Immobili
Veicoli

BERNAParmelin: «Presto potrebbero riaprire i ristoranti»

19.04.20 - 09:46
Il ministro dell'Economia azzarda un «nelle prossime settimane». Ma dipenderà dalla situazione
tipress (Archivio)
BERNA
19.04.20 - 09:46
Parmelin: «Presto potrebbero riaprire i ristoranti»
Il ministro dell'Economia azzarda un «nelle prossime settimane». Ma dipenderà dalla situazione

BERNA  - Il ministro dell'Economia Guy Parmelin non esclude la possibilità che i ristoranti riaprano «nelle prossime settimane». Dipenderà da come si svilupperà la situazione, ha detto il consigliere federale alla"Sonntagszeitung" e a"Le Matin Dimanche".

Il governo valuterà le circostanze ogni settimana in occasione delle sue sedute. Tuttavia, ha aggiunto, è imperativo che l'apertura del mercato tenga conto delle esigenze di protezione della salute.

È importante che le persone possano lavorare di nuovo e uscire. E non vanno sottovalutati nemmeno i problemi psicologici dell'isolamento o della paura per la propria azienda, ha detto Parmelin precisando che a suo avviso le restrizioni contro la diffusione del coronavirus rimarranno in vigore lungo. «Le persone e le aziende dovranno imparare a convivere con le conseguenze della crisi in una certa misura», ha detto. Solo un vaccino efficace potrebbe decretare l'abolizione delle restrizioni.

Il consigliere federale dell'UDC ha criticato le imprese che hanno chiesto le indennità di lavoro ridotto, ma hanno comunque distribuito dividendi. A suo avviso le aziende dovrebbero essere più prudenti, «è un brutto segno», ha avvertito Parmelin.

Il ministro dell'economia si è rifiutato di dire ai giornalisti se si è sottoposto al test, ma ha assicurato di essersi attenuto scrupolosamente alle raccomandazioni sull'igiene e sulla distanza, «soprattutto perché in Consiglio federale vogliamo evitare di contagiarci a vicenda».

COMMENTI
 
Meck1970 2 anni fa su tio
Capisco anche le piccole aziende e ristoratori che vogliono aprire e provare almeno a salvare la stagione. Purtroppo in ticino le spese sono fuori di testa e non si é fatto niente per diminuirle. Ristoratori e aziende non sono stati aiutati più di quel tanto, gli affitti, tutte le spese passate e future non sono state bloccate. Penso che nessuno vuole avere debiti o di averne ancora in più di quelli che si hanno. Durante la pandemia tutte le spese dovevano essere fermate, allora si poteva ancora tenere chiuso. L' unico che non ci perde saranno solamente i ricchi.
Mauz 2 anni fa su tio
O magari: “presto dovremo richiudere tutto!”
Laika1 2 anni fa su tio
Tutti abbiamo paura per il.nostro lavoro ma purtoppo molti di noi non stanno ancora a sufficienza a casa!!! Vogliamo tutti riaprire tutto e tornare alla normalità!!! Ma anche tutti dobbiamo restare di più a casa!!! È vero è anche noioso specialmente per chi non ha un giardino o bimbi piccoli!!! Ma uno sforzo e ce la faremo impegniamoci tutti!!! Forza a tutti
Don Quijote 2 anni fa su tio
Sto pensando a quelle persone che prima del CV19 si trovano tutti i giorni tra la vita e la morte minacciate da tumori e che affrontano il loro destino con dignità, non solo vecchi, anche giovanissimi, padri e madri con figli piccoli … il tutto nell’indifferenza generale, eppure i numeri e la drammaticità superano il CV19 perché possono colpire qualunque fascia della popolazione e durante tutto l’arco di una vita. Mi chiedo cosa genera questa isteria di massa, certo i tumori non sono contagiosi, allora potrei insinuare che prevale l’egoismo e ci si preoccupa più di un bruffolo sulla propria pelle che di un melanoma su quella degli altri. Quanto siano giuste le misure prese dai vari governi, in parte suggerite da esperti, non so, non scommetto nemmeno un centesimo. Alcune settimane addietro alcuni esperti dicevano che il virus ha origini naturali, adesso spunta il Premio Nobel 2008 per la medicina, il francese Luc Montagnier affermando senza pelli sulla lingua che, la sequenza dell’Aids è stata inserita nel genoma del corona virus per tentare di fare il vaccino. Sempre a suo dire alcuni ricercatori indiani sono arrivati allo stesso risultato poi reiterato per motivi non specificati. Siamo più in balia della stupidità umana che dal CV19!
Jnb 2 anni fa su tio
Bravo! Me lo chiedo anch’io! Adesso non esistono altre malattie solo questo virus!
mokina 2 anni fa su tio
Miliardi di coesione a destra e a manca!!!!!! tutti noi abbiamo bisogno un sostegno finanziario ,per il bene della salute pubblica,ed e'la prima volta che succede,e' un nostro diritto essere sostenuti!
Libero pensatore 2 anni fa su tio
Difficile che la gente vada al ristorante anche se fossero aperti. Io fossi un ristoratore abbasserei i prezzi e farei servisol, il cliente va in cucina a prendersi il cibo e le bibite. Meno personale (cameriere) e prezzi più bassi. Tavoli distanziati per bene. In ogni caso ci andrà molta meno gente
miba 2 anni fa su tio
Lo Svizzera non può finanziare illimitatamente in denaro e nel tempo il mantenimento di parte della propria economia e, come ha già detto qualcuno qui sotto, in sostanza non arriviamo CONCRETAMENTE nemmeno all'1% di popolazione contagiata. E lasciate stare altri esempi europei: i miliardi promessi (ma li riceveranno tutti?) poi dovranno essere anche rimborsati con gli interessi. A diversi blogger qui sotto ricordo quindi che la Svizzera non chiede aiuti/finanziamenti all'UE o ad altri e quindi la conclusione è: forza ragazzi, la pacchia delle vacanze fuori programma è finita e presto si torna al lavoro!
spank77 2 anni fa su tio
ma quale vacanza fuori programma. Forse per te
spank77 2 anni fa su tio
Se le persone rispettassero le regole tutto potrebbe funzionare quasi come prima. Il problema sono quelli che nemmeno in una situazione di ermergenza"lockdown" le rispettano ( e sono TROPPI!!!)... o per ignoranza vera e propria, o per menefreghismo o per leggerezza...Immagino il dopo lockdown. E ovvio che ci sarà una seconda ondata. Sta al singolo evitarla...ma ho I miei dubbi miba. Io fin che posso lavoro da casa e quando dovrò prendere ancora il treno spero di non essere l'unico ad avere la mascherina
miba 2 anni fa su tio
Penso che tu sia in chiaro su una cosa e cioè che nemmeno l'1% della popolazione svizzera è stato contagiato e che (articolo parallelo di oggi) uno su 10 decessi ha colpito una persona sana. Onestamente tu con queste cifre correlati continuare a bloccare l'economia?
Nmemo 2 anni fa su tio
.. poi si lamenteranno perché i ristoranti resteranno vuoti!
tip75 2 anni fa su tio
chissà come si farà con le distanze, la cameriera avrà la prolunga per servire?
tip75 2 anni fa su tio
parmelin deve dimissionare, non è né un buon politico ne un buon economo...un ottimo pistolone
lollo68 2 anni fa su tio
Un vaccino efficace? Come quelli analizzati in Italia dove mancavano i principi attivi, ma in compenso c'erano tanti composti sconosciuti?
bledsoe 2 anni fa su tio
Non capisco tutte le critiche. Avete idea di cosa succede a Nord delle Alpi (non solo CH)? La situazione non è per nulla critica ed è normale che si voglia agire di conseguenza. Se poi uno preferisce non andare al ristorante fino al 2025 che faccia pure, non è un obbligo andarci. Idem se è ristoratore e non vuole aprire. Bisogna ricominciare a poter scegliere.
flowerking 2 anni fa su tio
Quando apriranno lei potrà fare da apripista e poi confermare a tutti che è impossibile infettarsi in un bar o ristorante. Su allora forza...
bledsoe 2 anni fa su tio
Ma certo, non vedo l'ora di andarci e per la cronaca l'infezione l'ho avuta e così tutti i miei famigliari.
mokina 2 anni fa su tio
Il signor Sutter ha fretta di riaprire gli esercizi pubblici,non credo sia una scelta sensata!! Parlo da ristoratore,che ha contatto diretto con la clientela tutti i giorni,non la vedo facile.......................
mokina 2 anni fa su tio
Trovo sia difficile riuscire a rientrare nella quotidianita' lavorativa senza incappare in un contatto diretto pericoloso,distanze si' ,ma ....NON si poteva aspettare ancora 1 o 2 mesi. E siamo sicuri che il ritmo lavorativo tornera' come prima??La gente ha paura,anche noi!! Il signor Sutter ha fretta di ricominciare ,e' la scelta giusta?? NON LO SO..............
sheva 2 anni fa su tio
Questo è fuori di testa : poveri noi ...
Brega84 2 anni fa su tio
Ci vada lui e la sua cara famiglia al ristorante....!
giuvanin 2 anni fa su tio
Sconcertante fuga solitaria del signor Parmelin! Ma scusate quello non sta in un organo collegiale che si chiama Consiglio Federale e che ha varato un piano di riapertura delle attività che non prevede alcuna riapertura di bar e ristoranti almeno entro l’8 di giugno??? O forse ha dimissionato e non c’è ne siamo accorti?
Ben8 2 anni fa su tio
Era ora!
bledsoe 2 anni fa su tio
Finalmente! Non vedo l'ora di cambiare un po' aria!
Mag 2 anni fa su tio
Le morti effettive CON Covid-19 sono attorno allo 0.4% della popolazione; quelle PER Covid-19 nessuno lo sa! Prima o poi tutti muoiono e gli sfortunati muoiono prima. Quindi perché"uccidere" anticipatamente anche quelli un po' più fortunati? Perché è tutta una farsa per fini di controllo umano.
seo56 2 anni fa su tio
Fuori di testa!!!
Clo 62 2 anni fa su tio
Ogni articolo volto alla positività e al ritorno alla normalità viene subissato da critiche, mi sorge un dubbio, forse molte persone si sono già abituate alla nuova situazione, ma pensate veramente che le risorse dello stato sono infinite? Pensiamo poi che lo stato siamo noi!!!
spank77 2 anni fa su tio
Le misure (una volta tolto il lockdown) non funzioneranno mai per il semplice fatto che la parte della popolazione (variabile da cantone a cantone) è riluttante o"distratta" nell'applicare le regole. Normalità ? Solo se il virus va in letargo fino a ottobre o con l'arrivo del vaccine...in mancanza di questo l'unica misura è il senso civico delle persone e rimadisco come negli altri post l'obbligo di indossare una mascherina protettiva sui mezzi di trasporto, negozi e altri luoghi affollati dove le distanze non possono essere mantenute o laddove si puo contare sul prossimo (che non mantiene comunque le distanze nonostante lo spazio a disposizione). Ovvio che non possiamo lasciare tutto fermo in eterno...ma se si apre tutto e le persone sono riluttanti e non rinunciano a niente...allora ci saranno altri lock down inevitabili (e magari piu lunghi) e grazie a queste persone"distratte" l'economia andrà ancora piu in crisi e la colpa non sarà solo del signor Covid19. E ricordiamo che parliamo di un virus NUOVO (neanche 5 mesi che lo conosciamo…) il resto - compreso opinioni discordanti e decisioni incoerenti - dice tutto. Quindi ripartire OK ma con un livello di guardia elevatissimo
Esse 2 anni fa su tio
Comincia già coi vaccini di massa, chiedetelo alle persone a rischio se lo vogliono, io che non lo sono continuo con la mia vita sana che fin ora mi ha vaccinato da ogni peste ??
jena 2 anni fa su tio
a questo punto aprite tutto e amen ..., gli unici coioni sono quelli che si sono comportati bene (come sempre del resto)... ma andate a ....
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA