà, disagio sociale e soprattutto solitudine. Tante belle organizzazioni, enti ed aiuti di facciata per dare un'immagine (soprattutto all'estero) ma alla sostanza chi è in difficoltà non è in grado e non ha internet per accedere all'immane burocrazia degli aiuti. Fenomenale poi quello che più avanti ha scritto che a certa gente non dovrebbe più essere permesso procreare: se non fossimo nel 2020 questo sarebbe sicuramente arrivato a gerarca nazista....
Evry 2 anni fa su tio
Non ci sono scuse, potevano agire differentemente e no abbandonare una crteatura indifesa in quel modo !! C sono molti genitori che cercano bambini in adozione e quindi quei genitori vanno puniti severamente !!! grazie
Zarco 2 anni fa su tio
X Eros Gherie socio Alessandro Khom Tastiera o meno, allora si faccia qualcosa per evitare ste gravidanze ....e c’è un solo sistema, ma voi leoni da tastiera, non lo capireste
Zarco 2 anni fa su tio
A certi soggetti bisogna evitare di procreare ! Sono duro , ma assicuro che ne vale la pena!!!
Nilo221 2 anni fa su tio
Questi non sono genitori! Ma bestie punto
Zarco 2 anni fa su tio
Gente, che non merita nulla! Preservativo ????costa troppo ?
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA