Archivio Depositphotos
SVIZZERA
14.11.2020 - 16:050

Il lockdown ha messo a dura prova i nervi delle famiglie senza giardino

C'è stato un aumento della tensione, che non è però sfociato in una crescita della violenza domestica

Lo si evince da uno studio condotto dalla Scuola universitaria professionale di Lucerna

BERNA - Nelle famiglie che vivono in un appartamento senza giardino o balcone la tensione è cresciuta, sia durante il periodo del confinamento che nei mesi successivi. I timori di un forte aumento della violenza domestica non si sono tuttavia concretizzati. È quanto emerge da uno studio condotto dalla Scuola universitaria professionale di Lucerna.

La maggior parte delle persone interrogate nell'ambito della ricerca ha definito il periodo come piuttosto armonioso, hanno comunicato oggi gli autori dello studio. Un quarto degli interpellati ha tuttavia menzionato attriti o tensioni in famiglia.

Anche nei nuclei familiari confrontati con problemi di soldi le tensioni erano maggiori, così come tra le famiglie che dovevano prendersi cura di bambini o genitori anziani.

«In materia di violenza domestica, la pandemia non ha tuttavia creato nuovi fattori di rischio, ha però rafforzato quelli esistenti», ha affermato Paula Krüger, ricercatrice dell'istituto lucernese. I risultati indicano anche che la durata relativamente lunga della crisi sta mettendo a dura prova i nervi della popolazione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-14 01:58:50 | 91.208.130.87