Ginevra
Friborgo
19:45
 
La Chaux de Fonds
GCK Lions
19:45
 
Kloten
Zugo Academy
19:45
 
Turgovia
Ajoie
20:00
 
Winterthur
Visp
20:00
 
Ginevra
LNA
0 - 0
19:45
Friborgo
Ultimo aggiornamento: 20.11.2018 19:02
La Chaux de Fonds
LNB
0 - 0
19:45
GCK Lions
Ultimo aggiornamento: 20.11.2018 19:02
Kloten
LNB
0 - 0
19:45
Zugo Academy
Ultimo aggiornamento: 20.11.2018 19:02
Turgovia
LNB
0 - 0
20:00
Ajoie
Ultimo aggiornamento: 20.11.2018 19:02
Winterthur
LNB
0 - 0
20:00
Visp
Ultimo aggiornamento: 20.11.2018 19:02
Keystone
RUSSIA 2018
11.07.2018 - 13:410

Subasic il maestro nel parare i rigori

Il portiere della Croazia ha finora trascinato i suoi compagni in semifinale parando la bellezza di quattro calci di rigore

MOSCA (Russia) - È uno dei protagonisti assoluti di questi campionati del Mondo: per ben due volte Danijel Subašić ha chiuso la saracinesca, ipnotizzando prima i rigoristi danesi e poi quelli russi, trascinando di fatto un’intera nazione in semifinale. Se la Croazia di Modrić, Perisic e Mandžukić potrà giocarsi contro l’Inghilterra l’accesso ad una storica finale, parte del merito è del numero 23.

Il portierone croato, 191 centimetri di altezza, ha atteso quasi 34 anni (da compiere a ottobre) per far esplodere il proprio talento a livello planetario. I tre rigori parati alla Danimarca sono già nella leggenda, mentre il penalty neutralizzato a Smolov gli ha permesso di entrare di diritto nelle storia della Coppa del Mondo. Solamente lui, Schumacher e Goycochea hanno infatti parato quattro rigori nelle fasi finali di un Mondiale. Una striscia che il numero 23 della Croazia potrebbe allungare proprio nella semifinale contro l’Inghilterra, i cui rigoristi rischiano, nel caso, di vedere la porta davvero molto piccola qualora dovessero presentarsi di fronte a Subašić dagli undici metri.

L’estremo difensore avrà al suo fianco, ancora una volta, l’amico Hrvoje Custic, ex compagno di squadra ai tempi della militanza nelle fila dello Zadar, scomparso il 3 aprile del 2008 dopo aver fatalmente sbattuto la testa su di un muretto in cemento, situato troppo vicino alla linea di fondo campo. In seguito a quella tragedia Subašić indossa, durante ogni partita, una maglietta che ricorda l’amico, alla cui memoria ha voluto dedicare la prestazione “monstre” contro la Danimarca.

Commenti
 
marcopolo13 4 mesi fa su tio
La FIFA gli ha dato un "warning" per la maglietta con la foto del suo amico. FIFA... tiratevi assieme zio chen.
Potrebbe interessarti anche
Tags
rigori
croazia
semifinale
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-11-20 19:19:28 | 91.208.130.86