Simonetta Sommaruga
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
45 min
Le FFS tagliano sulle pulizie
Salteranno tra 130 e 150 impieghi, ma ne verranno creati altri, soprattutto nelle grandi stazioni
SAN GALLO
56 min
Auto contro bici: 27enne in ospedale
Incidente ieri mattina a San Gallo. Al volante un 71enne
ZURIGO
1 ora
La polizia sgombera un party privato con 40 invitati
L'operazione nel cuore della notte a Zurigo. Tutti multati, e denunciati gli organizzatori
SVIZZERA
2 ore
«Bisogna vietare ai circhi di tenere animali selvatici in gabbia»
La richiesta di diverse associazioni animaliste in occasione della giornata nazionale del circo
ZURIGO
3 ore
Decolla per Johannesburg ma dopo due ore riatterra a Zurigo
Problemi tecnici ieri notte per un Airbus che ha volato in tondo sopra alla città prima di tornare sulla pista
SAN GALLO
4 ore
Svolta, ma non vede un ragazzino sui pattini
È successo ieri sera a Grabs (SG), l'11enne è rimasto ferito ed è stato portato via in ambulanza
GRIGIONI
13 ore
Festeggiamenti senza distanze in una scuola grigionese
L'evento con 200-300 allievi ha avuto luogo venerdì mattina nell'aula magna di un istituto di Coira
SVIZZERA
13 ore
Cassis ha messo gli occhi sul vertice Biden-Putin
Il ministro vorrebbe organizzare in Svizzera il possibile incontro tra il presidente americano e quello russo
SVIZZERA
15 ore
Ecco perché all'improvviso il Canada è un paese a rischio
La decisione è stata comunicata dall'UFSP mezz'ora prima che entrasse in vigore
VALLESE
16 ore
Il Barry avrà il suo parco a tema
Uno spazio di 20'000 metri quadri che sarà un luogo per conoscere i cani San Bernardo
SVIZZERA
04.05.2020 - 10:160
Aggiornamento : 12:21

«Non abbiamo mai vissuto una crisi come questa»

Simonetta Sommaruga è intervenuta durante la sessione straordinaria del Parlamento.

Prima di lei aveva parlato la prima cittadina Isabelle Moret: «I nostri pensieri vanno a coloro che hanno perso una persona cara»

BERNA - Si è aperta questa mattina la sessione straordinaria del Parlamento. Straordinaria di nome e di fatto. Sia perché interamente dedicata all'emergenza economica dovuta al coronavirus, sia per l'inusuale location: al posto di Palazzo federale, i deputati si sono ritrovati nei più ampi locali di Bernexpo. È la prima volta che succede. Nemmeno guerre, catastrofi naturali o altre epidemie avevano reso necessario questo passo.

Un pensiero per il Ticino - La prima persona a prendere la parola è stata la prima cittadina svizzera Isabelle Moret (presidente del Consiglio Nazionale), che si è espressa nella sua lingua (francese), ma anche in italiano. E ai ticinesi ha detto: «Siete stati i primi in Svizzera e il nostro pensiero è rivolto a voi che appartenete a uno dei Cantoni più colpiti».

Differenza con la II Guerra mondiale - «Molti paragonano l'attuale crisi con la situazione durante Seconda Guerra mondiale», ha detto Moret. Ma c'è una differenza fondamentale: «Nel 1939, il Consiglio federale ricevette poteri speciali dal Parlamento, e alcune decisioni del Consiglio federale rimasero in vigore anche dopo l'emergenza». Oggi è diverso: le ordinanze di emergenza del Consiglio federale scadono automaticamente dopo sei mesi.

Condoglianze - Moret ha poi avuto un pensiero per chi ci ha lasciato in solitudine, senza poter avere i propri cari vicini. «Non è più consentito a una moglie badare al marito, a un figlio dire addio alla madre, a una sorella tenere la mano al fratello». Il coronavirus - ha aggiunto - fa sì che chi ci lascia debba farlo senza i propri cari, in solitudine. Per questo è stato anche osservato un minuto di silenzio. Moret ha concluso il proprio intervento con il motto "Tutti uniti, tutti solidali", detto nelle quattro lingue nazionali.

La Svizzera non è invulnerabile - Dopo la presidente del Nazionale, ha preso la parola la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga. «Dopo la Seconda Guerra mondiale - ha sottolineato - non c'è mai stata una crisi come questa. È la dimostrazione che la Svizzera non è invulnerabile». Il nostro obiettivo - ha aggiunto - era frenare la pandemia e un primo cauto bilancio è positivo. «Ora è il momento di portare il nostro Paese fuori dalla crisi».

Anche Simonetta Sommaruga ha chiuso il suo intervento con un pensiero di vicinanza rivolto a chi ci ha lasciati e di gratitudine verso chi è impegnato al fronte per combattere in quest'emergenza.

Poteri di nuovo al Parlamento - La sessione odierna è stata voluta dai parlamentari, ma anche dallo stesso Consiglio federale. Il diritto d'urgenza che ha dato pieni poteri al Governo, «ma è però tempo che il Parlamento torni ad avere la parola», è stato detto. Anche perché ci sono una serie di crediti urgenti che vanno approvati dalle Camere, come prevede la Costituzione.

Voto poco trasparente? - Dopo gli interventi di Moret e Sommaruga, i lavori del Consiglio Nazionale sono iniziati con i portavoce dei vari gruppi che hanno presentato le loro priorità. Oggi pomeriggio (dalle 14.00) sarà la volta del Consiglio degli Stati. I voti dei deputati della Camera alta non saranno però visibili perché manca il tabellone elettronico come a Palazzo federale. Una situazione che va corretta, secondo il "senatore" Werner Salzmann (UDC/BE), che chiede con una mozione la pubblicazione con i nomi dei votanti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-17 12:27:19 | 91.208.130.86