Immobili
Veicoli

SVIZZERADivieto di dissimulazione del volto: «Danno d'immagine per il turismo»

26.01.21 - 10:16
L'industria svizzera del turismo è preoccupata di un'eventuale approvazione dell'iniziativa il prossimo 7 marzo.
Ti-Press
SVIZZERA
26.01.21 - 10:16
Divieto di dissimulazione del volto: «Danno d'immagine per il turismo»
L'industria svizzera del turismo è preoccupata di un'eventuale approvazione dell'iniziativa il prossimo 7 marzo.
I viaggiatori provenienti dai paesi del Golfo rappresentano un importante mercato: «Siamo una nazione aperta e tollerante che non giudica gli ospiti in base a caratteristiche come il sesso, la religione o l'origine».

BERNA - L'industria svizzera del turismo, investita in pieno dalla pandemia, teme che un sì all'iniziativa sul divieto del burqa in Svizzera, posta in votazione il 7 marzo, danneggerebbe l'immagine della Svizzera come destinazione turistica.

In una nota odierna, La Federazione svizzera del turismo mette in guardia da un "sì" alle urne a favore dell'iniziativa popolare sulla dissimulazione del viso in un periodo difficile come questo, col settore in sofferenza acuta a causa della pandemia, l'evento peggiore dalla seconda guerra mondiale.

La Svizzera è un paese aperto e tollerante che non giudica i suoi ospiti in base a caratteristiche come il sesso, la religione o l'origine. L'industria del turismo teme che se l'iniziativa sarà adottata, la Svizzera perderà anche attrattiva quale sede di congressi e incontri d'affari.

In particolare, i viaggiatori provenienti dai paesi del Golfo rappresentano un importante mercato per il turismo elvetico. Dal 2007, il numero di pernottamenti di ospiti originari di questa regione è cresciuto del 130%. Gli Arabi sono particolarmente importanti per il turismo delle città.

Secondo il primo sondaggio pubblicato da Tamedia lo scorso 22 gennaio, l'iniziativa popolare "Sì al divieto di dissimulare il proprio viso" verrebbe accolta col 63%. L'analisi per regione mostra un forte sostegno all'iniziativa in Ticino, dove il 71% degli intervistati è a favore e dove già vige un divieto simile (come a San Gallo), contro il 66% delle regioni francofone e il 60% della Svizzera tedesca.

Per i sostenitori, l'argomento più convincente è che il burqa è un'espressione dell'Islam radicale, che non ha posto nella cultura occidentale. Per gli oppositori, le donne che indossano il velo sono casi isolati e lo Stato non dovrebbe interferire nei codici di abbigliamento privati.

Parlamento e Consiglio federali sono contrari all'iniziativa. Qualora la proposta di modifica costituzionale venisse bocciata, entrerebbe in vigore un controprogetto indiretto, ossia livello di legge, che obbliga le persone a scoprirsi se ciò è richiesto da un funzionario per farsi identificare oppure per ottenere determinati servizi, come il rinnovo di un abbonamento.

COMMENTI
 
F/A-19 1 anno fa su tio
Ma se con le mascherine oggigiorno il volto lo nascondiamo tutti......e chissà fino a quando dovremo sopportare tale obbligo!
Lore61 1 anno fa su tio
Infatti! È quello che avevo scritto io ma tio non ha pubblicato! Per 4 donne con il velo in Svizzera si perdono via a creare un nuovo divieto... Mi meraviglia il fatto che le rapine non siano aumentate, visto che viene imposto il bavaglio a tutti... XD
Tato50 1 anno fa su tio
Non vale solo per le quattro che girano con il "Burqa" ma di quello che ho scritto sotto non ne parla nessuno ;-(
Lore61 1 anno fa su tio
Ciao Tato, non penserai mica che mettendo un divieto di coprire il viso, i "criminali" non si copriranno? Questi se ne sbattono comunque! Poi pensa alla sua applicazione, cosa faranno per esempio in inverno, multano tutti quelli che girano con il passamontagna, sciarpe o caschi integrali? XD
Tato50 1 anno fa su tio
Visto che si parla solo di "Burqa" non dimentichiamoci che questo divieto vale anche per quelli che si coprono il viso durante le manifestazioni. Danno d'immagine non certo per chi sostituisce vetri rotti ;-(
negang 1 anno fa su tio
Tra Indiani e Cinesi la somma fa quasi 3 miliardi. Abbiamo bisogno anche delle turiste velate ? No. Poi non e' mica male mettere sulle brochure per le agenzie viaggi di quei paesi le motivazioni per cui il burqua e' vietato ed in quella occasione parlare di liberta' , di diritti acquisiti in modo che anche nelle loro teste si insinui il messaggio di non dovero sottostare a certi obblighi.
don lurio 1 anno fa su tio
Non so come votare ci sto pensando .Trattasi di nascondere il volto Sotto il volto bello o non bello bisogna immaginarlo o scoprirlo Ma le nostre donne come la mettiamo truccate viso rossetto cilia unghie estensione di capelli e colorate poi chi ha rifatto il viso sono maschere ed il viso é più dissimulato , qui la legge non proibisce nulla ....
Galium 1 anno fa su tio
Ci sono tanti problemi in questo momento. Ma una certa parte politica preferisce enfatizzare la proibizione del burqa che riguarda una realtà veramente veramente molto limitata. Si tratta di coloro che non hanno mai fatto nulla in difesa dei diritti della donna. Ora cercano facili consensi cercando di sfruttare i sentimenti antiislamici degli elettori più retrivi
pillola rossa 1 anno fa su tio
No burqa, no mask
Calotta Polare 1 anno fa su tio
yes open mindedness
Talos63 1 anno fa su tio
Prova a far girare una ragazza vestita come da noi nei loro paesi e poi vedi cosa succede ... perché noi dobbiamo adeguarci alle loro leggi nei loro paesi e loro non devono farlo qui da noi? Solo perché hanno i soldi?
Marta 1 anno fa su tio
Anch'io ho sempre pensato a questo aspetto...e sono d'accordo!
Lore61 1 anno fa su tio
Perché "loro" hanno ancora leggi retrograde, e tu vuoi fare altrettanto fabbricano un nuovo divieto per 4 gatti con il velo da noi?
volabas56 1 anno fa su tio
Som dacordi anca mi
Lore61 1 anno fa su tio
Perché "loro" hanno ancora leggi retrograde, e tu vuoi fare altrettanto fabbricando un nuovo divieto per 4 gatti con il velo da noi?
ceresade36@gmail.com 1 anno fa su tio
A che stupidagine abbiamo adesso anche questa? Turista terrorista sensa oppure con il volto coperto è lostesso . Turismo coronita e bariante sempre le stesse scemate la gente gia no sa che cosa inventare
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Faccino visibile :-)
Güglielmo 1 anno fa su tio
ma chi se ne frega del turismo tanto questi vanno i hotel a 8 stelle che di soldi ne hanno già abbastanza. è il principio! No alla dissimulazione del volto.
Mat78 1 anno fa su tio
Mi raccomando, mettiamo sempre l'interesse (di alcuni) al di sopra di cosa è giusto o eticamente auspicabile in quanto svizzeri, liberi, neutrali, indipendente e democratici. Stessa cosa che fare affari con la Cina...Quando si tratta di libertà e rispetto dei diritti dell'individuo, non c'è interesse economico che tenga!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA