Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (foto d'archivio)
Per l'infettivologo Andreas Widmer, la regola delle 2G andrebbe applicata in tutti i luoghi chiusi.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
56 min
Cinesi schiavizzate sessualmente, cinque arresti nel canton Berna
La polizia bernese ha arrestato tre uomini e due donne per tratta di esseri umani e istigazione alla prostituzione.
GRIGIONI
1 ora
«La Svizzera non è un'isola di sicurezza»
Droni dell’esercito per monitorare l'intera zona del WEF. L’edizione di quest'anno costerà quattro milioni in più.
SVIZZERA
2 ore
Elettricità sempre più cara: aumenti fino al 20%
La guerra in Ucraina ha accentuato una tendenza già presente in Svizzera.
GRIGIONI
2 ore
Scontro fra treni: colpa di una disattenzione
L'incidente nel 2019 nel tunnel del Vereina. Dagli accertamenti è emerso che il macchinista non aveva visto l'halt
SVIZZERA
4 ore
Un futuro alternativo per la Patrouille Suisse
Con l'acquisto degli F-35A, non saranno mantenuti gli F-5 Tiger della pattuglia acrobatica. Amherd cerca una soluzione
SVIZZERA
4 ore
Rischio di scossa elettrica, Media Markt richiama il caricabatteria
Il prodotto deve essere riconsegnato. Chi lo ha acquistato verrà rimborsato
SVIZZERA / STATI UNITI
5 ore
Il latte in polvere prende il volo per gli States
Oltre oceano il prodotto è attualmente estremamente scarso. Un carico di 22 tonnellate partirà da Zurigo
SCIAFFUSA
5 ore
Si fa dare un passaggio, poi deruba l'automobilista
L'episodio si è verificato negli scorsi giorni nel Canton Sciaffusa. Identificato il ladro sedicenne
FOTO
TURGOVIA
16 ore
Incidente in e-bike, muore un 88enne
A bordo della sua bicicletta elettrica, si è scontrato frontalmente con una Ford Mustang
SVIZZERA
16 ore
Oggi ha fatto caldissimo
Domani pomeriggio sono attese temperature ancora più elevate, si toccheranno i 33 gradi: una novità per essere in maggio
FOTOGALLERY
SVIZZERA
18 ore
Ecco i prodotti per i quali si dovrà sborsare di più
Ad aprile l'inflazione ha raggiunto l'apice della crisi finanziaria facendo lievitare il costo di molti beni di consumo.
SOLETTA
19 ore
Gösgen si spegne per cinque settimane
L'impianto di Däniken verrà disattivato sabato per la consueta revisione annuale.
SVIZZERA
20 ore
Presidente slovacca accolta con gli onori militari
Visita di Stato per Zuzana Caputova, che ha incontrato il Consiglio federale.
NEUCHÂTEL
20 ore
Cade dalla canoa e annega nel lago
Il malcapitato, un 83enne, è stato soccorso da dei passanti, ma è morto successivamente in ospedale.
FOTO
FRIBURGO
21 ore
Insediamenti romani tornano a splendere dopo 1'700 anni
Gli archeologi friburghesi hanno trovano vestigia romane conservate «in modo eccezionale»
SVIZZERA
21 ore
Condizioni migliori per i dipendenti Smood
È stato negoziato un contratto collettivo di lavoro. Il sindacato Unia denuncia un aggiramento delle regole
VAUD
21 ore
Prosciolte le femministe per il topless, ma condannate per altri motivi
Sei attiviste sono comparse oggi davanti al Tribunale di polizia di Losanna.
SVIZZERA
04.12.2021 - 10:450
Aggiornamento : 20:55

«Misure tardive, non si eviterà il sovraccarico degli ospedali»

L'infettivologo Andreas Widmer, presidente di Swissnoso: «Servono più restrizioni per i non vaccinati»

BERNA - Il Consiglio federale ha annunciato ieri nuove misure per arginare l'attuale ondata di contagi di Covid-19. L'estensione dell'utilizzo del certificato, l'obbligo diffuso di utilizzo delle mascherine nei luoghi al chiuso, le raccomandazioni sul telelavoro e la possibilità di applicare la cosiddetta regola delle 2G in tutte le strutture pubbliche soggette all'obbligo di certificato. Una stretta che qualcuno considera però troppo blanda per prevenire il sovraffollamento degli ospedali.

Fra queste voci c'è quella dell'infettivologo Andreas Widmer, presidente del centro nazionale per la prevenzione delle infezioni Swissnoso, secondo cui è già troppo tardi per evitare uno scenario di questo tipo. «Le misure annunciate - ha affermato in un'intervista a 20 Minuten - non saranno probabilmente sufficienti a contrastare il sovraccarico del sistema ospedaliero. Siamo diretti verso una catastrofe» e «se non saremo fortunati ci ritroveremo in un parziale lockdown durante il periodo delle feste». Inoltre, non va dimenticato, «anche se le misure dovessero funzionare bene gli effetti si vedranno, al più presto, solo fra tre settimane». E l'esperto non si dice particolarmente fiducioso guardando a questo orizzonte. «Io, al pari di altri, credo che le misure siano arrivate troppo tardi. E probabilmente le unità di terapia intensiva finiranno per riempirsi».

«Stringere la vite, ma per i non vaccinati»
La via maestra per uscire dall'attuale situazione, sottolinea Widmer, resta quella dei vaccini. «Il principale obiettivo delle misure deve essere quello di accrescere il tasso di vaccinazione e di distribuire in modo ampio le terze dosi». Solo in questo modo «il sovraccarico degli ospedali può essere prevenuto», in quanto «i dati sui ricoveri ci mostrano chiaramente che la maggioranza dei pazienti in ospedale e nelle terapie intensive sono non vaccinati». Per questo motivo, l'infettivologo si dice favorevole a un giro di vite a due velocità, ossia più rigido nei confronti di chi non si vaccina.

In altre parole, meno vincoli per chi si vaccina e più restrizioni per chi non lo fa. Ma in che modo? Secondo Widmer, la regola delle 2G «andrebbe estesa a tutte le aree al chiuso». La misura, secondo le decisioni di Berna, può già essere adottata da bar, ristoranti e discoteche, per consentire ai propri avventori di non dover indossare la mascherina all'interno. Una regola che «piace» al presidente di Swissnoso, che però suggerisce «per i club, dove i sistemi di ventilazione sono spesso inadeguati» anche di dover effettuare un test rapido antigenico, gratuitamente, da poter "allegare" al certificato Covid.

Anche la decisione di abolire l'obbligo di quarantena per chi arriva dai Paesi in cui è stata registrata la presenza della variante Omicron è positiva secondo Widmer, dato che «la diffusione della variante, ormai certificata anche in Europa, non può essere più prevenuta» in questo modo. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gippy79 5 mesi fa su tio
bisogna capire cosa intendono per sovraccarico degli ospedali, oggi in ticino ci sono 77 ricoverati e nelle altre due ondate erano oltre 400 . nelle due precedenti ondate è stato faticoso ma ce l'abbiamo fatta, ne deduco quindi che abbiamo ancora margine per arrivare al limite. o sbaglio?
Gippy79 5 mesi fa su tio
propongo una soluzione: per due settimane i vaccinati hanno il via libera in tutto e i non vaccinati chiusi in casa. Dopo due settimane tiriamo le somme
Zuma 5 mesi fa su tio
Certo che ridurre del 45% i letti in terapia intensiva nel 2020 nel Bel mezzo di una pandemia é segno di lungimiranza!!! E poi siamo così sovraccarichi che prendiamo anche i pazienti Germanoci! Ma per favore!! Basta bugie!!
Dalu 5 mesi fa su tio
Noooo, serve un obbligo!!!! non ce ne tiriamo più fuori!!!! E ricordiamo agli ipocriti che parlano di libertà: la libertà personale si ferma quando lede quella altrui! Voi no-vax avete rotto ed è ora che anche noi pro vax alziamo la voce!!!
Thinks 5 mesi fa su tio
@Dalu Cioè quella che per un scarso 10% di problematici a questa schifezza, si "obbliga" la vaccinazione a oltre il 90% che manco si accorge di averla già presa? Fammi capire, ma se sei vaccinato ma sembri ancora terrorizzato, di cosa hai paura?
Gippy79 5 mesi fa su tio
@Thinks tutti questi vaccinati aggressivi secondo me hanno paura,.hanno fatto un vaccino e non si fidano di ciò che hanno fatto, e se la prendono con chi ha più coraggio di loro. Veramente pensiamo che con l'obbligo di vaccino, soprattutto in un paese con un via vai di frontalieri , possa risolvere tutto? che me lo mettano nero su bianco!
pag 5 mesi fa su tio
@Gippy79 Veramente mi pare che quelli aggressivi sono i no vax che da mesi vanno in giro a distruggere vetrine e menare le mani contro la polizia e chi nn la pesa come loro.. e comunque vorrei farti notare che in Italia il tasso di vaccinazione e' dell'85% per cento quindi al massimo devono aver paura i frontalieri di essere contagiati qui in Svizzera.
Coerenza 5 mesi fa su tio
Fomentatori di odio criminali
seo56 5 mesi fa su tio
Esattamente. Oltre che tardive anche insignificanti!!
franco1956 5 mesi fa su tio
Un grazie di cuore ai NOVAX del piffero
S.S.88 5 mesi fa su tio
Avete annoiato con la storia dei non vaccinati, informatevi da fonti sicure… la nuova variante l’hanno portata qui persone completamente vaccinate. Dunque non mi sembra il caso di continuare la storia dei non vaccinati, perché chi nom vuole farsi vaccinare non si farà vaccinare con nuove restrizioni
Dalu 5 mesi fa su tio
@S.S.88 Hai ragione, aspetta che vado su Facebook a leggere, da tuttologo ti saprò dare dati e fonti esatte😂😂
Princi 5 mesi fa su tio
@S.S.88 hai perfettamente ragione , aggiungo anche che buona parte dei contagi sono vaccinati e adolescenti , che la smettano di creare panico !!!
Thinks 5 mesi fa su tio
@S.S.88 ...non preoccuparti, la capiranno solo quando avranno segregato tutti gli "appestati", ma la schifezza continuerà a fare il suo corso fino ad auto estinguersi naturalmente....
lollo68 5 mesi fa su tio
@S.S.88 In Austria il lockdown per i non vaccinati ha portato AD un aumento dei contagi e all'annuncio delle dimissioni del cancelliere.
pag 5 mesi fa su tio
@lollo68 Le notizie le leggi sul corriere di topo Gigio? il Cancelliere Austriaco ha rassegnato le dimissioni in favore del prossimo eletto a capo del partito di maggioranza, nn certo per la pandemia o il lock down....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-20 13:10:27 | 91.208.130.86