CINANel 2021 è prevista una ripresa completa dei consumi

30.01.21 - 17:20
Il ministero del Commercio cinese introdurrà una serie di misure come ulteriore stimolo
keystone-sda.ch / STF (Mark Schiefelbein)
Fonte Ats Ans Xinhua
Nel 2021 è prevista una ripresa completa dei consumi
Il ministero del Commercio cinese introdurrà una serie di misure come ulteriore stimolo

PECHINO - La crescita nel mercato al consumo cinese mostrerà una tendenza alla ripresa quest'anno, in cui diverse politiche volte a espandere la domanda interna continueranno ad avere effetto. Lo prevede il ministero del Commercio cinese.

In una conferenza stampa il ministero del Commercio ha detto che la Cina ha mantenuto la sua posizione come secondo mercato dei consumi più grande del mondo l'anno scorso, in cui le vendite di beni di consumo che hanno raggiunto 39'200 miliardi di yuan (circa 6'060 miliardi di dollari).

Il ministero del Commercio ha detto che i consumi rimangono il fulcro per lo sviluppo stabile dell'economia, rappresentando il 54,3% del suo prodotto interno lordo.

Nel 2020 la Cina si è classificata come mercato al dettaglio online più grande al mondo per l'ottavo anno consecutivo, con un aumento delle vendite online del 14,8% su base annua. I dati ufficiali hanno anche mostrato che più di 24 milioni di attività di marketing live streaming hanno avuto luogo nel 2020, in cui moltissimi influencer di primo piano hanno acquisito celebrità attraverso le promozioni online.

Per stimolare ulteriormente i consumi, il ministero del Commercio introdurrà una serie di misure come l'accelerazione dell'integrazione online e offline, l'espansione dei consumi rurali e la promozione della costruzione e della ristrutturazione di negozi alimentari, locali per la colazione, mercati ortofrutticoli e altre strutture di servizio.

Investimenti all'estero raddoppiati dal 2015 - Il saldo degli investimenti diretti all'estero della Cina ha superato i 2'300 miliardi di dollari alla fine del 2020, il doppio rispetto al valore alla fine del 2015. Il ministero ieri ha detto che nel 2020 gli investimenti diretti all'estero della Cina sono rimasti relativamente stabili a 132,9 miliardi di dollari, con una struttura ottimizzata.

Gli investimenti diretti non finanziari della Cina nei Paesi lungo la Belt and Road l'anno scorso sono arrivati 17,79 miliardi di dollari, in crescita del 18,3%.

Secondo i dati del ministero del Commercio, industrie chiave come la produzione di attrezzature e l'informatica hanno visto un rapido aumento degli investimenti dalla Cina.

NOTIZIE PIÙ LETTE