Immobili
Veicoli

HCLIl Lugano lotta e piega il Rapperswil

23.02.22 - 22:28
I bianconeri di McSorley riprendono il campionato con una bella vittoria in trasferta (4-2).
keystone-sda.ch (PATRICK B. KRAEMER)
Il Lugano lotta e piega il Rapperswil
I bianconeri di McSorley riprendono il campionato con una bella vittoria in trasferta (4-2).
Rientro positivo anche per la capolista Friborgo, che ha superato 6-3 il Losanna.

RAPPERSWIL - Il Lugano ha ripreso il suo percorso in regular season come lo aveva interrotto prima della pausa olimpica: vincendo. Nell’odierna trasferta sangallese, i bianconeri hanno infatti battuto il Rapperswil per 2-4, conducendo per la quasi totalità dei 60’ di gara.

La banda di Chris McSorley ha messo subito infatti la testa avanti, ottenendo il massimo profitto dalla prima vera occasione da gol creata. A gonfiare la rete è stato Daniel Carr (4’13”), pescato nello slot dal compagno Thürkauf con un tempestivo passaggio in orizzontale. Oltre al punto del vantaggio bianconero, i venti minuti iniziali non hanno offerto grandi emozioni. 

Il confronto si è animato solo nella seconda frazione, durante la quale i padroni di casa hanno spinto con maggiore insistenza alla ricerca del pari. Malgrado la pressione sangallese – schermata da un ottimo operato di Fatton – è stato nuovamente il Lugano a trovare la via del gol, grazie ad una deviazione chirurgica di Arcobello su un tiro di Müller (27’05”). Seppur sotto di due lunghezze, il Rappi non ha tuttavia gettato la spugna ed ha accorciato le distanze con il punto di Dünner (34’28”), arrivato in situazione di powerplay (e dopo 47” in cui i sangallesi avevano attaccato in 5v3). Creando poco ma concretizzando molto, la formazione sottocenerina ha dato prova di un inconsueto estremo cinismo riportandosi quasi immediatamente ancora sopra di due. La rete dell’1-3 porta la firma di Thürkauf, capace di far sedere Nyffeler con un abile gioco di bastone prima di battere a rete (36’58”).

Per portare a casa la vittoria Arcobello e compagni hanno dovuto mantenere alta la guardia fino all’ultimo minuto. Il centro di Wick nella prima metà del terzo periodo (46’47”) ha infatti tenuto viva la fiammella della speranza per i Lakers, i quali però non hanno mai realmente messo alle strette i bianconeri. Morini ha così avuto la possibilità di mettere il punto esclamativo sul successo dei suoi, siglando il definitivo 2-4 a porta sguarnita (58’28”).

I tre punti conquistati in terra sangallese permettono alla compagine ticinese di salire a quota 66 in classifica (ottavo posto), a -1 dal Servette (settimo) e -5 dal Davos (sesto). Il Lugano tornerà venerdì ad esibirsi fra le mura amiche, in occasione della sfida allo Zugo.

In vetta ha ripreso la sua marcia il Friborgo, che alla BCF Arena ha piegato 6-3 il Losanna. Per i Dragoni, volati presto fin sul 3-0 e sempre in controllo, hanno trovato la via del gol Bykov, Marchon, Desharnais (doppietta), DiDomenico e Walser. Ai vodesi non sono bastati i sigilli di Heldner, Baumgartner e Frick.

Da segnalare che nel primo tempo il match è stato momentaneamente interrotto per un malore che ha colpito uno spettatore sugli spalti.

RAPPERSWIL – LUGANO 2-4 (0-1, 1-2, 1-1)

Reti: 4’13” Carr (Thürkauf) 0-1; 27’05” Arcobello (Müller) 0-2; 34’28” Dünner (Cervenka, Profico) 1- 2; 36’58” Thürkauf (Fazzini, Morini) 1-3; 46’47” Wick (Profico, Forrer) 2-3; 58’28” Morini 2-4.

LUGANO: Fatton; Müller, Loeffel; Alatalo, Riva; Guerra, Chiesa; Traber, Wolf; Morini, Arcobello, Fazzini; Josephs, Thürkauf, Carr; Boedker, Herburger, Bertaggia; Stoffel, Walker, Vedova. 

Penalità: 2x2’; Rapperswil; 6x2’ Lugano.

Note: St.Galler Kantonalbank Arena, 4’021 spettatori. Arbitri: Piechaczek, Urban, Stalder, Kehrli.

COMMENTI
 
sergejville 5 mesi fa su tio
Bravo Fatton. Ma soprattutto la prestazione della squadra.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT