Cerca e trova immobili

SVIZZERAIl Bürgenstock Resort «non va venduto agli stranieri»

01.12.23 - 17:18
La decisione del Consiglio federale per il gioiello nidvaldese da 67 appartamenti che, ancora oggi, rimane parzialmente sfitto
Bürgenstock Resort
Fonte Ats
Il Bürgenstock Resort «non va venduto agli stranieri»
La decisione del Consiglio federale per il gioiello nidvaldese da 67 appartamenti che, ancora oggi, rimane parzialmente sfitto

BERNA - La vendita dei 67 appartamenti del Bürgenstock Resort, situati sull'omonima cima nidvaldese, non è nell'interesse superiore della Svizzera. Lo pensa il Consiglio federale, che pertanto ha respinto la domanda con cui la società a cui appartengono chiedeva l'esenzione dalla Lex Koller.

Gli stranieri domiciliati all'estero hanno un accesso limitato al commercio immobiliare in Svizzera, ricorda in una nota odierna il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP). Secondo la cosiddetta Lex Koller, la legge federale sull'acquisto di fondi da parte di persone all'estero (LAFE), in linea di massima occorre loro un'autorizzazione dell'autorità cantonale competente.

A titolo derogatorio, il governo può però abrogare tale obbligo in un caso specifico, ossia se l'acquisto di fondi da parte di persone all'estero è nell'interesse superiore della Confederazione. Ad esempio, ciò si verifica se un'operazione immobiliare consolida le esigenze politiche, economiche, scientifiche, sociali o culturali del Paese.

Non c'è interesse nazionale

Il Bürgenstock Resort comprende 30 stabili e impianti con 67 appartamenti, qualificati come "residenze". Queste abitazioni sono di proprietà della società anonima Bürgenstock Hotels, in mani estere: il fondo sovrano del Qatar ha investito più di mezzo miliardo di franchi nella struttura, che ha ristrutturato e ricostruito. Pertanto la vendita dipende in linea di massima da un obbligo di autorizzazione.

Il governo ritiene che il resort sia importante per il turismo della sua regione, la Svizzera centrale, ma non che sussista un vero e proprio interesse nazionale alla vendita. La possibilità di cedere le abitazioni a cittadini stranieri dipende quindi dall'eventuale applicabilità di un'altra disposizione derogatoria della LAFE e andrà chiarita nella procedura cantonale di autorizzazione.

Questa decisione dell'esecutivo è definitiva. Il Consiglio federale rammenta come le deroghe concesse in passato alla legge siano state poche. Cita ad esempio il caso di qualche organizzazione sportiva internazionale e del complesso turistico di Andermatt (UR).

Gioiello vuoto

Il Bürgenstock Resort è stato costruito in una posizione da sogno, con una splendida vista sulla zona del lago dei Quattro Cantoni. L'inaugurazione è avvenuta nell'autunno del 2017, ma, come emerso su diversi media che si sono occupati della vicenda negli scorsi mesi, scovare degli acquirenti si è poi rivelato "mission impossible".

In particolare, un articolo di aprile della Neue Zürcher Zeitung riportava come per nessuna delle 67 abitazioni di lusso fosse stato trovato un compratore. Stando al giornale, una delle ragioni è proprio la Lex Koller, che non solo ostacola l'acquisto di proprietà da parte di persone all'estero, ma rende anche più difficile la vendita di immobili residenziali di proprietari stranieri.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE