Immobili
Veicoli

SVIZZERAIl commercio al dettaglio prevede un ritorno alla normalità in quattro tappe

11.04.20 - 23:30
Le norme igieniche adottate si sono mostrate efficaci. E resteranno in vigore, secondo la Swiss Retail Federation
Archivio Keystone
Il commercio al dettaglio prevede un ritorno alla normalità in quattro tappe
Le norme igieniche adottate si sono mostrate efficaci. E resteranno in vigore, secondo la Swiss Retail Federation

ZURIGO - I provvedimenti per rallentare la diffusione del nuovo coronavirus in Svizzera restano in vigore almeno fino al prossimo 26 aprile. Poi ci sarà un graduale allentamento. Ma per la spesa nei supermercati continueremo a fare la fila all'ingresso, a utilizzare il disinfettante e i guanti monouso.

È quanto prevede la Swiss Retail Federation, la federazione dei dettaglianti svizzeri, secondo cui tutte le norme igieniche adottate nel commercio al dettaglio si sono dimostrate efficaci. Pertanto - come riporta il Blick - resteranno in vigore anche nel momento in cui la Confederazione deciderà di avviare il ritorno alla normalità.

Ma come dovrebbe avvenire il ritorno alla normalità? La federazione propone - per quanto riguarda il commercio al dettaglio - un processo in quattro tappe. La prima: la riapertura dei centri del fai da te e di giardinaggio, e dei grandi negozi di mobili. Insomma, le grandi superfici di vendita. La seconda: riapertura dei negozi con severe norme igieniche. La terza: nel momento in cui l'andamento della pandemia lo permetterà, la riapertura di tutte le attività commerciali. La quarta, e ultima: il definitivo ritorno alla normalità.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA