keystone (archivio)
BERNA
28.07.2020 - 15:020

Test Covid presto obbligatori nei nostri aeroporti?

La Task Force propone di istituire prove obbligatorie per i passeggeri che arrivano in Svizzera da paesi a rischio.

Anche la Spagna potrebbe apparire in questo elenco.

SONDAGGIO

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - La Svizzera potrebbe rafforzare ulteriormente i controlli verso i viaggiatori provenienti da paesi a rischio Coronavirus. Secondo l' Aargauer Zeitung, la Task Force Covid ha proposto al Consiglio federale strisci obbligatori per tutti i passeggeri che arrivano in aereo, non appena atterrati.

I viaggiatori dovrebbero sottostare a un controllo ulteriore circa una settimana dopo. «Da un punto di vista clinico, ha senso il test in aeroporto. Ma dopo 5-7 giorni va rifatto. La persona potrebbe essere infetta, ma il virus potrebbe non essere ancora rilevabile», spiega l'epidemiologo Nicola Low.

La Svizzera non è la sola a prendere in considerazione misure più severe. Anche la Germania sta per introdurre i test obbligatori per i viaggiatori di ritorno da regioni a rischio. In Austria, solo coloro che risultano negativi possono entrare nel Paese. In Francia, un test diventerà obbligatorio dal 1° agosto per i viaggiatori provenienti da 16 paesi a rischio. E in Inghilterra, Londra ha reintrodotto la quarantena per chi arriva dalla Spagna (anche se si sta contrattando per esentare le isole).

D'altra parte i casi importati dall'estero stanno diventando un problema per la Svizzera. Secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), un quarto delle persone attualmente malate sono state contagiate al di fuori dei nostri confini.

Controlli sporadici - Per il momento, l'UFSP rifiuta di istituire test obbligatori al confine. «Attualmente è considerato poco pratico», spiega il portavoce Daniel Dauwalder. «Ma non è escluso che tali misure vengano introdotte, a seconda dell'evoluzione della situazione mondiale», aggiunge.

La Confederazione ha annunciato venerdì scorso la decisione di effettuare sporadici controlli su voli e autobus. Gli elenchi passeggeri vengono controllati per circa 20 o 30 voli settimanali in arrivo in Svizzera. Non essendoci i mezzi per dei controlli sistematici, si procede a campione. Sui bus, i controlli sono iniziati questo lunedì.

Spagna nell'elenco dei paesi a rischio? - La Svizzera starebbe inoltre per prendere in considerazione la possibilità di aggiungere anche la Spagna nella sua lista di paesi a rischio. Almeno secondo alcuni quotidiani svizzero tedeschi. Ciò rischia di risultare un duro colpo per tutti gli svizzeri che intendono trascorrere lì le vacanze estive. Così come per tutti gli spagnoli che vivono in Svizzera e che vogliono trascorrere le vacanze con la famiglia.

Va detto che negli ultimi 14 giorni Madrid ha registrato 40 nuovi casi di Covid-19 per 100.000 abitanti contro i 15 nel Regno Unito o in Francia e gli 8 in Germania.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-05 10:37:44 | 91.208.130.87