Afp/Twitter
ULTIME NOTIZIE Economia
SVIZZERA
32 min
Stoxx Europe 50, Richemont al posto di Vodafone
L'indice raccoglie le più grandi imprese europee: ci sono già ABB, Nestlé, Novartis, Roche, UBS e Zurich Insurance
AUSTRIA
2 ore
La pandemia non ha risparmiato nemmeno le Palle di Mozart
La Salzburg Schokolade, che produce industrialmente il celebre cioccolatino, ha dichiarato bancarotta
MONDO
12 ore
Non è più Zurigo la città più cara del mondo
Al primo posto della classifica, influenzata anche dalle conseguenze della pandemia, è Tel Aviv
Svezia/Stati Uniti
13 ore
Rivelati i migliori artisti del 2021 secondo gli ascolti di Apple e Spotify
In entrambe le classifiche si è distinta la cantante emergente Olivia Rodrigo. Album di 20 anni fa sono tornati in auge
SVIZZERA
17 ore
Quest’anno sotto l'albero troveremo buoni, Lego e AirPods
Galaxus ha analizzato il comportamento dei clienti online, prevedendo i regali più quotati in Svizzera
STATI UNITI
21 ore
Perché SpaceX è a rischio bancarotta
Tutto dipende dallo sviluppo del motore Raptor che, al momento, è «francamente un disastro»
CANTONE
1 gior
Sia NFT, che rivista: l'idea che arriva da Lugano
Si tratta di un progetto della società con sede a Lugano The Cryptonomist, in collaborazione con l'italiana ArtRights
Canada
1 gior
Zara, Adidas e LVMH sono coinvolte nella deforestazione dell'Amazzonia
Gli alberi vengono abbattuti per fare spazio ai capi di bestiame grazie ai quali si producono borse, scarpe e portafogli
UNIONE EUROPEA
1 gior
Dalla Commissione europea, 300 miliardi per i Paesi in via di sviluppo
Il piano si chiama "Global Gateway" vuole essere «una scelta positiva per lo sviluppo delle infrastrutture»
REGNO UNITO
1 gior
Per l'antitrust britannico, Zuckerberg deve vendere Giphy
La popolare tastiera virtuale per GIF era stata acquistata da Facebook nel 2020 per 400 milioni
STATI UNITI
1 gior
Cyber Monday, l'anno scorso era andata meglio
Gli analisti sono però convinti che si andrà incontro a vendite record durante le vacanze
MONDO
1 gior
L'impatto di Omicron sull'economia: i quattro scenari di Goldman Sachs
Nel caso peggiore potrebbe causare una frenata dello 0,4%, ma si azzarda anche un'ipotesi ottimistica
Regno Unito
27.10.2021 - 08:230
Aggiornamento : 10:25

Foto di cibo e non alimenti veri per riempire gli scaffali vuoti

Reparti troppo grandi o penuria nell’approvvigionamento: così i supermercati britannici ci “mettono la pezza”

LONDRA - Una dieta a base... di cartone. Per sopperire alla carenza di prodotti in vendita, dei supermercati si sono attrezzati di carta e cartoni e dove gli scaffali sono rimasti vuoti, rimpiazzano cibo, bevande o detersivi con una foto. Su Twitter gli utenti si sono scatenati, prendendo spesso in giro la soluzione trovata dai negozi.

L'accoppiata Brexit-Covid non è stata delle più fiorenti. Al contrario, ha generato un effetto domino disordinato, con le tessere che sono cadute tutte quante nello stesso momento. La pandemia ha richiamato a casa molti lavoratori, tra cui gli autisti di camion, che sono tornati nel proprio Paese di origine, senza poi far ritorno nel Regno Unito.

Intanto, le chiusure hanno generato un ritardo nelle catene di approvvigionamento e un acquisto sfrenato da parte dei consumatori. Esempio lampante è stato il caso della carta igienica, dove non solo in Inghilterra, ma in diverse nazioni, si è assistito a una vera e propria guerra all'ultimo rotolo. Per coronare il quadro, la Brexit è stata ufficialmente dichiarata, con anche il fatto che dal primo ottobre si può accedere al territorio britannico soltanto se muniti di passaporto.

E se a settembre il governo Johnson rassicurava la popolazione, perché convinto che entro Natale tutto sarebbe tornato come prima, ora i supermercati non riforniscono i propri reparti di cibo e bevande, ma di cartone.

L'esempio più gettonato è la catena Tesco, di cui gli utenti Twitter non hanno parlato proprio bene. In un tweet si legge: «Avete provato la dieta Brexit? Gli asparagi di carta di Tesco ti faranno liberare più velocemente di tutte quelle calorie di troppo». Oppure: «Tesco ha in vendita gli asparagi finti questa mattina». O ancora: «Mi piace che gli asparagi in Inghilterra diventino così grandi. Dev'essere il nostro clima».

Interpellato dal Guardian, Bryan Roberts, analista della vendita al dettaglio di Shopfloor Insights, ha dichiarato che questi cartoni sono in uso dall'anno scorso, ma che tattiche di questo tipo vengono già utilizzate da altri supermercati. In ogni caso «è diventato abbastanza comune. Ma non solo a causa della carenza: molti dei negozi più grandi sono semplicemente troppo grandi».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-02 08:31:11 | 91.208.130.85