Cerca e trova immobili

CINAIl colosso immobiliare Evergrande dichiara bancarotta

18.08.23 - 07:18
La società aveva 330 miliardi di dollari di passività.
Reuters
Fonte Ats
Il colosso immobiliare Evergrande dichiara bancarotta
La società aveva 330 miliardi di dollari di passività.

SHENZHEN - China Evergrande, il promotore immobiliare cinese più indebitato al mondo e diventato il simbolo della crisi del settore nel Dragone, ha presentato istanza di fallimento e chiesto la protezione dai creditori in un tribunale a Manhattan.

La società ha invocato il capitolo 15 del codice fallimentare Usa, che protegge le società non statunitensi in fase di ristrutturazione dai creditori che sperano di farle causa o di bloccarle beni negli Stati Uniti.

Evergrande chiede il riconoscimento dei colloqui di ristrutturazione in corso a Hong Kong, nelle Isole Cayman e nelle Isole Vergini britanniche.

La sua istanza arriva tra i crescenti timori che i problemi nel settore immobiliare cinese possano diffondersi ad altre parti dell'economia del paese mentre rallenta la crescita del pil. Dall'inizio della crisi del debito del settore a metà del 2021, le società che rappresentano il 40% delle vendite di case cinesi sono fallite.

Anche la salute di Country Garden, il più grande promotore immobiliare privato della Cina, sta preoccupando gli investitori dopo che la società non ha pagato alcuni interessi questo mese. Evergrande recentemente aveva 330 miliardi di dollari di passività.

COMMENTI
 

Ciulindo.47 6 mesi fa su tio
Come scrive Nouriel Roubini nel suo ultimo saggio "La grande catastrofe" la singolarità sistemica è vicina. Alla faccia degli adoratori del sistema economico capitalista.

Dan1962 6 mesi fa su tio
Prima o poi qualcosa accadrà anche da noi troppi problemi nel Mondo

teamsabotage 6 mesi fa su tio
Si sono accorti che costruire metropoli nel nulla, fatte tutte di grattacieli ma tutti inesoravilmente vuoti... non rende. Daltronde dovevano pur dare lavoro ai 200mila dipendenti.. ad ogni modo anche da noi qualcuno si muove così.

Rik830 6 mesi fa su tio
Una in meno !!!

Noldino 6 mesi fa su tio
Bisogna però dire che i sistemi di monitoraggio della salute di questa azienda e degli organi preposti al controllo hanno funzionato impeccabilmente, passati i trecentotrentamila milioni di dollari (330’000’000’000$) il sistema ha decretato la bancarotta.

Equalizer 6 mesi fa su tio
Aspettiamo un paio di ore e vediamo cosa succede a NY se si ca..ga..no addosso oppure ragionano.

andytt 6 mesi fa su tio
Everfallita.... Daltla palte il glan de non lo plonuciano bene
NOTIZIE PIÙ LETTE