Immobili
Veicoli

L'OSPITE - STEFANO TOGNIL'hockey svizzero fra arrivi, partenze, Nazionale e... NHL

18.07.22 - 07:00
Togni: «Sempre più giovani elvetici di prospettiva hanno la possibilità di misurarsi in estate con altri talenti in NHL».
Freshfocus, archivio
L'hockey svizzero fra arrivi, partenze, Nazionale e... NHL
Togni: «Sempre più giovani elvetici di prospettiva hanno la possibilità di misurarsi in estate con altri talenti in NHL».
Il campionato inizierà il prossimo 16 settembre. L'Ambrì sarà impegnato a Friborgo, il Lugano in casa contro l'Ajoie.

BELLINZONA - La stagione 2022/2023 di National League si prospetta davvero entusiasmante.

Il mercato è sempre in fermento, anche perché dal prossimo campionato ci saranno 14 squadre e ognuna di esse avrà la possibilità di schierare contemporaneamente sul ghiaccio sei stranieri. Nessun roster è ancora al completo e fra arrivi e partenze di peso, la NL è stata costretta a salutare Denis Malgin, trasferitosi nei giorni scorsi dallo Zurigo ai Toronto Maple Leafs. Con i Lions il 25enne ha totalizzato ben 70 punti (30 gol, 40 assist) in 65 incontri disputati. «Per il campionato è indubbiamente una grande perdita, ma era normale che succedesse: Malgin è un giocatore straordinario e ha tutte le qualità per sfondare anche in NHL», ha analizzato Stefano Togni, attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90. «I Maple Leafs sono stati bravi a monitorarlo e per lo Zurigo non sarà facile sostituirlo. La società si muoverà sicuramente sul mercato per compensare la sua partenza».

E intanto il giovane estremo difensore del Lugano Thibault Fatton è reduce dall'esperienza con gli Arizona Coyotes, dove ha preso parte al Development Camp. «Sempre più giovani di prospettiva ricevono questa possibilità di recarsi in estate per una settimana in nord America e misurarsi con altri giovani talenti. Per un ragazzo si tratta di un'esperienza davvero utile poiché – confrontandosi con un ambiente prestigioso – ha la possibilità di crescere ulteriormente in tutti i sensi. Adesso che alcune squadre hanno deciso di ingaggiare un portiere straniero, gli svizzeri sono obbligati ad alzare il proprio livello per farsi trovare pronti quando verranno chiamati in causa e Fatton sarà sicuramente galvanizzato».

Da qualche anno a questa parte la moda dei campi estivi ha toccato anche la Nazionale con il consueto Prospect Camp (25-28 luglio), caratterizzato dalla presenza di U25. «È un'esperienza positiva per un giovane, dato che ha la possibilità di vivere un'altra realtà e un altro stile di allenamento. I convocati possono farsi le ossa e si sentono indubbiamente gratificati in vista del prosieguo della loro carriera. Lo ritengo un aspetto importante per lavorare con più fiducia anche nel proprio club. Dal canto suo Fischer ha la possibilità di inculcare il suo credo a molti più giocatori e al momento delle scelte potrà avere maggiori opzioni rispetto al passato». 

E a rendere piu prestigioso questo campo ci sono anche Nico Hischier e Philipp Kurashev, i quali avrebbero tutto il diritto di riposare dopo le fatiche della scorsa NHL. «Questo fa capire quanto interesse ci sia intorno alla Nazionale. Difendere i colori rossorociati è diventato un piacere per tutti e la presenza di elementi del calibro di Hischier e Kurashev, permette ai più giovani di approfittare della loro presenza per crescere. A lungo termine si vedranno i risultati. Elia Riva e André Heim? Da un po' di tempo vengono presi con frequenza in considerazione da Fischer. Sono entrambi reduci da alcune stagioni sopra le righe e il loro miglioramento è sotto gli occhi di tutti. Lugano e Ambrì possono contare su due giocatori di assoluto affidamento». 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT