Immobili
Veicoli

SVIZZERAConfermato il carcere "duro" per l'assassinio di Marie

11.08.22 - 12:01
L'uomo chiedeva di poter scontare il suo ergastolo con una detenzione ordinaria, possibilmente in Romandia.
Keystone
Fonte ats
Confermato il carcere "duro" per l'assassinio di Marie
L'uomo chiedeva di poter scontare il suo ergastolo con una detenzione ordinaria, possibilmente in Romandia.
Il Tribunale federale però ha respinto la sua richiesta: «Le misure nei confronti dell'assassino sono adeguate se si tiene conto del quadro psichiatrico e della gravità dei delitti commessi».

LOSANNA - L'assassino della 19enne Marie continuerà a scontare la sua pena in una sezione carceraria di sicurezza rafforzata. Lo ha ribadito il Tribunale federale (TF), confermando anche il suo trasferimento da Thorberg (BE) a Regensdorf (ZH).

L'uomo chiedeva di poter scontare il suo ergastolo con una detenzione ordinaria, possibilmente in Romandia. In una sentenza pubblicata oggi la domanda è stata però respinta.

Il cambiamento del luogo di detenzione non ha modificato il livello di sicurezza, che rimane alto a causa della pericolosità del soggetto. Secondo il TF le misure nei confronti dell'uomo, noto con il nome di Claude D., sono adeguate se si tiene conto del quadro psichiatrico e della gravità dei delitti commessi.

In precedenza, nel 1998, aveva violentato la sua ex ragazza per poi ucciderla a colpo d'arma da fuoco. All'epoca di questi fatti aveva 22 anni ed è stato condannato a 20 anni di prigione. Dopo l'omicidio di Marie nel settembre del 2018 è stato condannato all'ergastolo.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA