20min/Marco Zangger
SVIZZERA
24.11.2021 - 11:210

Zero emissioni? Le misure individuali non bastano

Per raggiungere gli obiettivi climatici servono anche provvedimenti politici, secondo uno studio

Clima

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - In Svizzera l'obiettivo di zero emissioni nette di gas a effetto serra entro il 2050 non può essere raggiunto solo attraverso la responsabilità personale e le misure volontarie. È la conclusione di uno studio dell'Università di Scienze Applicate di Zurigo (ZHAW).

Secondo l'indagine, pubblicata oggi per conto della Fondazione svizzera per l'energia (SES), realisticamente solo un quinto delle emissioni di gas serra svizzere può essere evitato attraverso misure volontarie. Queste includono tutti i cambiamenti dei comportamenti personali come la riduzione di voli aerei, il consumo generale, il passaggio a una dieta vegetariana o vegana e la mobilità elettrica. Il resto, cioè i quattro quinti, dovrebbe essere raggiunto attraverso misure politiche.

L'impronta media di gas a effetto serra emessa da ogni persona in Svizzera è equivalente a 13,6 tonnellate di CO2 all'anno. Anche se tutti gli abitanti del paese adottassero il miglior comportamento possibile per proteggere il clima, le emissioni potrebbero essere ridotte solo di circa la metà. «Purtroppo, la "responsabilità personale" viene spesso evocata nelle campagne di votazione, ma non permette di raggiungere di certo gli obiettivi climatici» sottolinea Jürg Rohrer, autore dello studio e capo del gruppo di ricerca sulle energie rinnovabili della ZHAW.

Molte decisioni necessarie non sono di competenza dei singoli cittadini, precisa lo studio che cita i settori delle infrastrutture pubbliche e di servizi come la polizia, l'esercito, la sanità, i trasporti, ma anche l'agricoltura. Gli inquilini (circa il 57% della popolazione), ad esempio, non possono decidere da soli come riscaldare le loro case. «Per l'installazione di sistemi di riscaldamento rinnovabili negli appartamenti in affitto, sono necessari orientamenti politici e incentivi» ricorda Felix Nipkow, responsabile delle energie rinnovabili alla SES. Raggiungere gli obiettivi climatici richiede sia responsabilità personale che misure politiche. Puntando esclusivamente sulla responsabilità personale dei privati si ritarda l'adozione di strumenti politici efficaci e indispensabili per la protezione del clima.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 08:01:53 | 91.208.130.89