Keystone
ULTIME NOTIZIE Economia
SVIZZERA
7 ore
«Prima costavano 80 centesimi, adesso anche 300 franchi»
La crisi dei chip raccontata dell'interno di un'azienda svizzera colpita: «Sono settimane che le macchine sono spente».
ITALIA
9 ore
Ita Airways, atterraggio non consentito in caso di nebbia
Lo prevedono le norme internazionali per le compagnie durante il periodo di "rodaggio"
MONDO
12 ore
Harvard, MIT, Stanford: ecco le migliori università al mondo
Il Politecnico federale di Zurigo è il quinto istituto in Europa e il 26esimo su scala globale
SVIZZERO
14 ore
Posta nel mirino, Cirillo si difende
Il numero uno del gigante giallo risponde alle accuse per le recenti acquisizioni aziendali
STATI UNITI
16 ore
Mai nessuno è stato ricco tanto quanto Elon Musk
Merito dell'exploit di lunedì, con l'annuncio dell'acquisto di 100mila Tesla da parte di Hertz
SVIZZERA
18 ore
Logitech, fatturato oltre le attese
Cala però la redditività nel terzo trimestre, con più spese per il marketing e d'investimenti in ricerca e sviluppo
SVIZZERA
20 ore
Terzo trimestre proficuo per UBS, ha guadagnato oltre due miliardi
Si tratta di un aumento dell'8,9% su base annua. Una performance superiore alle attese degli analisti.
Stati Uniti
21 ore
Sono passati vent'anni dal lancio del primo iPod
Il lettore rivoluzionario che Steve Jobs presentava come «il lettore che contiene mille canzoni e sta nella mia tasca»
SVIZZERA
1 gior
Il governo Draghi blocca Syngenta
Negata l'acquisizione della produttrice di sementi Verisem, che è stata giudicata d'importanza strategica
SVIZZERA
1 gior
I prezzi delle auto rischiano di salire
La colpa è della mancanza di componenti. E dei prezzi alle stelle delle materie prime
STATI UNITI
1 gior
«Niente vaccino, niente stipendio», si unisce anche Adobe
In seguito alle decisioni di Joe Biden, anche il produttore di software ha aggiornato la sua politica aziendale
SVIZZERA
1 gior
Contratti collettivi di lavoro: nel 2021 i salari sono cresciuti
Lo conferma un rapporto dell'Ufficio federale di statistica che parla di un aumento per quelli minimi e quelli effettivi
SVIZZERA
2 gior
L'aeroporto di Zurigo è il migliore in Europa
Clienti soddisfatti e servizi di qualità: lo scalo ha ottenuto (di nuovo) il World Travel Award
STATI UNITI
2 gior
Undici Picasso all'asta per 110 milioni di dollari
Si tratta di opere che ornavano il noto Bellagio Hotel, a Las Vegas
NIGERIA
2 gior
eNaira, la Nigeria lancia la sua moneta virtuale
Si tratta della forma digitale della Naira, la moneta fisica nazionale
MONDO
21.06.2020 - 11:250

Coronavirus, torna di moda la plastica monouso

Guanti, visiere, mascherine, imballaggi, la battaglia contro la plastica monouso ha subito un brusco stop

PARIGI - Coprire i propri volti o avvolgere, per una maggiore sicurezza, frutta e verdura: la plastica monouso, che il mondo aveva cominciato ad eliminare, sta tornando in auge a causa della crisi del coronavirus, con grande dispiacere degli ambientalisti.

Mascherine, guanti e altri imballaggi stanno inoltre flagellando gli oceani. E ciononostante, rappresentano solo una piccola parte dell'attività dell'industria della plastica.

L'industria ha così preso la palla al balzo. A metà marzo, il sindacato francese delle materie plastiche ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che «senza plastica monouso, non ci sarebbero gli imballaggi per proteggere il vostro cibo dai germi». Ed è un trend a livello globale: la California ha revocato il divieto di borse monouso per due mesi, mentre in Arabia Saudita i supermercati stanno imponendo ai loro clienti guanti usa e getta.

Negli Stati Uniti, l'Associazione dell'industria delle materie plastiche ha chiesto già il 20 marzo che la sua attività fosse considerata «essenziale» in tempi di lockdown. «La plastica monouso è una questione di vita o di morte» negli ospedali, scriveva Tony Radoszewski, all'epoca presidente della lobby, esaltando anche il ruolo dei sacchetti monouso «per proteggere i dipendenti del supermercato e i consumatori da tutto ciò che si trova sopra le borse riutilizzabili».

Secondo un sondaggio di OpinionWay-Sodastream, il 66% dei francesi dichiara di preferire il cibo confezionato, finché dura la crisi di coronavirus.

Protezione incompleta - In ogni caso, la plastica non è una protezione assoluta. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), il lavaggio delle mani è più efficace rispetto all'uso dei guanti. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista americana NEJM, inoltre, il Covid-19 è rilevabile fino a due o tre giorni su plastica, 24 ore sul cartone.

«Per uso medico, non c'è niente di meglio del monouso. Ma vogliono farci credere che sia una risposta al consumo quotidiano. È lobbismo. Il riutilizzabile non pone problemi di salute», dice Raphaël Guastavi dell'Agenzia francese per la gestione dell'energia (Ademe), rassicurato nel vedere che i rappresentanti europei hanno il desiderio di non cedere.

Una nuova breccia - Il WWF ripete l'allarme: già nel 2019 aveva stimato che nel Mediterraneo erano state scaricate 600'000 tonnellate di plastica, di cui il 40% solo in estate. «La battaglia culturale contro la plastica monouso sembrava essere stata vinta. Oggi è stata nuovamente aperta una breccia, e dovremo rispondere», ha detto Pierre Cannet, di WWF Francia.

«Una maschera non è facile da riciclare. L'approccio generale delle autorità pubbliche è quello di buttarle nei rifiuti domestici per l'incenerimento, che dal nostro punto di vista è la situazione migliore», ha invece spiegato Arnaud Brunet, dell'International Bureau of Recycling (BIR), che riunisce professionisti provenienti da 70 Paesi.

«Ne sapremo di più con il passare del tempo, forse potremmo immaginare una raccolta speciale, o in farmacia, ma non siamo ancora a quel punto».

Domanda in aumento - Circa 350 milioni di tonnellate di materie plastiche vengono prodotte ogni anno in tutto il mondo, principalmente in Asia (50%), Nord America (19%) ed Europa (16%), con una crescita moderata ma costante della produzione.

La domanda è in forte aumento per il mercato della protezione (maschere, magliette, schermi), ma questo volume rimane basso rispetto ai massicci sbocchi del settore automobilistico e dell'edilizia.

«Per fare diverse centinaia di migliaia di visiere, bastano poche tonnellate» di plastica, sottolinea Eric Quenet. Il plexiglas, che è molto richiesto per i divisori, «rappresenta meno dell'1% del mercato francese delle materie plastiche».

Complessivamente, per la prima volta dal 2008, il settore prevede che il 2020 sarà un anno peggiore del precedente, e questo a causa del coronavirus.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Marta 1 anno fa su tio
Basta comperare una mascherina di stoffa lavabile e riutilizzabile all'infinito. I negozi dovrebbero poi abolire completamente i sacchetti di plastica, abolire le confezioni con polistirolo, tutti gli imballaggi con plastica non riciclabile.
Heinz 1 anno fa su tio
@Marta Fin che in Svizzera, cuore delle Alpi, si compra acqua in bottiglia quando quella del rubinetto é più sana e controllata... Che devi fare?
volabas 1 anno fa su tio
Ma non dovevamo essere una delle 36 civilta' nella galassia? C'è sicuramente da rivedere il termine che questa parola comporta!
francox 1 anno fa su tio
Sandra Rezzonico, fosse solo plastica che buttiamo nel mare! Ci buttiamo anche armamenti in disuso, idrocarburi, fertilizzanti, liquami infetti, scorie radioattive, metalli pesanti, eccetera eccetera..
Mah916 1 anno fa su tio
Oltre che inutili.... le troveremo ovunque strade, boschi, laghi, riali, mare...
francox 1 anno fa su tio
Adesso va di moda buttarla assieme ai guanti nei carrelli dopo la spesa....
seo56 1 anno fa su tio
Perché qualcuno pensava in un cambiamento? Tutti ecologisti a bla... bla...
francox 1 anno fa su tio
Matilde Maty, riesci a respirarci attraverso?
francox 1 anno fa su tio
Da noi c'è la moda di buttare maschera e guanti nel carrello una volta finita la spesa. Ma il primo che becco va a casa a pedate, giuro.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 04:47:25 | 91.208.130.89