keystone (archivio)
SVIZZERA
12.12.2020 - 13:440

Covid: misure e aperture in Svizzera

Strategie contro la pandemia, ma anche aperture domenicali.

E poi tamponi e quarantene. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

ZURIGO - Dopo le misure introdotte ieri dal Consiglio federale, oggi alcuni cantoni della Svizzera orientale hanno deciso a loro volta di intervenire per frenare la pandemia.

Da domani a San Gallo le visite alle case di riposo e di cura dovranno svolgersi in una stanza accessibile al pubblico, come la caffetteria, ha annunciato il Consiglio di Stato. Le aziende dovranno dal canto loro garantire che i dipendenti svolgano il loro lavoro per quanto possibile da casa.

Chiunque risulti positivo al test dovrà informare immediatamente tutte le persone con cui si è avuto un contatto ravvicinato nelle 48 ore precedenti. Queste dovranno effettuare una quarantena di dieci giorni. Sono inoltre proibiti i raduni di più di dieci persone in spazi pubblici, come piazze e parchi.

Il governo di Appenzello Esterno ha deciso di seguire San Gallo e Turgovia e vietare a sua volta i raduni di più di dieci persone. È fondamentale che vi sia un buon coordinamento tra i cantoni della Svizzera orientale, ha indicato l'esecutivo in una nota.

Ad Appenzello Interno i ristoranti chiuderanno alle 19.00, visto che il cantone non rispetta i requisiti previsti dal Consiglio federale. Stamane l'esecutivo ha annunciato che continuerà a monitorare la situazione e, in caso di cambiamenti, esaminerà le possibilità d'intervento d'intesa con i cantoni limitrofi.

Cantoni romandi, possibili aperture domenicali - I negozi abitualmente aperti la domenica in Romandia potranno continuare ad esserlo a condizione che il cantone rispetti le severe condizioni imposte dalla Confederazione. Per il momento vengono mantenute anche le aperture notturne.

Nel canton Vaud, panetterie, fioristi, pompe di benzina e tutti i commerci che hanno un'autorizzazione comunale per l'apertura domenicale sono autorizzati a farlo, ha precisato il consigliere di Stato Philippe Leuba all'agenzia Keystone-ATS. I musei potranno accogliere i visitatori anche la domenica, ha aggiunto. Ginevra ha annunciato una decisione analoga ieri sera.

Anche Neuchâtel, Giura, Vallese e Friburgo hanno deciso di lasciare aperti la domenica i negozi che lo sono tradizionalmente, secondo i consueti orari di apertura e fino a nuovo avviso. Lo hanno dichiarato i rispettivi consiglieri di Stato contattati oggi da Keystone-ATS. Le ore notturne rimangono invariate.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-10 15:55:41 | 91.208.130.85