Immobili
Veicoli

FCLMattia Bottani è carico: «Ottimo mercato, ma ci vorrà del tempo»

12.07.22 - 22:56
Il numero 10 del Lugano si è ripreso dall'infortunio patito in Nazionale: «Sono focalizzato sul nuovo campionato».
Ti-press (Alessandro Crinari)
Mattia Bottani è carico: «Ottimo mercato, ma ci vorrà del tempo»
Il numero 10 del Lugano si è ripreso dall'infortunio patito in Nazionale: «Sono focalizzato sul nuovo campionato».
La formazione bianconera inizierà la stagione domenica prossima a Cornaredo contro il Sion (ore 16.30).

LUGANO - La sconfitta maturata a Cornaredo contro l'Inter (1-4) nella serata odierna - martedì 12 luglio - ha permesso al Lugano di riproporre in campo - a partire dal 61' - anche Mattia Bottani.

L'attaccante bianconero è entrato molto motivato sul terreno di gioco e si è reso protagonista di alcune accelerazioni interessanti. L'infortunio patito con la Nazionale svizzera sembra ormai essere un lontano ricordo. «La mia testa è focalizzata sul nuovo campionato», sono state le sue parole al termine del match. «Della scorsa stagione portiamo con noi dei bellissimi ricordi, ma da domenica si riparte da zero e si rigioca per i tre punti. Chiaramente la stabilità acquisita nella passata stagione mi aiuterà e grazie al successo maturato in Coppa Svizzera mi sono finalmente tolto la brutta sconfitta del 2015. Penso che devo fare meglio dell’anno scorso, anzi devo fare meglio e se riuscirò mi terrò anche la Nazionale svizzera».

La società bianconera si è mossa molto sul mercato... «Della vecchia guardia siamo rimasti in pochi, ovvero Sabbatini, Daprelà, Ziegler e il sottoscritto e per assimilare i cambiamenti ci vuole tempo. Tutti i meccanismi che avevamo non ci saranno subito, dovremo avere un po' di pazienza. A livello di acquisti penso che la società si sia mossa in maniera ottimale sul mercato. Sono tutti giocatori che conoscono già il campionato svizzero. In più penso a un giocatore come Haile-Selassie che quest’anno ha avuto poco spazio. Ha un grandissimo potenziale, può fare un passo in più e darci una grande mano. La maglia della nazionale? Ho esaudito un sogno che avevo da bambino, mentre guardavo le partite alla televisione con i miei fratelli. Una cosa speciale, ti dà sicurezza e tanta fiducia in te stesso».  

COMMENTI
 
Evry 2 mesi fa su tio
speriamo che si concentri meglio, forza Lgano
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT