Keystone
BERNA
04.01.2020 - 16:300
Aggiornamento : 22:48

La neonata abbandonata si trovava dentro una scatola di cartone

La piccola è stata scoperta in uno spazio adibito allo smaltimento rifiuti di Därstetten (BE), era ipotermica ed è stata ospedalizzata in condizioni critiche

BERNA - Abbandonata e in avanzato stato di ipotermia, sono queste le condizioni in cui - sabato mattina - i soccorsi e la polizia hanno trovato una bimba neonata nel paesino di 860 anime di Därstetten (BE). 

A dare l'allarme un privato, che l'ha scoperta attorno alle 7.35 e ha subito allertato le autorità. La piccola che, come conferma la Cantonale in comunicato, era nata da poche ore è stata subito preso in consegna dai samaritani e ospedalizzata in condizioni critiche con un elicottero della Rega.

Il bébé era stato lasciato su di un tavolo in un locale a libero accesso di uno spazio di lavoro della cittadina: «Era dentro a una scatola di cartone», ha spiegato il sindaco di Därstetten Thomas Knutti a 20 Minuten, «quel locale viene utilizzato da tutti per lo smaltimento dei rifiuti riciclabili e del vetro. Forse chi l'ha lasciata lì sapeva che sarebbe stata trovata perché sabato è il giorno del riciclaggio».

La conferma, da parte di chi ha scoperto la bimba, arriva dalle pagine del Blick: «Ero lì a portare la spazzatura», ribadisce l'interessato, «ho sentito dei rumori strani provenire da una scatola di cartone, c'era sopra una coperta di lana... Appena ho visto le mani sbucare ho chiamato la polizia».

«Aveva il naso e la bocca insanguinati, abbiamo provato ad aiutarla», ha spiegato il responsabile del locale Klaus Küng chiamato sul posto dall'uomo che l'ha trovata, «le abbiamo pulito il viso e poi abbiamo subito sentito la sirena dell'ambulanza».

Difficile, secondo il sindaco, che si tratti di una persona del paese: «Ci conosciamo tutti, qui siamo in 850» e riguardo alla coperta: «È probabile che le abbia salvato la vita proteggendola dal freddo». 

Le indagini sono in corso ma si presume che la neonata sia stata lasciata lì dopo il parto. La polizia fa appello a possibili testimoni e, soprattutto, alla madre che potrebbe anche lei necessitare di assistenza sanitaria.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-28 07:19:58 | 91.208.130.85