ARCHIVIO KEYSTONE
Da lunedì cambiano le aziende incluse nell'indice di riferimento SMI.
ULTIME NOTIZIE Economia
SVIZZERA
12 ore
Il governo Draghi blocca Syngenta
Negata l'acquisizione della produttrice di sementi Verisem, che è stata giudicata d'importanza strategica
SVIZZERA
13 ore
I prezzi delle auto rischiano di salire
La colpa è della mancanza di componenti. E dei prezzi alle stelle delle materie prime
STATI UNITI
17 ore
«Niente vaccino, niente stipendio», si unisce anche Adobe
In seguito alle decisioni di Joe Biden, anche il produttore di software ha aggiornato la sua politica aziendale
SVIZZERA
20 ore
Contratti collettivi di lavoro: nel 2021 i salari sono cresciuti
Lo conferma un rapporto dell'Ufficio federale di statistica che parla di un aumento per quelli minimi e quelli effettivi
SVIZZERA
1 gior
L'aeroporto di Zurigo è il migliore in Europa
Clienti soddisfatti e servizi di qualità: lo scalo ha ottenuto (di nuovo) il World Travel Award
STATI UNITI
1 gior
Undici Picasso all'asta per 110 milioni di dollari
Si tratta di opere che ornavano il noto Bellagio Hotel, a Las Vegas
NIGERIA
1 gior
eNaira, la Nigeria lancia la sua moneta virtuale
Si tratta della forma digitale della Naira, la moneta fisica nazionale
MONDO
2 gior
Mai così tante persone sui social media
Spicca la crescita di TikTok, che è riuscita a raggiungere più di un miliardo di utenti in soli cinque anni
REGNO UNITO
2 gior
«Siamo alla fine dell'esame, e il tempo sta per scadere»
Riguardo al clima rimangono le domande più difficili, e non c'è tempo. Lo sostiene il deputato Alok Sharma
SVIZZERA / MONDO
3 gior
Il (breve) sorpasso del bitcoin sul franco svizzero
Il traguardo, in termini di capitalizzazione di mercato, è stato raggiunto durante il recente scatto della criptovaluta
SVIZZERA
3 gior
Frutta svizzera, il 2021 è da dimenticare
Le gelate e il maltempo estivo hanno flagellato i raccolti. Il colpo più duro lo hanno subito albicocche e prugne
DANIMARCA
3 gior
La casa di "Mamma ho perso l'aereo" in versione LEGO
Il set, in vendita da novembre, comprende ben 3'995 pezzi, e cinque personaggi
Francese
4 gior
Big John è stato battuto all'asta per 6,6 milioni di euro
È il più grande triceratopo mai rinvenuto. Vissuto 66 milioni di anni fa, oggi ha trovato la sua nuova casa
STATI UNITI
4 gior
Elon Musk potrebbe essere il primo “trilionario” della storia
A permettere al magnate americano di superare la soglia dei dodici zeri la crescente fortuna della sua SpaceX
STATI UNITI
4 gior
Più di Instagram e WhatsApp, l'offerta "monstre" è per Pinterest
PayPal starebbe valutando l'acquisizione del social network fotografico per circa 39 miliardi di dollari.
SVIZZERA
4 gior
Decathlon aprirà a Zermatt la sua prima filiale di montagna
L'attività di noleggio di sci e biciclette costituirà una parte centrale del business
SVIZZERA
17.09.2021 - 19:000

Lunedì l'indice SMI cambia faccia: dentro Logitech, esce Swatch

La Borsa di Zurigo segue le evoluzioni provocate dalla pandemia

ZURIGO - Fuori Swatch, dentro Logitech: fra le tante cose il Covid cambia anche la composizione dell'SMI, l'indice di riferimento della borsa svizzera, con un avvicendamento - in vigore da lunedì - che rispecchia l'impatto che la pandemia ha lasciato sull'economia reale.

L'ingresso di Logitech... - Il coronavirus ha dato un enorme impulso alla digitalizzazione e ad approfittarne è stato fra l'altro Logitech, gruppo con sede a Losanna noto in tutto il mondo per i mouse, le tastiere e le webcam. Il telelavoro ha provocato un boom delle vendite dei suoi prodotti e i ricavi l'anno scorso sono così lievitati del 76%.

...e l'uscita di Swatch - Sul fronte opposto Swatch ha sofferto per le restrizioni di viaggio, in Asia e altrove, nonché per le chiusure dei negozi: nel 2020 il più grande produttore di orologi del pianeta ha visto il fatturato crollare del 32% ed è finito nelle cifre rosse per la prima volta da quasi 40 anni.

Dopo 23 anni il titolo Swatch si trova così costretto ad abbandonare lo Swiss Market Index (SMI), cioè l'olimpo dei 20 valori principali della piazza elvetica. «Non potrebbe importarcene di meno», aveva commentato l'azienda - quando si stava profilando l'avvicendamento con Logitech, poi reso noto in luglio - a un periodico economico. E in seguito lo stesso presidente della direzione di Swatch Nick Hayek, noto per il suo rapporto non sempre idilliaco con il mondo della finanza, aveva tagliato corto: «Per noi non cambia nulla», aveva detto. A suo avviso visto che Swatch è il più grande datore di lavoro industriale della Svizzera a perderci è l'SMI, non l'azienda.

Non una novità - I cambiamenti dell'SMI non sono di per sé una novità. Solo 9 delle 20 aziende attualmente rappresentate nell'indice erano già presenti quando è stato fondato 33 anni fa. Ogni anno SIX, la società che gestisce la borsa, determina a inizio estate la classifica delle 20 aziende più grandi in base alla capitalizzazione di mercato e al volume annuale di scambi, annunciando poi i cambiamenti che entrano in vigore in settembre. In tal modo l'SMI riflette il panorama economico elvetico e i suoi sviluppi.

Per evitare cambiamenti troppo frequenti SIX stabilisce un intervallo di tolleranza: Swatch si è ritrovata 24esima nella graduatoria, ormai fuori da questa fascia, e ha quindi dovuto cedere il posto a Logitech, che figura al 16esimo rango.

Esclusione non permanente - L'esclusione dallo SMI non è sempre permanente. Swiss Life era per esempio stata estromessa nel 2010 a favore di Transocean, proprio nell'anno in cui il gruppo con sede nel canton Zugo aveva visto una sua piattaforma petrolifera esplodere nel Golfo del Messico. Sei anni più tardi Transocean si ritirò completamente dalla borsa e Swiss Life riprese il suo posto, che mantiene tuttora.

La storia dello SMI - L'SMI è nato oltre tre decenni or sono, il 30 giugno 1988. Allora partì con 1500 punti e nel frattempo si è moltiplicato per otto. Il punto più basso risale al 14 gennaio 1991, con 1287,60 punti, mentre il massimo è stato raggiungo il 18 agosto di quest'anno con 12'573,43 punti. Il 2021 si sta rivelando positivo: dall'inizio dell'anno la performance supera il 12%.

Per fare i confronti internazionali va peraltro sottolineato che l'SMI - contrariamente ad altri indici, come il DAX tedesco - si basa solo sul corso delle azioni e non ingloba i dividendi e altri cambiamenti di capitale. Può anche essere utile ricordare che dal 2007 l'SMI comprende stabilmente 20 titoli: in precedenza il numero era variato fra un minimo di 18 nel 1993 e un massimo di 29 nel 2000.

Per una società appartenere all'SMI si traduce non solo in prestigio e maggiore visibilità nei confronti degli investitori: in genere comporta anche un aumento del valore delle azioni. L'indice è infatti ampiamente utilizzato come punto di riferimento, con diversi fondi che ne imitano la composizione. Inoltre numerosi investitori istituzionali possono investire solo in titoli che sono rappresentati in determinati indici.

Il caso Kudelski - Diversi anni or sono lo specialista della crittografia Kudelski aveva combattuto contro la retrocessione dall'SMI. «Non sarebbe un buon segnale per l'industria informatica elvetica», aveva detto uno dei principali proprietari dell'azienda, André Kudelski. La sua società infatti era l'unica presente nell'indice attiva nelle tecnologie dell'informazione (IT). Nel 2005 la famiglia Kudelski aveva anche distribuito azioni per aumentare la quota fluttuante su cui si basa la capitalizzazione di mercato calcolata da SIX. Ma non era stato sufficiente: l'anno seguente Kudelski era uscita dall'SMI e da allora nessun gruppo IT ha fatto parte di quelle che nel gergo borsistico vengono chiamate blue chip, dal nome delle fiche con il valore più alto usate nel gioco d'azzardo, che sono appunto di colore blu.

I tre del listino - A dominare l'SMI rimangono comunque sempre i tre pesi massimi Nestlé, Novartis e Roche, che insieme rappresentano oltre il 40% dell'indice. Tradizionalmente una componente importante, le banche hanno perso molto terreno dalla crisi finanziaria. Due anni fa, per esempio, l'istituto Julius Bär ha lasciato spazio ad Alcon, la società attiva nell'oftalmologia scorporata da Novartis. Il segmento farmaceutico è così il più importante rappresentato nell'indice.

Per completezza d'informazione, ecco i 19 titoli che - oltre a Logitech - da lunedì comporranno l'indice, in ordine di capitalizzazione: Nestlé, Novartis, Roche, Zurich, UBS, ABB, Richemont, Lonza, Sika, Alcon, Givaudan, Holcim, Swisscom, Credit Suisse, Partners Group, Swiss Re, Geberit, SGS e Swiss Life.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-26 05:11:52 | 91.208.130.89