Depositphotos (vladteodor95)
È cresciuta la vendita di prodotti bio in Svizzera nel 2020.
SVIZZERA
31.03.2021 - 10:090

Il consumo di prodotti biologici in Svizzera è cresciuto del 19,1% lo scorso anno

A inizio 2021, 160 nuove imprese agricole si sono riconvertite al bio

BERNA - Parallelamente alla crescita delle vendite nel commercio al dettaglio, il consumo di prodotti bio è aumentato del 19,1% nel 2020, indica l'organizzazione Bio Suisse. La quota di mercato è arrivata al 10,8% e il consumo pro capite a 455 franchi.

La chiusura di ristoranti e mense ha portato le persone a cucinare a casa e, con la chiusura delle frontiere, a fare la spesa in Svizzera, si legge in un comunicato pubblicato in occasione della conferenza stampa annuale.

La crescita del settore bio raggiunge livelli record. I consumatori nel 2020 hanno comprato derrate di questo tipo per un valore di oltre 3,8 miliardi di franchi, contro i 3,2 miliardi del 2019. La quota di mercato è passata dal 10,3% al 10,8%. I prodotti preferiti, come negli ultimi anni, sono stati le uova (28,9% di quota di mercato), il pane (26,2%) e le verdure (23,9%).

Una fattoria su sei è bio

A inizio 2021, 160 nuove imprese agricole si sono riconvertite al bio. Attualmente ci sono 7450 produttori Bio Suisse, pari al 93% del totale delle fattorie bio in Svizzera, che coltivano 172'090 ettari di terreno (+2730 ha). La maggioranza delle nuove entrate si sono registrate a Berna (+36 aziende agricole), Vaud (+33), Lucerna e Vallese (+22 ciascuno). La proporzione più alta di fattorie bio si registra nei Grigioni, con una proporzione del 63,2%. A livello nazionale la quota è del 16,1%.

Il bio invece non è ancora protagonista nella ristorazione, ma questo dovrebbe presto cambiare: Bio Suisse si concentrerà infatti su questo settore per fare aumentare la quota del biologico.

Iniziativa sui pesticidi

Facendo riferimento alle iniziative "Acqua potabile pulita e cibo sano" e "Per una Svizzera senza pesticidi sintetici", Urs Brändli, presidente di Bio Suisse citato nella nota, si rallegra «che la società si possa confrontare con testi che si occupano dell'agricoltura biologica e di una produzione alimentare senza pesticidi di sintesi».

L'assemblea dei delegati dell'organizzazione ha deciso in novembre - a larga maggioranza - di sostenere l'iniziativa sui pesticidi. La raccomandazione di voto per il testo sull'acqua potabile verrà invece emessa all'incontro del 14 aprile.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-19 13:51:26 | 91.208.130.89