Cerca e trova immobili

BUNDESLIGA«Ognuno di noi è una leggenda»: Granit Xhaka non sta più nella pelle

15.04.24 - 20:15
Granit Xhaka e il Bayer Leverkusen hanno fatto la storia. Ecco cosa ha detto la stella della nostra Nazionale dopo il successo.
IMAGO/Sven Simon
«Ognuno di noi è una leggenda»: Granit Xhaka non sta più nella pelle
Granit Xhaka e il Bayer Leverkusen hanno fatto la storia. Ecco cosa ha detto la stella della nostra Nazionale dopo il successo.
CALCIO: Risultati e classifiche

LEVERKUSEN - Granit Xhaka ha raccontato tutte le emozioni vissute ieri, giorno storico per il Leverkusen, il giorno del primo titolo della storia del club. Nel liberatorio 5-0 sul Werder Brema c'è anche la firma del capitano della nostra Nazionale, autore del secondo gol.

Granit Xhaka, sei campione di Germania...
Quando si calcia il primo pallone, si sognano momenti come questo. Già da piccolo guardavi le celebrazioni del campionato in Germania perché sono speciali. È un sogno che si realizza. Ho già vinto dei titoli a Basilea, ma conquistare un campionato come questo è ancora più speciale, secondo me. Soprattutto con una società che non aveva mai vinto un titolo... Abbiamo fatto la storia. Ogni persona di questo club è una leggenda, non c'è niente di meglio che goderselo insieme.

Cosa hai pensato quando hai segnato il gol del 2-0?
La palla mi è arrivata perfettamente e ho pensato: premi il grilletto. È stato ancora più bello quando è entrata.

Come hai vissuto la fase finale della partita con i tifosi che hanno preso d'assalto il campo?
Ci aspettavamo che fosse così. Il fatto che siano stati pazienti per così tanto tempo è speciale: ci sono tifosi che aspettavano questo momento da 60 o 70 anni. L'obiettivo numero uno era vincere il titolo, vista la nostra stagione. Vincerlo nel proprio stadio ha reso il tutto ancor più speciale.

L'anno scorso hai sfiorato la vittoria in Premier League con l'Arsenal...
Per me è forse ancora più emozionante. L'anno scorso l'abbiamo perso all'ultimo... Proprio per tale motivo quest'anno ho sempre detto di stare calmi, non importava quanti punti di vantaggio avessimo. Sono davvero felice di aver portato a casa questo risultato.

Qual è stata la chiave?
Penso che ci siano molti fattori che ci rendono speciali. A cominciare dalla società e dall'allenatore. Il modo in cui tutti lavorano è incredibile. E la fame, ovviamente. L'equilibrio che abbiamo tra giocatori giovani ed esperti. E la mentalità che portiamo in campo ogni tre giorni. Una squadra in cui tutti hanno un potenziale e lo dimostrano, indipendentemente dal fatto che giochino o meno.

La stagione è tutt'altro che finita...
Non c'è bisogno di parlarne troppo. Siamo in finale di DFB Cup contro il Kaiserslautern, dove siamo certamente i favoriti. Ma è solo una partita, quindi dobbiamo essere al 100%. Siamo ai quarti di finale di Europa League, è vero, ma il ritorno a Londra contro il West Ham sarà una partita diversa dal 2-0 dell'andata.




Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

belaolga 1 mese fa su tio
dove ci metti la passione....fai tutto al meglio...prova a metterla anche in nazionale!!...comunque complimenti x il traquardo raggiunto

ber68 1 mese fa su tio
bravo cosi anche con noi

Yoebar 1 mese fa su tio
Risposta a ber68
1-Che conta è chi hai assieme a giocare, solo non arrivi da nessuna parte. 2- Li è pagato fior di milioni, con la nati un pè in dro chiuu, questo fa la differenza …..
NOTIZIE PIÙ LETTE