Immobili
Veicoli

NATIONAL LEAGUEJulien Vauclair, il ritorno a Lugano da avversario

01.03.22 - 09:05
Questa sera l'Ajoie farà visita al Lugano: sulla panchina giurassiana siede un certo... Julien Vauclair
keystone-sda.ch (PETER SCHNEIDER)
NATIONAL LEAGUE
01.03.22 - 09:05
Julien Vauclair, il ritorno a Lugano da avversario
Questa sera l'Ajoie farà visita al Lugano: sulla panchina giurassiana siede un certo... Julien Vauclair
«Allenare mi piace tantissimo. L'anno prossimo spero di vedere un Ajoie diverso»

PORRENTRUY - Quella di stasera sarà una partita a dir poco speciale per Julien Vauclair. L'allenatore e direttore sportivo dell'Ajoie tornerà nella sua Lugano, dove per una vita intera ha dato anima e corpo per i colori bianconeri vincendo anche due titoli. Questa sera, però, il 42enne tenterà di mettere il bastone fra le ruote ai suoi ex compagni. D'altronde queste sono le leggi dello sport.

Giunto a Porrentruy a metà gennaio per fare “unicamente” il d.s., “Julio” si è poi trovato improvvisamente catapultato in panchina dopo l'esonero di Gary Sheehan. «Il ritorno a Lugano? Chiaramente sarà stranissimo essere un avversario. Ora però sono concentrato sul mio lavoro con l'Ajoie e non posso pensare tanto al resto. Spero almeno di non sbagliare spogliatoio...(ride)».

Come procede il lavoro a Porrentruy?
«Da quando ho preso in mano la squadra, il mio lavoro è notevolmente aumentato. Prima mi occupavo del ruolo di direttore sportivo dalle 8 di mattina alle 7 di sera, adesso posso iniziare a pensare alla squadra dell'anno prossimo soltanto dopo pranzo. Inoltre, in questo periodo, stiamo giocando tantissimo e questo sicuramente mi toglie ulteriore tempo».

Come si sta...dall'altra parte?
«Mi piace tantissimo allenare. Dico la verità, non pensavo affatto di sedermi in panchina: ero venuto qui per fare il direttore sportivo ma improvvisamente le cose sono cambiate. Nelle ultime settimane abbiamo cercato d'ingaggiare Yorick Treille, ma alla fine non siamo riusciti a trovare un'intesa (la Federazione francese non l'ha liberato, ndr). A quel punto si è deciso che terminerò la stagione».

Che Ajoie vedremo l'anno prossimo? 
«Chiaramente l'obiettivo sarà quello di rimanere in National League, ma punteremo a un altro tipo di stagione. Toccherà a me trovare i giocatori giusti per rinforzare la squadra. Vogliamo evitare che le partite siano già decise dopo due tempi, come accaduto troppe volte quest'anno...».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT