Immobili
Veicoli

PREMIER LEAGUEFinita l’era Abramovich: il Chelsea passa di mano

07.05.22 - 11:02
Abramovich costretto a vendere, tra i compratori anche lo svizzero Hansjörg Wyss
keystone-sda.ch / STF (Martin Meissner)
Finita l’era Abramovich: il Chelsea passa di mano
Abramovich costretto a vendere, tra i compratori anche lo svizzero Hansjörg Wyss
Accordo trovato, ora la palla passa a Premier League e Governo britannico.

LONDRA - Manca ancora l’approvazione della Premier League e serve il via libera da parte del Governo britannico, che hanno l’ultima parola, ma la cessione del Chelsea è praticamente cosa fatta. L’ufficialità del passaggio dalla proprietà da Roman Abramovich alla cordata guidata da Todd Boehly è infatti stata data - via social network - proprio dal club londinese, che ha fissato il termine per le firme di rito entro la fine di maggio.

Fondatore di Eldridge Industries (holding con uffici negli Stati Uniti e in Gran Bretagna che ha interessi nei settori più disparati, dall’assicurativo, all’immobiliare ai media), Boehly guida il consorzio che ha come azionista di maggioranza la società di private equity Clearlake Capital e che comprende Mark Walter, coproprietario della franchigia di MLB dei Los Angeles Dodgers, lo svizzero Hansjörg Wyss, fondatore e presidente di Synthes Holding AG, e l’immobiliarista inglese Jonathan Goldstein.

La compravendita si completerà al prezzo di 4,25 miliardi di sterline, circa 5,2 miliardi di franchi. Tale cifra comprende l’acquisizione delle quote societarie e l’investimento che i compratori hanno promesso per mantenere competitivi e solidi i blues.

La decisione di vendere il club, Roman Abramovich l’ha maturata in seguito alle sanzioni imposte alla Russia dopo l’invasione dell’Ucraina. Quello che a breve sarà l’ex proprietario ha sottolineato come i proventi netti derivati dall'operazione saranno devoluti in beneficenza.

L’oligarca russo ha acquistato il club nel 2003 per 140 milioni di sterline e lo ha velocemente portato a essere uno dei migliori in Europa, vedendolo vincere tra le tante, cinque Premier League e due Champions League. I trofei sono in ogni caso stati “pagati” carissimo. In meno di vent’anni il 55enne ha infatti speso circa 2 miliardi di sterline solo sul mercato dei giocatori. Le firme che più hanno pesato sul bilancio del club sono state quelle di Romelu Lukaku (137 milioni di franchi), Kai Havertz (97 milioni), Kepa Arrizabalaga (97 milioni), Alvaro Morata (80 milioni), Christian Pulisic (78 milioni), Fernando Torres (70 milioni), Jorginho (69 milioni), Timo Werner (64 milioni), Ben Chilwell (61 milioni) e Mateo Kovacic (55 milioni).

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT